background preloader

Modern Times - Charlie Chaplin Eating Machine

Modern Times - Charlie Chaplin Eating Machine
Related:  Robotica Educativa

R.U.R. R.U.R. quickly became famous and was influential early in the history of its publication.[4][5][6] By 1923, it had been translated into thirty languages.[4][7] R.U.R is dark but not without hope, and was successful in its day in both Europe and the United States.[9] Characters[edit] A scene from the play, showing the robots in rebellion. Parenthesis indicate differences in translations. Humans[10] Harry Domin (Domain) — General Manager, R.U.R.Fabry — Chief Engineer, R.U.R.Dr. Robots and Robotesses Marius, a RobotSulla, a RobotessRadius, a RobotPrimus, a RobotHelena, a RobotessDaemon (Damon), a Robot Plot[edit] Poster for a stage performance of R.U.R. directed by Remo Bufano in New York, 1939, by the U.S. Act I[edit] Helena, the daughter of the president of a major industrial power, arrives at the island factory of Rossum's Universal Robots. Helena meets Fabry, Dr. Act II[edit] Ten years later, Helena and her nurse Nana are talking about current events—particularly the decline in human births.

Charlie Chaplin - About the Actor | American Masters Charlie Chaplin was one of the greatest and widely loved silent movie stars. From “Easy Street” (1917) to “Modern Times” (1936), he made many of the funniest and most popular films of his time. He was best known for his character, the naive and lovable Little Tramp. The Little Tramp, a well meaning man in a raggedy suit with cane, always found himself wobbling into awkward situations and miraculously wobbling away. More than any other figure, it is this kind-hearted character that we associate with the time before the talkies. Born in London in 1889, Chaplin first visited America with a theater company in 1907. Chaplin’s slapstick acrobatics made him famous, but the subtleties of his acting made him great. Chaplin was known as one of the most demanding men in Hollywood. Chaplin typically improvised his story in front of the camera with only a basic framework of a script. Though Chaplin is of the silent movie era, we see his achievements carried through in the films of today.

Karel Čapek (Wikipedia) Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Karel Čapek Karel Čapek (pronuncia IPA: [ˈkarɛl ˈtʃapɛk]) (Malé Svatonovice, 9 gennaio 1890 – Praga, 26 dicembre 1938) è stato un giornalista, scrittore e drammaturgo ceco. Biografia[modifica | modifica sorgente] Nato a Malé Svatoňovice in Boemia, nell'Impero Austro-Ungarico, figlio di un dottore, studiò filosofia a Praga per poi divenire giornalista. Assieme al fratello Josef elaborò i suoi primi scritti, e dopo le opere letterarie Boží muka ("Crocefisso accanto alla strada") e Trapné povídky ("Racconti tormentosi") del 1917, incominciò la sua carriera autonoma, che sfociò ben presto in attività teatrale. L'opera di esordio fu, nel 1920, Loupežník ("Il malandrino"), una commedia incentrata sul contrasto fra la gioventù audace e la maturità tradizionalista. Manoscritto di Čapek Nel 1922 Čapek pubblicò il primo dei romanzi fondamentali della sua carriera, intitolato Továrna na absolutno ("La fabbrica dell'assoluto"). Opere[modifica | modifica sorgente]

Creare con Scratch Oggi le persone hanno accesso sul lorocomputer a un’incredibile varietà di giochiinterattivi, storie, animazioni, simulazioni, e altritipi di contenuti multimediali, dinamici einterattivi .Ma per la maggior parte questi programmisono una strada a senso unico: è possibilenavigare e cliccare quello che altri hannocreato, ma non è possibile progettare e crearequalcosa di proprio. Scratch cambia questa situazione allargandola gamma di ciò che si può progettare e crearesu un computer, rendendo più facile combinaregrafica, foto, musica e suoni in creazioniinterattive . viene dalla tecnica di scratching usata dai disc-jockey hip-hop cheruotano avanti e indietro con le loro mani idischi di vinile per mixare in modo creativo deibrani musicali. L’elemento essenziale di Scratch è un linguaggio grafico di programmazione condividerlo sul sito web di Scratch, nellostesso modo in cui puoi condividere video suYouTube o foto su Flickr. scaricare tu con Scratch? Lifelong Kindergarten Group, MIT Media Lab

Robot Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il robot (pron. robòt o ròbot[1], alla francese robó, dalla parola ceca robota che significa lavoro pesante, a propria volta derivata dall'antico slavo ecclesiastico rabota, servitù[2]) è una qualsiasi macchina (di forma più o meno antropomorfa), in grado di svolgere più o meno indipendentemente un lavoro al posto dell'uomo. Che cos'è un robot[modifica | modifica wikitesto] Mano umana e robotica a confronto Robot usato per sollevare lastre di vetro In alternativa, il termine robot viene usato per indicare un essere artificiale, un automa o androide, che replichi e somigli ad un animale (reale o immaginario) o ad un uomo. Le discipline coinvolte nella progettazione e realizzazione dei robot sono molteplici: robotica, cibernetica, meccanica, automatica, elettronica, meccatronica, informatica, intelligenza artificiale ecc.. Origine del termine robot[modifica | modifica wikitesto] Uso contemporaneo dei robot[modifica | modifica wikitesto] Robot pulitore.

Scuola di Robotica - La robotica educativa alla conferenza internazionale "Key Competencies in Education – Strategies and Practices" in Bulgaria Nell'ambito del progetto europeo KeyTTT a Stara Zagora dal 22 al 24 settembre si tiene una conferenza internazionale sulle competenze chiave nel mondo della scuola.Il Polo Europeo della Conoscenza e Scuola di Robotica presentano un paper sulla robotica educativa. A presentare la robotica educativa, le strategie e i processi necessari all'emersione delle competenze chiave ci saranno Tullia Urschitz dell'IC Lorenzi di Fumane ed Emanuele Micheli di Scuola di Robotica con il paper intitolato "EDUCATIONAL ROBOTICS: A METHODOLOGY TO DEVELOP COMPETENCES". L'articolo presentato ha lo scopo di spiegare come l'uso didattico della robotica possa consentire l'emersione delle competenze chiave. L'emersione delle competenze chiave avviene in maniera naturale attraverso il lavoro di gruppo, l'ideazione, creazione, progettazione e programmazione di piccoli robot. Ecco l'abstract in italiano del paper: La conferenza si terrà:

IL FUMAMBOLO: un wiki per imparare a lavorare nel web Un wiki scolastico per imparare a lavorare nel web Alunni, colleghi e visitatori sono ospiti graditi e collaboratori indispensabili. Ognuno è invitato a dare il proprio contributo, con materiali, correzioni, proposte e altro. Per scrivere sul wiki è necessario essere utenti registrati. Questo infatti è un ambiente "protetto", dove studenti dagli 11 ai 14 anni imparano a lavorare nel web e per il web. Il nostro è un lavoro collaborativo (cooperative learning). Anno Scolastico 2012/2013 Legalweb4kids Le classi III B e III D della Scuola Secondaria di Fumane, coordinate dalle prof.sse M. School of the future - Comenius Utopia Project La scuola di oggi e quella di domani: come la immaginano i ragazzi, come la vorrebbero... Ecco alcune proposte di alcuni studenti di seconda media sulla loro school of the future CHEMISTRY IS ALL ABOUT YOU - inGenious Project 25 ottobre 2012 - “Chemistry is all about you” Know more about TALK2US - CHAT "CHEMISTRY IS ALL ABOUT YOU" Leggi il blog Fumanescuolaintheworld

Bruno Munari Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Bruno Munari (Milano, 24 ottobre 1907 – Milano, 30 settembre 1998) è stato un artista e designer italiano. Attività[modifica | modifica sorgente] È stato "uno dei massimi protagonisti dell'arte, del design e della grafica del XX secolo"[1], dando contributi fondamentali in diversi campi dell'espressione visiva (pittura, scultura, cinematografia, disegno industriale, grafica) e non visiva (scrittura, poesia, didattica) con una ricerca poliedrica sul tema del movimento, della luce e dello sviluppo della creatività e della fantasia nell'infanzia attraverso il gioco. Munari partecipa giovanissimo al futurismo, dal quale si distacca con senso di levità ed umorismo, inventando la macchina aerea (1930), primo mobile nella storia dell'arte, e le macchine inutili (1933). Biografia[modifica | modifica sorgente] Nato a Milano, Bruno Munari passò l'infanzia e l'adolescenza a Badia Polesine, dove i suoi genitori gestivano un albergo.

Related: