background preloader

Creare classi virtuali con Google Classroom

Creare classi virtuali con Google Classroom

http://www.youtube.com/watch?v=VHVXZ1tjRPU

Related:  GSuite (ex Google Apps for Education)GOOGLE SUITEgoogle tutorialsGoggle suite

Google Apps For Education. Una guida Seguendo il corso di formazione per AD, da “edmodiano” convinto, mi sono chiesto se valga la pena sfruttare un’altra idea “cloud” ovvero Google App For Education (d’ora in poi GAfE). In effetti, stando alle premesse si tratta di un ambiente molto solido, a prova di bomba e dall’architettura complessa ma resistente. Il problema, semmai, è partire; ma ci vuole del tempo e, ad anno iniziato, non è pensabile smantellare quello che c’è già per dare vita ad una simile struttura. Non è, però, di questo che voglio disquisire, semmai condividere materiali che mi sono stati messi a disposizione dal corso e che ho tratto da animatori-liguria.it (spazio dove abbiamo affrontato on-line parte della formazione. Restrict messages to authorized addresses or domains - G Suite Administrator Help You can allow email messages to be sent to and received from specific addresses or domains that you authorize. By default, users with Gmail accounts at your domain can exchange messages with any other email address. However, in some cases, you might want to restrict the addresses your users can exchange messages with. For example, a school might want to allow its students to exchange messages with the faculty and other students, but not with people outside of the school. While users receive only authenticated messages from listed domains, users who attempt to send messages to a domain not listed will see a message that specifies a policy prohibiting messages to that address, confirming that the message is unsent. Messages sent from unlisted domains—or messages from listed domains that can't be verified using DomainKeys Identified Mail (DKIM) or Sender Policy Framework (SPF) records—are returned to the sender with a message about the policy.

Calendar: ecco come usarlo in classe! - GRIMPO! Calendar, il servizio di Google già presente tra quelli a disposizione di chi possiede un account, può essere facilmente utilizzato per programmare, gestire e condividere gli appuntamenti didattici: noi l’abbiamo fatto con ottimi risultati! Vuoi sapere come? Leggi l’articolo! Per accedere a Google Calendar è ovviamente necessario essere titolari di un account Google: come si fa ad averne gratuitamente uno? Registrati cliccando qui. A questo punto apri il pannello del tuo account Google e scegli Calendar: GSuite For Education? Una buona pratica per le scuole Favorire la collaborazione tra docenti e studenti anche attraverso lo scambio di materiali on line. Questa la principale funzione che assolve Google Suite for Education, un servizio in cloud offerto gratuitamente da Google alle scuole e alle università, che mette a disposizione un servizio di hosting per la gestione delle email, chat, spazio di condivisione documenti, applicazioni specifiche da usare con gli studenti. L'istituto Omicomprensivo Rosselli Rasetti di Castiglione del Lago ha deciso da questo anno scolastico di usare Gsuite For Education per introdurre strumenti digitali che andavano a favorire il lavoro di gruppo. “Punti cardine delle nostre attività – dice l’animatrice digitale dell’Istituto Valentina Falucca - sono l’innovazione del sistema scolastico e l’incremento di opportunità dell’educazione digitale oltre alla diffusione dell’idea di apprendimento permanente.

Google Drive: correggere automaticamente le verifiche! - GRIMPO! Abbiamo recentemente pubblicato un articolo su come utilizzare Google Moduli per somministrare delle verifiche. Come annunciato, questo articolo di occuperà di come correggere “automaticamente” le risposte inserite. Partiamo dalla considerazione che il tempo che serve per correggere una verifica – specialmente una verifica a risposta multipla – è tempo perso che nulla ha a che fare con l’insegnamento o la didattica. Proviamo a quantificarlo: ipotizzando di avere una classe di 25 studenti e di impiegare mediamente 4 minuti per correggere ogni verifica (è una stima per difetto!) significa che, per ogni classe, per ogni verifica e per ogni materia, bruciamo 1 ora e 40 minuti. Quante verifiche facciamo per ogni classe?

Modulistica genitori – ISA18 – Istituto Comprensivo di Arcola/Ameglia Modulistica genitori Informative Patto di corresponsabilità educativa Moduli comuni scaricabili in pdf e word Google Drive in classe: le verifiche #4 - GRIMPO! Continuiamo la serie di articoli su come Utilizzare Google Drive in classe. Siamo già al quarto esempio. Questo articolo è dedicato ad un argomento non semplice ma straordinariamente importante ossia la verifica. Sono consapevole di come questo sia un punto spinoso perché ci sono diverse correnti di pensiero su come dovrebbero essere, su quante dovrebbero essere e persino su qual è il loro scopo. Pertanto vorrei riportare la mia esperienza cercando di evidenziare come la metodologia che più avanti illustrerò ha di fatto migliorato l’efficacia delle mie verifiche, diminuendo la mole di lavoro “stupida e noiosa” che per tanti anni mi è toccata, fino a migliorare le prestazioni dei miei allievi che è, in definitiva, lo scopo del lavoro del docente. Lo scopo del lavoro di un docente consiste, non solo ma in larga parte, nel migliorare le “prestazioni didattiche” dei propri studenti.

G Suite for Education La mia guida”G Suite for Education – Lavorare e apprendere nel cloud” è disponibile gratuitamente in due varianti: fluida, nei formati epub e mobi, che si adatta a qualsiasi schermo (la mia preferita);impaginata in formato pdf, impostata sulla pagina A4. La guida contiene un indice gerarchico navigabile, note interattive, screenshot per ogni comando/procedura e un gran numero di collegamenti ipertestuali. La maggior parte dei lettori di ebook (Apple, Adobe, Kobo…) è compatibile con il formato epub, mentre per Amazon Kindle dovete utilizzare il mobi. La versione attuale è la numero S-2 del 26 febbraio 2017.

Use Images as Answer Choices with Google Forms! James Frye serves as Blended English Teacher, Instructional Technology Facilitator and Public Information Officer for Newton-Conover City Schools. Formerly, he was an English and Journalism Teacher at Newton-Conover High School in Newton, NC, where he still continues to teach as a Blended English Teacher. He is a North Carolina Teaching Fellow and has spent time studying education at the Hochschule Magdeburg-Stendal in Germany. James graduated from Michigan State University, where he earned an M.A. in Curriculum, Instruction, and Educational Technology.

Google Apps a scuola. Si può? Paola Luigetti, animatrice digitale del liceo di Città della Pieve, mi ha scritto per chiedere un parere sull’adozione delle Google Apps a scuola. Ho pensato che valesse la pena di tornare sull’argomento, condividendo nel blog le mie riflessioni alla luce degli sviluppi più recenti. Paola scrive:

Related: