background preloader

Ministero dell`Ambiente

Ministero dell`Ambiente
Related:  i rifiuti -1c

Riciclaggio dei rifiuti Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Per riciclaggio dei rifiuti, nell'ambito della gestione dei rifiuti, si intende l'insieme di strategie e metodologie volte a recuperare materiali utili dai rifiuti al fine di riutilizzarli anziché smaltirli direttamente in discarica e inceneritori. Il riciclaggio previene dunque lo spreco di materiali potenzialmente utili garantendo maggiore sostenibilità al ciclo di produzione/utilizzazione dei materiali, riduce il consumo di materie prime, l'utilizzo di energia e l'emissione di gas serra associati. Storia[modifica | modifica sorgente] Origini[modifica | modifica sorgente] Il riciclaggio è una pratica comune nella storia umana, come dimostrano gli scritti di Platone nel 400 aC. In epoca pre-industriale, c'è testimonianza di un riuso di rottami di bronzo e altri metalli in Europa che venivano fusi per il riutilizzo perpetuo. Durante la guerra[modifica | modifica sorgente] Dopoguerra[modifica | modifica sorgente] Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Benvenuti sul sito del CMCC — CMCC Istruzione Agraria on line SISTRI European Environment Agency's home page — EEA AIAB - Associazione Italiana per l'Agricoltura Biologica Discarica Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Una moderna discarica con protezioni e barriere (Honolulu, Hawaii). Una discarica ricoperta di verde dopo la chiusura (Dresda). Una discarica di rifiuti non a norma, senza particolari protezioni e barriere. Una discarica a Giacarta: nei paesi in via di sviluppo le discariche sono al tempo stesso fonte di inquinamento ambientale ma anche di sostentamento per i più poveri. Recupero del biogas da una discarica Descrizione[modifica | modifica wikitesto] La normativa italiana col d.lgs 13 gennaio 2003, n. 36 ha recepito la direttiva europea 99/31/CE che prevede tre tipologie differenti di discarica: discarica per rifiuti inerti;discarica per rifiuti non pericolosi (tra i quali gli RSU, Rifiuti Solidi Urbani);discarica per rifiuti pericolosi (tra cui ceneri e scarti degli inceneritori). L'uso delle discariche per il rifiuto indifferenziato deve essere assolutamente evitato. Struttura di una moderna discarica[modifica | modifica wikitesto]

European Climate Change Programme - Policies - Climate Action The European Commission has taken many climate-related initiatives since 1991, when it issued the first Community strategy to limit carbon dioxide (CO 2) emissions and improve energy efficiency. These include: a directive to promote electricity from renewable energy, voluntary commitments by car makers to reduce CO 2 emissions by 25% and proposals on the taxation of energy products. However, it is clear that action by both Member States and the European Community needs to be reinforced if the EU is to succeed in cutting its greenhouse gas emissions to 8% below 1990 levels by 2008-2012, as required by the Kyoto protocol. The EU Council of Environment Ministers acknowledged the importance of taking further steps at Community level by asking the Commission to put forward a list of priority actions and policy measures. The Commission responded in June 2000 by launching the European Climate Change Programme (ECCP).

Enea-tecnologia del riciclaggio I rifiuti rappresentano un’enorme opportunità di crescita sostenibile in termini di riduzione del consumo di risorse naturali e di sviluppo ed implementazione di tecnologie per il riciclo di materia ed il recupero di energia. Nell’articolo, alcuni esempi di approcci tecnologici per sfruttare le potenzialità dei rifiuti nell’ottica della green economy Claudia Brunori, Lorenzo Cafiero, Danilo Fontana e Fabio Musmeci (download pdf) L’industria legata ai rifiuti è stata tra le più floride negli ultimi decenni e, indubbiamente, tra quelle con il fatturato più rilevante nel campo dell’industria ambientale. L’Unione Europea si è mossa già da tempo in questa direzione con una serie di provvedimenti e normative inerenti la gestione integrata dei rifiuti. Figura 1 - Gerarchia nella gestione dei rifiuti Fonte: ENEA Nei prossimi paragrafi saranno presentati alcuni esempi di tecnologie di riciclo/recupero in differenti settori e campi di applicazione. Le peculiarità di questa tecnica estrattiva sono:

I problemi I fenomeni più gravi legati all’inquinamento da rifiuti sono comparsi con la rivoluzione industriale e,in tempi più recenti,sono stati aggravati dagli straordinari progressi della tecnologia. Oggi l’inquinamento è causato da rifiuti solidi che sono spesso scaricati in modo non controllato sul terreno, che diventa in questa maniera un luogo di inquinamento, a causa delle sostanze nocive che in seguito penetrano nel suolo. Alcuni prodotti presenti nei rifiuti possono essere diffusi sul terreno o al suo interno ad opera delle precipitazioni atmosferiche. Il prodotto tossico provoca gravi danni agli organismi e può sempre giungere fino all’uomo, con conseguenze per la sua salute. I metodi per lo smaltimento dei rifiuti sono i seguenti: discarica inceneritore riciclaggio e raccolta differenziata Discariche Lo smaltimento nelle discariche consiste nell’accumulo e nell’interramento dei rifiuti nel terreno. Impianto di incenerimento . Riciclaggio e recupero dei rifiuti

Inceneritore Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Impianto di incenerimento sito nell'area di Forlì, capace di trattare 18 t/h di rifiuti domestici. Inceneritore di Thun situato nei pressi dell'omonimo lago nel cantone di Berna. Il termine termovalorizzatore, seppur di uso comune, è talvolta criticato in quanto sarebbe fuorviante. Infatti, secondo le più moderne teorie sulla corretta gestione dei rifiuti gli unici modi per "valorizzare" un rifiuto sono prima di tutto il riuso e poi il riciclo, mentre l'incenerimento (anche se con recupero energetico) costituisce semplice smaltimento ed è dunque da preferirsi alla semplice discarica di rifiuti indifferenziati. Rifiuti di interesse per l'incenerimento Rifiuti trattati in attesa di essere avviati alla combustione. Le categorie principali e quantitativamente predominanti di rifiuti inceneribili sono: A queste si possono aggiungere categorie particolari come i fanghi di depurazione, i rifiuti medici o dell'industria chimica. Diffusione Europa Italia

Classe 1c Rifiuti-wikipedia Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Rifiuti dentro a un cassonetto utilizzato sino a pochi anni fa I rifiuti sono materiali di scarto o avanzo di svariate attività umane. In biologia sono detti rifiuti i prodotti del catabolismo che vengono escreti o che in ogni caso non prendono più parte al metabolismo.[1] Definizione normativa[modifica | modifica sorgente] Italia[modifica | modifica sorgente] Ruspa in azione in una discarica di tipo tradizionale La definizione normativa in Italia è data dall'art. 183 del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152 (cosiddetto Testo unico ambientale), modificata dal decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205 "Disposizioni di attuazione della direttiva 2008/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 novembre 2008 relativa ai rifiuti e che abroga alcune direttive". (10G0235) (GU n. 288 del 10-12-2010 - Suppl. Unione europea[modifica | modifica sorgente] Classificazione[modifica | modifica sorgente] Rifiuti solidi urbani[modifica | modifica sorgente]

classificazione dei rifiuti

Related: