background preloader

Pearltrees, il social che coltiva perle: guida passo a passo - Imparafacile

Pearltrees, il social che coltiva perle: guida passo a passo - Imparafacile
1) COS’È PEARLTREES Pearltrees è un social network che permette di archiviare on line e di condividere pagine web, appunti e fotografie. La novità di questo social network è l’uso della metafora dell’albero e delle perle: i rami diventano categorie sotto i quali possiamo “cogliere” (in inglese il verbo usato è “to pick”) i frutti che abbiamo coltivato, cioè i contenuti che abbiamo caricato o collegato. La possibilità di condividere su Facebook e Twitter i nostri contenuti, nonchè di cercare le perle degli altri utenti di Perltrees, rendono questa piattaforma particolarmente interessante. 2) CREARSI L’ACCOUNT E INSTALLARE L’ESTENSIONE DEL BROWSER Apriamo il sito Sulla destra dell’home page ci sono i vari modi per crearsi un account:si possono usare username, email e password, oppure si può entrare usando direttamente l’account di Facebook, Twitter o Google. Al centro dell’area di lavoro la nostra icone ci invita ad aggiungere perle, cioè ad iniziare a raccogliere materiali.

http://www.imparafacile.it/pearltrees-guida-passo-a-passo-911/

Related:  TUTORIAL E MANUALI PER STRUMENTI UTILI ALLA DIDATTICA DIGITALEsebastianosamInformaticaContent curation

Pearltrees: organizzare le informazioni reperibili sul web Leggere un articolo di Piero Dominici è come cibarsi di una pietanza che richiede una lunga e laboriosa digestione e, per chi non ha un apparato digerente efficiente e robusto come il mio, c'è sempre il rischio di procurasi un'indigestione se si è troppo frettolosi e ingordi. Mi limito dunque, in questo post, a sottolineare e commentare qualcuna delle tante idee e suggestioni offerte dal suo articolo "Come educare ad una cittadinanza matura e non eterodiretta", comparso il 01/04/2016 su Forum PA, il sito web collegato all'appuntamento che ogni anno si tiene al Palazzo dei Congressi di Roma e che nasce dal tentativo di far dialogare tra loro pubblica amministrazione, imprese, mondo della ricerca e società civile. Educare a una cittadinanza matura e non eterodiretta Cosa intende Dominici con Innovazione Inclusiva?

Come tradurre sottotitoli di YouTube YouTube contiene una grande quantità di filmati didattici in italiano. Se però allarghiamo la nostra ricerca includendo la lingua più diffusa in rete, cioè l’inglese, allora il numero di video aumenta in maniera considerevole. Oggi proviamo ad illustrarvi come impostare la visualizzazione dei sottotitoli tradotti, in modo automatico, nella nostra lingua. Convergenza (multimedialità) Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. In ambito multimediale la convergenza è l'ibridazione, resa possibile dalla tecnologia digitale, di tanti strumenti atti ad erogare informazione. Convergenza significa utilizzare una sola interfaccia per tutti i servizi di informazione: educazione, sorveglianza, commercio, servizi bancari, intrattenimento, ricerche, medicina, ecc.

Creare infografiche e presentazioni con Piktochart Informativa sui cookies I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati inviano al terminale (computer, tablet, smartphone, notebook) dell’utente, dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. Sono usati per eseguire autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni e memorizzazione di informazioni sui siti (senza l’uso dei cookie “tecnici” alcune operazioni risulterebbero molto complesse o impossibili da eseguire). Attraverso i cookie si può anche monitorare la navigazione, raccogliere dati su gusti, abitudini, scelte personali che consentono la ricostruzione di dettagliati profili dei consumatori. voglio10.it utilizza i cookie “proprietari” e “non”, per fornirti dei servizi. Parte dei cookie sono “cookie tecnici” e vengono quindi eliminati dal disco rigido al termine della sessione (quando ti disconnetti o chiudi il browser). voglio10.it utilizza i cookie in determinate aree all’interno del sito per:

Navigazione anonima - Tor e il Deep Web Ogni volta che navighiamo in internet veniamo inesorabilmente e costantemente monitorati e tracciati, ossia spiati. A nulla serve l'opzione della Nagivazione in incognito (Chrome) o la Finestra anonima (Firefox) o funzioni similari di altri browser. Approfondiremo questi aspetti e soprattutto vedremo come navigare in maniera veramente anonima e non tracciabile da nessuno ... Diremo anche del Deep Web (Web profondo o sommerso) di cui molti utenti non conoscono neppure l'esistenza e della moneta in esso usata: il bitcoin. In che modo veniamo spiati? GoConqr: creare mappe mentali, quiz e flashcard su dispositivi Android GoConqr è un sitema di app gratuite per dispositivi Android che permette la creazione di flashcard, quiz e mappe mentali su tablet e smartphone. L'applicazione GoConqr si integra completamente con un vostro account web, per poter disporre sempre e dovunque delle varie risorse didattiche e per sincronizzare punteggi ed attività. Nel sito web è anche possibile creare piani di studio, costruire una comunità di apprendimento, condividere mappe mentali, le Flashcards, Quiz, presentazioni, note e molto altro ancora. Gli studenti possono creare flashcard basate solo su testo oppure possono scegliere di incorporare immagini. All'interno della app gli studenti possono creare molti set di flashcard, a loro piacimento. Ecco dunque i vari link per scaricare le diverse applicazioni GoConqr:

Installare molti Programmi in unico colpo Ninite è un interessante metodo per installare e/o aggiornare molti programmi contemporaneamente. Basta scegliere, da un elenco on-line, una o più (anche molte) applicazioni gratuite e famose che vogliamo e poi scaricare un file d'installazione. Doppio click sul file scaricato e si installeranno in un sol colpo tutti i programmi da noi scelti. Gratuito, funziona sotto Windows e sotto Ubuntu ... Passato del tempo, basta rilanciare il file d'installazione scaricato ed i programmi installati verranno aggiornanti alle nuove versioni, se disponibili.

Antonio Fini: La curatela online di contenuti digitali – BRICKS Cari amici, dunque il web a quale versione è arrivato? Da quasi dieci anni si parla infatti di web 2.0 e ci sono stati accenni a versioni successive, che per la verità per il momento non hanno avuto il medesimo successo L’idea di base del web 2.0, quella che giustificava il “cambio di versione” era il passaggio dalla comunicazione uno-a-molti, caratterizzata dai siti web-vetrina realizzati da professionisti o comunque da esperti informatici, a quella molti-a-molti, un web nel quale tutti possono essere contemporaneamente autori e fruitori. Si è quindi assistito al proliferare di servizi web di ogni tipo, come blog, wiki, cloud, social network ecc. che certamente hanno consentito e consentono tuttora a moltissimi utenti di essere facilmente autori e di produrre e condividere contenuti, ma hanno anche implicato il conseguente aumento esponenziale delle informazioni disponibili in rete.

Related: