background preloader

Presentazione LEGGE 170/2010 e P iano D idattico P ersonalizzato Rossi Viviana BELLUNO APRILE 2011.

Presentazione LEGGE 170/2010 e P iano D idattico P ersonalizzato Rossi Viviana BELLUNO APRILE 2011.

http://slideplayer.it/slide/3054453/

Related:  BES_DSAunnomeacaso

Gli interventi didattici differenziati - Idee e percorsi per insegnare - Simone Scuola Gli interventi didattici differenziati Ogni alunno, in quanto essere umano, è diverso dall’altro per età, livello di sviluppo, ritmo di apprendimento, motivazioni, tendenze, aspirazioni. La Costituzione italiana, nell’articolo 3, afferma che è compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli che impediscono il pieno sviluppo della persona umana e ne limitano la libertà e l’eguaglianza.

Piano Educativo Individualizzato (PEI) Il Piano educativo individualizzato (indicato in seguito con il termine P.E.I.), è il documento nel quale vengono descritti gli interventi integrati ed equilibrati tra di loro, predisposti per l'alunno in situazione di handicap, in un determinato periodo di tempo, ai fini della realizzazione del diritto all'educazione e all'istruzione, di cui ai primi quattro commi dell'art. 12 della legge n. 104 del 1992. Il P.E.I. è redatto, ai sensi del comma 5 del predetto art. 12, congiuntamente dagli operatori sanitari individuati dalla ASL (UONPI) e dal personale insegnante curriculare e di sostegno della scuola e, ove presente, con la partecipazione dell'insegnante operatore psico-pedagogico, in collaborazione con i genitori o gli esercenti la potestà parentale dell'alunno. Atto di indirizzo: D.P.R. del 24/02/94, art.4.

Dislessia: 15 consigli per andare bene a scuola Avere dei disturbi di dislessia non significa non riuscire a scuola. Basta adottare le giuste strategie. La docente inglese Alais Winton nel suo libro "Dislessia. DSA - BES: vincere la Dislessia - Progetto VinDis Il Progetto "VinDIs" - VINcenre la DISlessia è stato realizzato dal Liceo Classico e Linguistico "C. Colombo" di Genova con la collaborazione dell'ITD-CNR. Scopo del progetto è "fornire ai docenti competenze utili a migliorare il processo di integrazione a favore di alunni con DSA (Disturbi Specifici dell'Apprendimento) e BES (Bisogni Educativi Speciali).Ho creato questa playlist per comodità, dato che nel canale Youtube del Progetto VinDis manca una Playlist e avevo la necessità di linkare insieme questi sette video.# Il canale del progetto Vindis si trova a questo indirizzo: Informazioni sul progetto sono reperibili in questo sito:

Educazione digitale, la piattaforma per gli insegnanti con tool e materiali gratuiti Percorsi educativi in 6 settori trasversali (cittadinanza, ambiente, orientamento, salute, sicurezze ed educazione finanziaria) per offrire ai ragazzi le “life skills”, le competenze per la vita, e una sezione con i progetti inviati dai docenti. E poi slide, materiali e quiz che possono essere scaricati gratuitamente e condivisi con i propri studenti durante le lezioni. Educazione digitale è la nuova piattaforma realizzata da Civicamente, una società che si occupa di realizzare campagne e progetti per l’applicazione delle tecnologie digitali negli ambiti dell’educazione e della formazione. Didattica - Aniat Lo studio e l’esercizio della tecnologia favoriscono e stimolano la generale attitudine umana a porre e a trattare problemi, facendo dialogare e collaborare abilità di tipo cognitivo, operativo, metodologico e sociale. È importante che la cultura tecnica faccia maturare negli allievi una pratica tecnologica etica e responsabile, lontana da inopportuni riduzionismi o specialismi e attenta alla condizione umana nella sua interezza e complessità.La tecnologia si occupa degli interventi e delle trasformazioni che l’uomo opera nei confronti dell’ambiente per garantirsi la sopravvivenza e, più in generale, per la soddisfazione dei propri bisogni. Rientrano nel campo di studio della tecnologia i principi di funzionamento e le modalità di impiego di tutti gli strumenti, i dispositivi, le macchine e i sistemi - materiali e immateriali - che l’uomo progetta, realizza e usa per gestire o risolvere problemi o semplicemente per migliorare le proprie condizioni di vita.

Dislessia? Io ti conosco: Software compensativi Voce gratuita: Silvia scansoft è una voce gratuita che legge i testi attraverso gli appositi programmi di sintesi vocale.LeggiXME: LeggiXme è un programma per facilitare la lettura e la scrittura attraverso la sintesi vocale realizzato da Giuliano Serena. Offre correttore ortografico parlante in 5 lingue, dizionario in/dall'italiano, calcolatrice parlante, supporto per i libri digitali. In questi video trovate una guida su come installare ed utilizzare questo programma:Balabolka: Il programma Balabolka converte testi in audio. Per riprodurre la voce umana il programma può utilizzare tutti i sintetizzatori vocali installati sul tuo pc.

Didattica per competenze: libri e materiali gratuiti In questa pagina vengono raccolti libri gratuiti (per lo più ebook in formato PDF, quindi facilmente leggibili su ogni tipo di supporto) e link che rimandano a materiali, percorsi didattici, spunti pratici per insegnare per competenze. Da tempo i documenti ministeriali e gli indirizzi europei usano il termine "competenza" e invitano a lavorare rivoluzionando la didattica e la progettazione in funzione di esse. Si sa, però, che tra il dire e il fare... e per questo una vera scuola delle competenze si affermerà lentamente, step by step.In questa pagina proponiamo risorse gratuite attraverso cui gli insegnanti e tutti gli addetti ai lavori possano trovare spunti per aggiornarsi, capire o migliorarsi. Il libro proposto, realizzato da Franca Da Re, è offerto gratuitamente dall'editore Pearson. Un libro utilissimo sulla didattica per competenze, realizzato nell'ambito dei Quaderni di ricerca della Loescher Editore. Nel post ci sono anche riferimenti ad altre risorse.

Tutto il software per BES in una chiavetta In occasione di Mediaexpo ho avuto il piacere di avere tra i frequentatori del mio laboratorio Francesco Fusillo e Maurizio Marangoni, i piu' autorevoli responsabili di So.Di.Linux, la grande raccolta di software didattico di Linux. Ovviamente hanno poi presentato un loro workshop dedicato ad un kit di software per alunni con dislessia e Bisogni Educativi Speciali in generale, contenuto in una chiavetta. Si chiama KIT PC DSA PORT 2015 ed è stato progettato per chi vuole utilizzare applicativi freeware e open-source come strumenti compensativi, non solo per SO LINUX ma compatibile con tutti i sistemi Windows da XP a Win 8.1. I programmi presenti nel kit, se utilizzati nella normale didattica di classe, sono un valido strumento per l’innovazione didattica a favore di tutti i ragazzi, non solo dei dislessici. Ecco tutti i link di riferimento KIT PC DSA PORT 2015

Guamodì Scuola: Tutto il materiale che serve per lavorare con le competenze e per capirci davvero qualcosa Di seguito vi propongo, "in fila", una serie di materiali per lavorare con le competenze. Facendo pochissime modifiche si ha la possibilità di avere il lavoro già pronto, dal curricolo generale dell'Istituto (a cui basta aggiungere la Scuola dell'Infanzia) al modello per strutturare UDA, sia disciplinari che trasversali.Per "già pronto" non intendiamo certo suggerire un "copia e incolla", ma un canovaccio, una struttura da personalizzare alle esigenze della propria scuola. Come leggere in sintesi il curricolo riportato al terzo punto?

BES: un CD di materiali operativi per lavorare con gli alunni Ideazione ed elaborazione materiali a cura di Isabella MARINO, Antonella PULVIRENTI, Paola VERRANDO. Indicizzazione materiali e realizzazione CD a cura di Antonella PULVIRENTI. Vi sono strumenti e materiali che potranno essere utili pere le scuole saranno chiamate a progettare percorsi di insegnamento personalizzato, come previsto dalle direttive sugli alunni con Bisogni Educativi Speciali.Un CD di materiali operativi da scaricare per lavorare con gli alunni BES in un’ottica inclusiva, frutto del lavoro di ricerca/azione condotto da un Equipe di docenti della Direzione Didattica 3° Circolo Sanremo (IM). Nel CD ci sono materiali cartacei e multimediali per lavorare nel piccolo e nel grande gruppo in forma ludica, quindi motivante.

La certificazione delle competenze COMPETENZA: comprovata capacità di usare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e/o personale.(European Qualifications Framework - Quadro europeo delle Qualifiche e dei Titoli). Le competenze vanno certificate in tre momenti del percorso formativo dello studente: alla fine della 5° classe della scuola primaria (5° elementare), cioè a completamento della scuola primariaalla fine della 3° classe della scuola secondaria di primo grado (3° media), cioè a completamento del primo ciclo di istruzionealla fine della 2° classe della scuola secondaria di secondo grado (2° superiore), cioè a completamento dell'obbligo scolastico Come si certificano le competenze?

Kit PC DSA: software gratuiti per i disturbi specifici dell'apprendimento di Rossella GrenciLogopedista e autrice di libri come "Le aquile sono Nate per volare", "La dislessia dalla A alla Z" e "Capire la mia dislessia", racconta il suo lavoro e le sue passioni online sul suo blog. Nella scuola del nuovo millennio le tecnologie dovrebbero essere il biglietto d'ingresso per accedere alla conoscenza ed al sapere. Ecco perché provo sempre tanta meraviglia quando i docenti non conoscono gli strumenti didattici utili per l'apprendimento o quando non li utilizzano.In particolare, esiste una categoria di studenti, quelli con Disturbo Specifico di Apprendimento (DSA), che da questi strumenti ricava un grande profitto. Si tratta di tecnologie che diventano, se ben utilizzate, indispensabili al loro successo formativo. Viene in aiuto di chi non è avvezzo alla tecnologia il fatto che quasi tutte le azioni siano spiegate con videoclip presenti nelle cartelle dei software.Di seguito un video in cui vengono descritte le caratteristiche del Kit:

Le unità di apprendimento – Monica Fortino Rispetto al passato oggi tutto si trasforma ad una velocità che rende impossibile fare previsioni a lungo termine. Per vivere in questa società quindi è quasi obbligat orio adattarsi velocemente al cambiamento, è importante, soprattutto per le nuove generazioni, acquisire nuove abilità nella gestione delle informazioni e delle relazioni interpersonali; non possono bastare le conoscenze apprese, ma è necessario imparare ad apprendere, ed essere in grado di farlo per tutta la vita. Ognuno ha margini di miglioramento, ognuno, come dice Vygotsky , ha la propria zona di sviluppo prossimale, ha cioè la possibilità di sviluppare al massimo le proprie qualità grazie all’intervento collaborativo degli altri.

Related: