background preloader

10 tools per realizzare storytelling digitali, senza programmatori

10 tools per realizzare storytelling digitali, senza programmatori
Tutti noi ci siamo innamorati di Snow Fall. Da quando il New York Times nel 2012 mostrò al mondo l’esatta declinazione del giornalismo con gli strumenti digitali, la parola storytelling è entrata a far parte del vocabolario di ogni giornalista. Quel progetto contribuì a convincere gli editori che l’innovazione è un lavoro di squadra tra redattori, grafici, programmatori e analisti di dati. Il successivo NSA Files:Decoded del Guardian non fece altro che confermare questa tesi. Lo storytelling quindi non è materia per i freelance? Con il passare degli anni sono stati sviluppati programmi online che permettono a chiunque di poterne realizzare uno. 1) Story Builder Questo programma permette di creare un racconto multimediale con foto, video, testi, infografiche. 2) Sway Con Sway è possibile inserire qualsiasi materiale nello storytelling. 3) Story.am Story.am è basato sul drag and drop. 4) Storyform Storyform funziona un po’ come WordPress. 5) Odissey 6) Storyline 7) Blind Spot 8) Adobe Voice P.S.

Paolo Aghemo: Digital Storytelling Fare digital storytelling con iPad Sono tante le raccolte in rete di apps per l'utilizzo dell'iPad nella didattica. Vorrei proporvene una interamente dedicata a strumenti per fare digital storytelling con l'iPad. Puppet Pals: inserite i personaggi nello screen e registrare la vostra voce per costruire brevi scene. La versione gratuita ha un numero di personaggi limitato. Oltre a questi: iMovie, Comic Life. Articoli correlati Digital Storytelling teoria e pratica by Arthur Green on Prezi

A. R. VIzzari: Storytelling step by step (Contributo originale di Anna Rita Vizzari) Le sezioni in cui si articola il presente contributo sono le seguenti (cliccando si approda alle singole sezioni): A) Che cos’è e a che cosa serve lo Storytelling. B) Tipologie di “prodotto” di Storytelling. Lo Storytelling è il procedimento del narrare una storia con obiettivi precisi: Qua ci interessa particolarmente il Digital Storytelling, ossia la narrazione che viene effettuata con strumenti digitali: questa categoria a volte viene considerata di per sé stante e altre volte viene considerata comprensiva di altre fra quelle sotto riportate, il cui nome fa riferimento al medium o allo strumento al quale si ricorre per la narrazione. Quali tipologie di “prodotto” si possono realizzare con il Digital Storytelling? In genere, quando si parla di prodotti legati allo Storytelling si individuano 3 fasi: 1) Pre-produzione, 2) Produzione, 3) Post-produzione. Vediamo ora i singoli step. In Inglese In Italiano AA.VV.

betwyll – betwyll è la app di TwLetteratura che fa dialogare i testi e le persone. Leggi e gioca dentro il testo, commentandolo insieme ad altri lettori con il metodo TwLetteratura. Il piacere di leggere insieme betwyll è un luogo nuovo per leggere e commentare i testi con il metodo TwLetteratura per il social reading. Scegli un libro, proponilo alla community, inizia a leggerlo e a commentarlo insieme ad altri lettori e a nuovi amici con brevi messaggi di massimo 140 caratteri. Una app nata da un gioco fra lettori e studenti Testi Scopri a quali testi la community si sta dedicando e proponi tu stesso nuove letture. Commenti Leggi nell’arena di betwyll i commenti dei tuoi amici sui testi e dialoga con loro. Beta Partecipa allo sviluppo di betwyll diventando tu stesso un beta tester. Community Conosci nuovi amici leggendo il testo e realizza con loro nuovi progetti. Cosa dicono gli insegnanti? “I ragazzi non leggono più? Elisabetta Romano – IISS Caramia Gigante, Alberobello (Bari) Maddalena Santacroce – Liceo Carlo Rinaldini, Ancona Proponi un tuo testo

Raccontare una storia é un’esperienza significativa per sé! Tutti amiamo raccontare delle storie, siano esse vere o di fantasia! - narrare-digitale La narrazione digitale puó ampliare gli scenari di apprendimento, poiché consente ai ragazzi di usare la propria esperienza e creativitá per creare prodotti multimediali all’interno del curriculum di studio. Le attivitá di Digital Storytelling in classe si inseriscono nella logica dei percorsi di apprendimento student-centred. L'allievo diviene protagonista del proprio processo di apprendimento e può mettere a frutto le proprie conoscenze, competenze e creativitá per realizzare prodotti originali nella forma di video, presentazioni multimediali, libri e racconti digitali, fumetti e poster, ecc. come esito dei propri apprendimenti. Il Digital Storytelling può facilitare l’apprendimento di contenuti e nozioni disciplinari complessi in modo divertente e più coinvolgente! Per gli allievi piú giovani le attivitá possono richiedere la collaborazione fra pari per la creazione di un testo interattivo di non-fiction su un’area di studio ovvero la creazione di una storia inventata.

2.7 Storytelling and the Information Strategy – Information Strategies for Communicators The way information is crafted into the final media message depends on two key factors: how the message is being delivered (a story in a newspaper versus on a mobile device, a TV brand ad or one in an interactive magazine)the audience for whom the message is intended The storytelling techniques you use must take into account the media format in which the information is delivered and the audience expectations for the message. While this course does not delve into the actual construction of the messages themselves – you will get those skills in your reporting or strategic writing classes – it is worthwhile to acknowledge some of the considerations that message creators must keep in mind – and the information requirements there might be for different storytelling conventions. Goals of Storytelling Storytelling can serve different kinds of goals. There are a number of different storytelling decisions to make as a producer of media content. Characteristics of Good Storytelling They must:

Storytelling e digital storytelling | Pearson Lo storytelling è una pratica didattica ormai consolidata e considerata efficace ai fini dell'apprendimento perché una storia è più facile da capire e ricordare di una spiegazione, perché usa le stesse strategie che gli esseri umani usano per dare significato a quanto hanno intorno, perché mantiene sullo stesso piano il linguaggio quotidiano e il linguaggio proprio delle discipline. L'utilizzo didattico dello storytelling comprende una prima parte in cui si impara la grammatica delle narrative, e una seconda che prevede la creazione di storie come strumento per lo sviluppo di nuove competenze. Imparare gli elementi delle storie "Il re è morto e poi la regina è morta" è una cronaca, "il re è morto e poi la regina è morta di dolore" è una storia (Forster, 1968). È successo qualcosa: è morta Laura Palmer (serie TV Twin Peaks). Qualcuno lo racconta. E poi cosa succede? Chi è stato? Costruire storie digitali

, sito ufficiale di Isabel de Maurissens 16 Maggio 2007 Le story tales possono essere definite come "blended telling stories with digital technology” (Ohler, 2007). È il carattere blended che ne fa uno strumento didatticamente valido, perché unisce l’abilità della narrazione alle potenzialità tecnologiche. Storytelling: narrazione e sceneggiatura Gli elementi essenziali non sono che una semplificazione, un punto da dove cominciare perché ci sono infinite variazioni per costruire una narrazione digitale.I 7 elementi consigliati da Joe Lambert (Jason Ohler descrive il Center for Digital Storytelling diretto da Lambert come la “mecca” per i digital storytellers): Punto di vista. I 7 elementi consigliati da Jason Ohler: Mappa. Il sito di Jason Ohler, molto incentrato sull’uso educativo delle digital story tales, pone l’accento sulla narrazione più che sulle nuove tecnologie: "una buona narrazione farà una buona digital story tale e non il contrario". Le comunità di Digital Tellers Bibliografia - Benton, P. Note

Related: