background preloader

Dislessia e DSA

Dislessia e DSA
I Disturbi Specifici di Apprendimento interessano alcune specifiche abilità dell’apprendimento scolastico, in un contesto di funzionamento intellettivo adeguato all’età anagrafica. Sono coinvolte in tali disturbi: l’abilità di lettura, di scrittura, di fare calcoli. Sulla base dell’abilità interessata dal disturbo, i DSA assumono una denominazione specifica: dislessia (lettura), disgrafia e disortografia (scrittura), discalculia (calcolo). Secondo le ricerche attualmente più accreditate, i DSA sono di origine neurobiologica; allo stesso tempo hanno matrice evolutiva e si mostrano come un'atipia dello sviluppo, modificabili attraverso interventi mirati.Posto nelle condizioni di attenuare e/o compensare il disturbo, infatti, il discente può raggiungere gli obiettivi di apprendimento previsti. La dislessia La disgrafia e la disortografia Il disturbo specifico di scrittura si definisce disgrafia o disortografia, a seconda che interessi rispettivamente la grafia o l'ortografia. La discalculia

http://www.anastasis.it/dislessia-e-dsa

Related:  vivianatostoDidatticaBES

Repetita Treccani Veniteci a trovare sul nostro portale: iscrivetevi al canale per vedere tutte le nostre videolezioni: questa lezione di Storia: Con l’emergere dei problemi sociali legati all’urbanizzazione, al lavoro di fabbrica, all’emarginazione e alla povertà di intere classi sociali escluse dai benefici dello sviluppo industriale ed economico si creò una nuova forma di proletariato, il cosiddetto “proletariato di fabbrica”, che cominciò a maturare una nuova coscienza di classe e a favorire la formazione di associazioni operaie, che si dedicavano alla cooperazione e al mutuo soccorso tra associati. È su questo terreno sociale che si collocano le idee di Karl Marx e Friedrich Engels, padri del socialismo moderno: ascoltiamo Lavinia Mochi!

Che cosa è un testo letterario Che cos’è un testo? Il termine testo (dal latino textus "intreccio, tessuto") sta ad indicare un insieme di parole, scritte od orali, strutturato in base alle norme di una certa lingua per comunicare un messaggio: proprio come i fili del telaio che, intrecciandosi secondo lo schema imposto dalla macchina, formano un determinato tessuto. Per raggiungere il suo scopo, un testo deve innanzitutto essere comprensibile, completo e coerente. Per ottemperare al primo requisito, la comprensibilità, occorre ovviamente che il testo sia espresso in un codice linguistico noto a chi lo legge o lo ascolta: è chiaro, ad esempio, che possiamo intendere un testo in lingua straniera soltanto se conosciamo quella lingua.

Inclusività e bisogni educativi speciali Per strutturare un percorso efficace per il potenziamento delle abilità di LETTURA e SCRITTURA, sviluppando efficacemente la competenza FONOLOGICA, è necessario considerare rilevanti alcune attività, come: segmentazione – fusione sillabicariconoscimento sillaba iniziale, finale, intermedia ugualericonoscimento in parole diverse suono iniziale, finale, intermedio ugualeproduzione di parole che iniziano, finiscono, contengono lo stesso suonoelisione di sillaba o fonema iniziale di parolaricerca e produzione di rime, conte e filastrocche Dunque i GIOCHI DIDATTI che di seguito vi proponiamo ricalcano le attività appena menzionate. Fai clic sull’immagine per iniziare A CACCIA DI LETTERE/Riconoscimento di Foni A CACCIA DI LETTERE/Discriminazione visuo-percettiva

I siti per scoprire se un lavoro è stato copiato Non c’è niente di peggio che trovare un proprio articolo copiato su qualche altro sito. Senza nemmeno una citazione. Il tempo della ricerca e l’impegno non sono una cosa da trascurare, e il plagio lo fa. A scuola e nelle università copiare è proibito, o quantomeno sanzionato.

Piano Educativo Individualizzato (PEI) Il Piano educativo individualizzato (indicato in seguito con il termine P.E.I.), è il documento nel quale vengono descritti gli interventi integrati ed equilibrati tra di loro, predisposti per l'alunno in situazione di handicap, in un determinato periodo di tempo, ai fini della realizzazione del diritto all'educazione e all'istruzione, di cui ai primi quattro commi dell'art. 12 della legge n. 104 del 1992. Il P.E.I. è redatto, ai sensi del comma 5 del predetto art. 12, congiuntamente dagli operatori sanitari individuati dalla ASL (UONPI) e dal personale insegnante curriculare e di sostegno della scuola e, ove presente, con la partecipazione dell'insegnante operatore psico-pedagogico, in collaborazione con i genitori o gli esercenti la potestà parentale dell'alunno. Atto di indirizzo: D.P.R. del 24/02/94, art.4.

Didattica della storia In questa pagina troverete delle interessanti risorse sulla didattica della storia1. Leggi i i post che pubblichiamo sull’argomento sul nostro blog (clicca sulla colonnina a destra “Categorie”, “Didattica della storia”). 2. Font per la dislessia: OpenDyslexic Già in passato avevo segnalato un carattere speciale, biancoenero, ideato per favorire la lettura dei bambini dislessici. Oggi vorrei parlarvi di OpenDyslexic, un'altra font progettata per alleviare le difficoltà nella lettura dei testi. Come potete osservare dall'immagine, sono state ingrandite le basi delle lettere per ancorarle alla linea di lettura, evitando in tal modo rotazioni e riflessioni in fase di lettura.

UNIPA-Portale Studenti Si comunica agli studenti che hanno effettuato l'acquisto del biglietto a tariffa agevolata per l'EXPO che gli stessi potranno essere ritirati, a partire da giovedì 21 maggio 2015 dalle ore 15 alle ore 17, presso le Segreterie Studenti di Viale delle Scienze negli orari di apertura che ricordiamo essere: lunedi', mercoledi' e venerd' dalle ore 9 alle ore 13 martedi' e giovedi' dalle ore 15 alle ore 17 I biglietti possono essere ritirati dallo studente previa presentazione di un valido documento di riconoscimento in corso di validità. E' possibile effettuare il ritiro mediante delega utilizzando questo modulo. Alla delega va allegata la fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validita' del delegante.

Tutto quello che manca alla scuola digitale in Italia, con 3 eccezioni Back to school! Dopo le vacanze estive, consueto, puntuale e annuale appuntamento con la scuola, dove ricominciano le attività didattiche con un calendario che varia di regione in regione. C’è chi comincia prima (già dal 5 settembre) e chi dopo. Entro il 17 settembre, comunque, tutti gli studenti italiani saranno seduti al proprio posto. Cittadinanza attiva (glossario) Ammortizzatori sociali (d. lav.) Strumenti di carattere economico normativo volti a sostenere il reddito attenuando gli effetti negativi derivanti da taluni avvenimenti nella vita dei lavoratori, quali ad esempio il licenziamento. In linea generale, rientrano tra gli ammortizzatori sociali gli strumenti, le misure e le prestazioni spettanti ai cittadini, in quanto tali, che si trovano in situazioni di bisogno. Gli ammortizzatori sociali più frequentemente utilizzati in Italia sono: — il prepensionamento [vedi] con il quale viene concesso ai lavoratori in esubero la possibilità di fruire anticipatamente delle prestazioni pensionistiche;

Gli interventi didattici differenziati - Idee e percorsi per insegnare - Simone Scuola Gli interventi didattici differenziati Ogni alunno, in quanto essere umano, è diverso dall’altro per età, livello di sviluppo, ritmo di apprendimento, motivazioni, tendenze, aspirazioni. La Costituzione italiana, nell’articolo 3, afferma che è compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli che impediscono il pieno sviluppo della persona umana e ne limitano la libertà e l’eguaglianza.

tic-nervosi Questo sito nasce dalla volontà di un gruppo di docenti di trovare, creare e condividere materiale didattico interattivo che possa essere utile a tutti gli alunni con Bisogni Educativi Speciali. L'idea di base è che gli strumenti multimediali rappresentano una modalità di apprendimento interattivo e motivante attraverso cui si possono potenziare i punti di forza e contrastare quelli di criticità degli alunni con BES, facilitando il raggiungimento degli obiettivi stabiliti. Le TIC, grazie alla loro varietà e grande fruibilità, possono avere ricadute didattico-educative positive su tutta la classe, non solo sugli alunni con BES.

Related: