background preloader

Dissapore, niente di sacro tranne il cibo

Dissapore, niente di sacro tranne il cibo
Siete pronti per le vacanze di Pasqua, la gita di Pasquetta, il ponte del 25 aprile e quello del 1 maggio? Lasciatevi ingolosire dalla possibilità di mettere insieme un cospicuo numero di giorni che quasi vi sembrerà estate. Se volete abbinare cibo e mare per godere dei primi bagni e del sole in spiaggia avete una meta sicura: la Campania. Anzi, ne avete più di una. Direi cinque: Costiera AmalfitanaCostiera SorrentinaCilentoIsole del Golfo di NapoliAree archeologiche di Pompei, Paestum, Ercolano

http://www.dissapore.com/

Related:  FoodiesRecepis site

Food Camp e Identità golose a Milano 100 Food Blogger si sono incontrate per il Food Camp a Milano 8 Febbraio 2013 presso Fiori e Fornelli per l’iniziativa di Paola Succato alias Ci_polla, (food blogger e consulente nel web), Gianluca Neri e Ilaria Mazzarotta. Sono corsa a conoscere le mie simili e ho scoperto tante belle persone e imparato tante nuove cose per migliorare sia me che il blog… è ho scoperto che a Giugno ci sarà una full immersion di tre giorni. WAW non vedo l’ora! I love FOOD CAMP!

VOLT ink: Recipes. Stories. Brothers. The day before Michael and Bryan Voltaggio's collaborative new cookbook VOLT ink. hit the shelves this week we talked over a delicious lunch at chef George Mendes's Aldea. Sharing a meal with the Voltaggio brothers is a lens into their worlds and their bonds—to each other, their families and the people they work with. The heavily-tattooed, good-looking and highly-acclaimed chef brothers have achieved great professional success by their early thirties—having conquered Top Chef's 6th season (Bryan came in second, Michael first), and opening eponymous restaurants (Bryan's VOLT in their native Frederick, VA and Michael's just-opened MVink and ink.sack in Los Angeles). Their new cookbook is cleverly constructed around families—the one they share, their respective professional families in the kitchens of their restaurants, and the food they cook with, which is presented in an unusual arrangement of 20 family groups (from avian to goosefoot to nightshade).

Il Pranzo di Babette Come primo post del 2007 vi propongo il delizioso menù di pesce che ho preparato con Beatrice e di cui vi avevo anticipato la scaletta qualche giorno fa. Avevo pensato di postare le ricette una alla volta, ma credo sia più utile metterle in un unico post anche perchè questi piatti sono molto in armonia l’uno con l’altro e avendo degli ingredienti in comune sono di facile e veloce preparazione per chi voglia preparare una cena elegante e raffinata senza impiegare troppo tempo. Inutile dire che i nostri tempi sono stati molto slow, conditi da chiacchiere e innaffiati da diverse bottiglie di un Müller Thurgau che è stato il filo conduttore della nostra cena. Riepilogando ecco il menù definitivo:

ComidaDeMama La fine dell’estate colora e profuma i banchi dei mercati di frutta e verdura qui a Trento. Ho postato su Istagram i primi finferli della stagione, i mirtilli rossi , gli azzeruoli(importante fonte di vitamina C e bellissimi alla vista). Insomma. Favorite Recipes from 2011 Can you believe 2011 is almost over? Where did the year go? 2011 was a pretty great year, especially for this little blog of mine. Over the last 12 months, we have picked up lots of new friends along the way. And let me tell you–you guys are not afraid to tell me when you HATE a recipe or when you LOVE a recipe.

Guide. Il Gambero Rosso dice cosa e dove mangiano i Foodies « scattidigusto.it Eccola qui la nuova guida presentata dal Gambero Rosso alla città del gusto di Roma: si chiama Foodies. In 300 pagine ci sono più di mille indirizzi selezionati da un piccolo gruppo di persone che fa parte di un esercito (più di sei milioni) che si muove su e giù per l’Italia alla ricerca di chicche e prelibatezze tutte da gustare e con i quali mi sono divertita a partecipare. La veste grafica rivela lo spirito giovane con cui è nata, è completamente diversa da quella delle altre guide ed esce fuori dagli schemi a cui eravamo abituati. Krug en Capitale Milano: l’esperienza Lo avevo annunciato da queste pagine a fine gennaio, la Maison Krug – dopo Parigi – ha voluto condividere con i milanesi un’interessante esperienza di degustazione, aprendo al 27° piano della Diamond Tower un Ristorante Effimero (dal 20-26 febbraio 2013 durante la Milano Fashion Week) ed io sono stata tra i 40 fortunati invitati alla cena inaugurale di lunedì 18 febbraio. L’appuntamento è alle 20.00 alla Diamond Tower – Porta nuova e quando dico al tassista che mi deve lasciare in via Galilei angolo Viale della Liberazione, mi chiede se sono sicura dell’indirizzo perché secondo lui quell’angolo non esiste, perché lì ci sono solo cantieri. Io ovviamente insisto e, tra me, penso che se solo non avessi vanitosamente indossato 12 cm di tacco potrei chiedergli di accostare e proseguire a piedi, visto che lui fa tante storie e che io il grattacielo lo vedo già. Poi finalmente svoltiamo ed anche il mio malfidato autista si rende conto di quello che sta andando in scena.

Amilcare Manfredi Cucina aperta sino alle 23 Conto sui 10/12 euro, bere a parte. Sembra di viaggiare nella macchina del tempo. Così è un pasto da Amilcare Manfredi, trattoria anni Sessanta/Settanta, cristallizata negli abiti di allora

Related: