background preloader

Trasformare gli ambienti di apprendimento: gli esempi di 5 scuole italiane

Trasformare gli ambienti di apprendimento: gli esempi di 5 scuole italiane

http://www.youtube.com/watch?v=9N8FGVyyhUM

Related:  Esempi Didattici Concretiambienti apprendimentoflipper classroom2 - Come cambia la didattica Metodologie e processi

Le teorie Introduzione Secondo l’epistemologia costruttivista il sapere non esiste indipendentemente dal soggetto che conosce, conseguentemente imparare non significa apprendere la "vera" natura delle cose, possedere cioè una fotografica ed oggettiva "rappresentazione" del mondo esterno. Si tratta piuttosto di operare una soggettiva costruzione di significato, a partire da una complessa rielaborazione interna di sensazioni, conoscenze, credenze, emozioni che non hanno in sé ordine o struttura, sulle quali si orienta la nostra attenzione. Questo processo è allo stesso tempo permesso e condizionato dal linguaggio, culturalmente, socialmente e storicamente contestualizzato . Nell'incontro d iun soggetto con il mondo non è possibile una distinzione netta tra osservatore e oggetto osservato, poiché entrambi si definiscono come tali all’interno del rapporto di osservazione. Ma come è possibile la comunicazione se la conoscenza è costruzione individuale di significato?

La classe capovolta. Innovare la didattica con il flipped classroom - Maurizio Maglioni - Fabio Biscaro - - Libro - Erickson - Le guide Erickson La flipped class è una metodologia didattica rivoluzionaria, soprattutto se rapportata al conservatorismo del nostro sistema scolastico. Chi è stanco di noiose lezioni cattedratiche (infarcite di inevitabili richiami all'attenzione), chi non riesce a motivare i propri alunni, chi vorrebbe poterli aiutare di più quando sono a scuola, non ha che da lanciarsi nella sperimentazione di questo metodo assai promettente. A spiegarcelo in maniera chiara e coinvolgente ci hanno pensato i due autori del libro che è una vera e propria guida, con tanto di esempi concreti e consigli pratici, per attuare l'insegnamento capovolto. La lettura è agile e piacevole. Rafforzerà l'intenzione di provarci sul serio in coloro che già accarezzavano l'idea di flippare la classe (come la sottoscritta) offrendo spunti interessantissimi e modelli di riferimento.

Come cambia la didattica Altri utili tools Creare lezioni in modo semplice e veloce, raccogliendo e organizzando risorse multimediali raccolte sul web in uno spazio virtuale e condividendole con i propri studenti BLENDSPACE è una web app che rende possibile creare lezioni in modo semplice e in breve tempo, raccogliendo e organizzando risorse in uno spazio virtuale e condividendole con i propri studenti. L'idea di base è molto semplice, l'insegnante seleziona delle risorse multimediali sul web, individuando quelle che possono essere utilizzate per sviluppare la propria lezione. Tali risorse vengono poi organizzate con gli strumenti messi a disposizione da Blendspace. Terminato questo lavoro la lezione è pronta e può essere condivisa con la propria classe.

Tutta un'altra scuola. Quella di oggi ha i giorni contati - Giunti Editore Con una lucida diagnosi dell'esperienza formativa più importante della nostra vita, Giacomo Stella individua le ragioni che hanno reso la scuola un contenitore del crescente disagio di allievi, insegnanti, famiglie. La scuola non funziona. Bisogna trasformarla. Cominciando a eliminare il voto come unità di misura delle competenze, a cambiare il modo in cui si insegna e si impara, a trovare un uso adeguato delle tecnologie digitali, a saper gestire i deficit di apprendimento...

Come Usare Prezi: 26 Passaggi (Illustrato) - wikiHow 5 Parti:Creare il Proprio AccountPianificare la PresentazioneCreare la PresentazioneCreare un PercorsoPresentare la Propria Prezi Quando ti riferisci alle presentazioni, probabilmente pensi alle diapositive di PowerPoint: possono essere un po' noiose e chiunque le ha già fatte prima. Se hai deciso di fare qualcosa di diverso, potresti dare un'occhiata a Prezi come alternativa. Si tratta di un programma online che si sviluppa attraverso una presentazione non lineare lungo un percorso predefinito, differenziandosi così dall'uso delle diapositive.

Che cos’è l’Universal Design for Learning? Il termine Universal Design for Learning (UDL) rimanda a quello dello Universal Design, un movimento per i diritti umani nello sviluppo del prodotto e nell’architettura, che esige la creazione di ambienti e beni per il consumatore utilizzabili dalla più grande varietà di utenti. Chiaramente l’insegnamento e l’apprendimento sono attività molto diverse dalla progettazione e dalla costruzione di ambienti. I principi UDL sono radicati nelle scienze dell’apprendimento al fine di ridurre le barriere nell’apprendimento, come quelle intellettive, sociali, emotive, culturali e/o linguistiche. L’UDL evidenzia come l’obiettivo chiave dei contesti formativi non sia semplicemente quello di trasmettere l’informazione, ma di sostenere e incoraggiare i cambiamenti nella conoscenza e nelle abilità, cioè quello che chiamiamo apprendimento. L’UDL richiede non solo che l’informazione sia accessibile, ma anche che si progetti una didattica accessibile.

flipped classroom Perché approcci quali li Blended Learning e la Flipped Classroom non si riducano alla migrazione dei limiti della didattica trasmissiva, dagli ambienti fisici dell'aula a quelli virtuali del web, occorre sfruttare tutte le potenzialità di quest'ultimo, per garantire il maggio grado possibile di interazione dialogica e ricchezza comunicativa alle lezioni online. Questo consente, inoltre, di rendere più semplice integrare Web e risorse digitali nella didattica, infatti la possibilità di fare domande e dare risposte, avviare e gestire discussioni, portare avanti ricerche e approfondimenti, etc., rende il video più facilmente adattabile a strategie didattiche quali, per esempio: il cooperative learning, il problem based learning, la costruzione collaborativa della conoscenza, il social learning, l'apprendimento personalizzato e così via. Cos'è TED Ed e come funziona TED Ed è la comunità di TED dedicata al mondo educativo e fornisce un servizio di creazione e condivisione di “lezioni“.

EAS Episodi di Apprendimento Situato Dettagli Categoria: Non categorizzato Creato: Domenica, 18 Ottobre 2015 13:25 Se gli amici americani hanno rivoluzionato la didattica con la Flipped Classroom, anche in Italia c'è chi lavora in maniera originale sull'apprendimento digitale, costruendo possibili metodi per lavorare quotidianamente con le nuove tecnologie.Nella fattispecie da un'intuizione di Pier Cesare Rivoltella sono nati gli EAS, Episodi di Apprendimento Situato, un interessante metodologia che fornisce ai docenti un framework molto semplice per poter lavorare con tablet e computer di ogni sorta in classe. Che cosa sono gli EASSono episodi appunto, ovvero unità didattiche minime, il tassello fondamentale attorno a cui costruire la propria didattica.

Google Apps for Education. Il cloud a scuola. Riflessioni di un neo Dirigente scolastico – BRICKS Il mestiere del Dirigente scolastico è essenzialmente basato sulle relazioni umane. La comunicazione è la base di ogni relazione. Se non si riesce a comunicare, non si possono instaurare relazioni di alcun tipo. La realtà odierna degli Istituti Comprensivi è ormai nota ai più: si tratta di organizzazioni scolastiche complesse, che “comprendono” diverse scuole di diversi gradi, di solito limitati al primo ciclo dell’istruzione (Infanzia, Primaria, Secondaria di primo grado).

Ambienti di apprendimento Alberto Battaggia L'ambiente d'apprendimento costruttivista è un posto in cui gli studenti possono lavorare insieme ed aiutarsi a vicenda per imparare ad usare una molteplicità di strumenti e risorse informative nel comune perseguimento di obietttivi d'apprendimento e di attività di problem solving (Wilson). Qual è il significato di " ambiente d'apprendimento"?

Blendspace: creazione e gestione di lezioni - Blended Learning e Flipped Classroom Distopie Didattiche Per Marx l'essenza dell'uomo è la libertà che si esprime nel "lavoro creativo" con cui egli interagisce con gli altri e l'ambiente modificandoli all'interno di una comunità "utopica" fondata sulla massima evangelica: "Ognuno secondo le sue capacità, a ognuno secondo i suoi bisogni", regola che delinea anche un ideale di comunità educativa basata sull'interazione collaborativa. E come l'educazione, anche il lavoro creativo si colloca in una dimensione che dal presente apre al futuro ed è sempre il futuro protagonista del dibattito pedagogico che si concretizza, sempre più spesso, nei lunghi elenchi / liste di competenze, abilità e capacità che le istituzioni educative dovrebbero assumere quali loro obiettivi per il XXI secolo, ma quale futuro disegnano queste tassonomie? Come possiamo immaginare l'uomo che viene "tratto fuori" e "costruito" attraverso queste indicazioni educative? L'Ennesimo Elenco La Traduzione Traduzione della Tabella

Presentazione Costruire ambienti di apprendimento Nell'ottica costruttivista il docente diviene progettista di ambienti di apprendimento, costruiti intenzionalmente per consentire percorsi attivi e consapevoli in cui lo studente sia orientato ma non diretto. Luoghi ricchi e variegati per esperienze possibili e materiali di lavoro, caratterizzati da una forte struttura, ma allo stesso tempo aperti e polisemici in cui gli studenti possano aiutarsi reciprocamente, utilizzando una varietà di strumenti e di risorse in attività guidate. Un ambiente arricchito da momenti di riflessione individuale e collettiva, da domande euristiche e da consegne che lo studente può affrontare autodeterminando modi e percorsi, sulla base del proprio stile, degli interessi e delle strategie personali.

Related: