background preloader

Home

Home

http://www.laletteraturaenoi.it/index.php

Related:  ingbonomoPreferiti (quasi)erminiaviola

Perché La Curation Trasformerà Il Mondo Dell'Educazione: 10 Ragioni C'è un numero crescente di nuove tendenze che stanno rivoluzionando rapidamente il mondo dell'educazione, offrendo nuove opportunità per rivedere e migliorare i ruoli e gli scopi di molte delle istituzioni già presenti (che probabilmente diventeranno presto obsolete e insostenibili agli occhi di chiunque). 1) Un Opprimente Abbondanza Di Informazioni Che Implora Di Essere OrganizzataL'obiettivo non è (e probabilmente non lo è mai stato) di imparare o memorizzare tutte le informazioni che percepiamo. Il solo concentrarsi sul loro vero significato sarebbe già troppo. L'obiettivo in realtà dovrebbe essere quello di "imparare ad apprendere", di capire dove andare a cercare le informazioni a noi necessarie e di imparare a capire quali parti di queste informazioni sono utili per apprendere o raggiungere un certo traguardo.Ecco perché i nuovi digital literacy skills hanno una così grande importanza. Il diploma è un metodo che non funziona più.

Insegnamento e Ricerca Interdisciplinare di Storia Agenda di IRIS “Il tesoro dei poveri / Treasure of the Poor” (Milano, Abbiategrasso/MI, Biassono/MB e Vimodrone/MI, 18 aprile – 29 ottobre 2015): iniziative di ASP Golgi-Redaelli per Milano EXPO 2015, in collaborazione con IRIS, L’Officina dello storico, Rete Milanosifastoria e altri soggetti Il tesoro dei poveri / Treasure of the Poor (Milano, Abbiategrasso/MI, Biassono/MB e Vimodrone/MI, 18 aprile – 29 ottobre 2015): iniziative di ASP (Azienda di Servizi alla Persona) Golgi-Redaelli per Milano EXPO 2015, in collaborazione con IRIS, L’Officina dello storico, Rete Milanosifastoria e altri soggetti e con il patrocinio di Fondazione Cariplo – 18 aprile [...]

Repetita Treccani Veniteci a trovare sul nostro portale: iscrivetevi al canale per vedere tutte le nostre videolezioni: questa lezione di Storia: Con l’emergere dei problemi sociali legati all’urbanizzazione, al lavoro di fabbrica, all’emarginazione e alla povertà di intere classi sociali escluse dai benefici dello sviluppo industriale ed economico si creò una nuova forma di proletariato, il cosiddetto “proletariato di fabbrica”, che cominciò a maturare una nuova coscienza di classe e a favorire la formazione di associazioni operaie, che si dedicavano alla cooperazione e al mutuo soccorso tra associati. È su questo terreno sociale che si collocano le idee di Karl Marx e Friedrich Engels, padri del socialismo moderno: ascoltiamo Lavinia Mochi! Nel 1848, a Londra, Marx ed Engels pubblicarono il Manifesto dei comunisti, che li rese gli esponenti di spicco di un nuovo socialismo che univa i fondamenti economici e filosofici con la necessità di una rivoluzione.

Pietro Cataldi: La scuola è aperta a tutti Pietro Cataldi Le domande di un pastore Nel Canto notturno di un pastore errante dell’Asia, Leopardi affida alla voce di un pastore nomade le grandi domande sul senso della vita e dell’universo. Solo, sotto il cielo stellato, il pastore tenta di spiegare la condizione umana, il ripetersi dell’esistenza di generazione in generazione, il succedersi dei giorni e delle notti, il susseguirsi delle stagioni; cerca di capire il perché del dolore e di quell’inquietudine angosciosa definita dalle parole “tedio” e “fastidio”, un’inquietudine che è infine tutt’uno proprio con il bisogno di senso. La spiegazione è tentata dapprima guardando la vita dal punto di vista della luna, dall’alto, e poi guardandola invece dal punto di vista delle pecore, dal basso. Un'umanità nuova

Thron, il sito che cambia a seconda di chi lo guarda Una tecnologia italiana permette di personalizzare siti, app e newsletter per renderli più adatti a chi li sta consultando Pubblicato Non un sito, ma tanti siti quante sono le persone che lo guardano. Siti in grado di adeguarsi, in tempo reale, agli interessi di ciascun utente, in modo da offrire a ognuno il contenuto più adatto e in linea con le sue aspettative. Nell’era della comunicazione personalizzata, la tecnologia tutta italiana del Predictive Content Recommendation, ideato e sviluppato dalla padovana Thron, appare come una vera e propria rivoluzione. Il concetto è molto semplice: perché un’azienda di scarpe deve far vedere lo stesso modello a tutte le persone che visitano il sito (o ricevono la newsletter)?

articoli < Mondadori Education Alla base della definizione di BES è il modello diagnostico International Classification of Funcioning (ICF) dell’OMS, al quale fanno riferimento le politiche di inclusione europee, tra cui quella italiana. Pur non essendo la nozione di Bisogni Educativi Speciali univocamente definita, nell’acronimo BES la direttiva ministeriale indica tre categorie principali: disabilità, svantaggio socioeconomico linguistico e culturale e disturbi evolutivi specifici. Questi ultimi comprendono DSA (dislessia, disgrafia, discalculia ecc.), deficit del linguaggio, delle abilità non verbali, della coordinazione motoria, dell’attenzione e dell’iperattività (ADHD non certificabile ai sensi della legge 104/1992). Anche i cosiddetti FIL, gli alunni con funzionamento intellettivo limite, sono BES.

Gli interventi didattici differenziati - Idee e percorsi per insegnare - Simone Scuola Gli interventi didattici differenziati Ogni alunno, in quanto essere umano, è diverso dall’altro per età, livello di sviluppo, ritmo di apprendimento, motivazioni, tendenze, aspirazioni. La Costituzione italiana, nell’articolo 3, afferma che è compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli che impediscono il pieno sviluppo della persona umana e ne limitano la libertà e l’eguaglianza. La scuola è lo strumento attraverso il quale la Repubblica forma i cittadini e quindi il suo compito è quello di fornire a tutti gli alunni un’istruzione che soddisfi il principio costituzionale del pieno sviluppo della personalità.

«Sìììì!» Sui pareri di lettura dei consulenti Einaudi 1941-1991 Nel 2011, la casa editrice francese Gallimard ha compiuto cento anni. La Bibliothèque Nationale di Parigi le ha dedicato una mostra. Erano esposti manoscritti (Proust, Camus, Sartre, Littell…), lettere, fotografie d’epoca, prime edizioni, materiale del lavoro di redazione, e tanto altro. Norberto Bobbio su “Operai e capitale” di Mario Tronti, 1964. Mentre mi aggiravo per quella mostra, mi ero detto che sarebbe stato bello vedere qualcosa del genere in Italia. Software didattico per la scuola primaria: il nuovo libro di Ivana Sacchi Nella libreria di un maestro interessato ad utilizzare risorse tecnologiche nella didattica non può mancare "Software didattico per la scuola primaria", libro appena pubblicato da Ivana Sacchi, collega che non necessita di alcuna presentazione e con cui mi è capitato di condividere esperienze di formazione. Il testo rappresenta una sorta di guida completa ad utilizzare tutti i programmi presenti nel sito di Ivana, con le indicazioni per l'installazione e le procedure di personalizzazione attuabili. Oltre a questo potrete scaricare direttamente tutto il software presente sul sito, organizzato da menù che richiama i programmi per disciplina. "Software didattico per la scuola primaria" è acquistabile a € 13,99 e rendicontabile come spesa di auto-aggiornamento utilizzando i fondi del bonus docenti, in StreetLib Store, che vi invierà fattura. Ecco un video che illustra come utilizzare i software di Ivana

Related: