background preloader

Classe Capovolta: App Scuola per la didattica 2.0 - Google Sheets

Classe Capovolta: App Scuola per la didattica 2.0 - Google Sheets
Related:  Flipped ClassroomRisorse didattica 2.0Flipped2

The Flipped Learning Process Visually Explained April 2, 2015 After yesterday’s post on “Flipped Learning Resources” one of our readers emailed us this beautiful visual outlining the six main steps involved in the creation of a flipped classroom. These steps include: planning, recording, sharing, changing, grouping, and regrouping. Read the graphic for more details on each of these steps. As a refresher for those who are not yet familiar with the concept of a flipped classroom. Flipped learning or Flipped classroom or is a methodology, an approach to learning in which technology is employed to reverse the traditional role of classroom time. via Daily Genius Courtesy of eLearning Infographics

20 useful ways to use Padlet in class now Padlet is a web app that lets users post notes on a digital wall. The uses for this site in the classroom are virtually endless! There’s a good chance you’ve done the “write on a sticky note and put it on the wall” activity — or have seen it happen before. Padlet lets those sticky notes have images, links and videos AND be available with practically any Internet-ready device. It used to be blocked by my school’s Internet filter. This school year, the powers that be have allowed it through on student devices, opening up lots of possibilities in class! Padlet is a great place for gathering ideas, sharing them and modifying them later. Here are 20 ways to use this versatile tool in class: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. 11. 12. 13. 14. 15. 16. 17. 18. 19. 20. Looking for some more ideas? Do you have an idea of how you could use Padlet in class? For notifications of new Ditch That Textbook content and helpful links:

Unit 1: Using a Flipped Classroom Approach Do you struggle to reach your students during lecture? Why not try a flipped classroom approach? In this module, you will: Become familiar with the flipped class model Discover how it can help students learn more effectively Learn how to select an appropriate topic What is a flipped classroom? Image from The Flipped Classroom Infographic A simple definition for a Flipped Classroom is: That which is done in the classroom, is now done outside of class That which is done after class, is now done during class When looking at the traditional model in the image above, the instructor is in front of the class lecturing. In the flipped classroom model, the students are actively participating during class. Many teachers have heard about the Flipped Classroom method, and many hold misconceptions about how this teaching strategy should be used. Watch this video to hear one of the cofounders of this model, Aaron Sams, talk about how he utilizes this method in his teaching. Active Learning Flexibility 1.

Animate Your Life | Tellagami® Tellagami® Edu is a paid version of the Tellagami® app loaded with features that allows classrooms to use the app without in-app purchases. Click on screenshots to enlarge. Male | Female Text-to-Speech Text-to-speech allows you to convert typed text into a voice you select for your character. Character Customization Contains all wardrobe items to customize for both male and female characters including hairstyles, tops, bottoms and shoes. Backgrounds Includes several categories of backgrounds to create the perfect setting for your Gami video. Voice Record Record and preview a message for your character to say using your own voice. Doodle Allows you to add a personal touch to your Gami video with a handwritten message or draw your own background! Save to Device Save your completed Gami video to your device. Share Options

app per la didattica analisi/produzione di immagini M. Guastavigna, NON SOLO CONCETTUALI, La Ricerca Loescher, n.23 P. Innovare la didattica si può! E' evidente che il rinnovamento della didattica non consiste solo nell'utilizzo delle tecnologie, ma soprattutto nell'aprirsi alle necessità di una educazione moderna, che formi i ragazzi a vivere da protagonisti in una società complessa. Non si tratta solo di "Flipped classroom", "Role playing", "Storytelling" o di utilizzo di questa o quella tecnologia, ma soprattutto di cambiare l'approccio degli studenti nello stare a scuola: non più come spettatori "zitti ed attenti", ma da attori principali. La scuola è chiamata sempre più a divenire una comunità vivibile, sostenibile, accogliente, inclusiva, nella quale le persone generino nuove forme di quotidianità attraverso la collaborazione tra pari e la cooperazione costruttiva tra studenti e studenti, tra docenti e tra docenti e studenti. (Guida “Innovative Design in pochi click”) Aspetto tutti i colleghi (e non) interessati!

Infografica a scuola: consigli e qualche dritta di Andrea Patassini L’esplosione delle infografiche nel giornalismo non è cosa recente. Già da tempo infatti chi si occupa di informazione adotta forme grafiche per riassumere e meglio rappresentare dati e contenuti da divulgare. Le infografiche sono uno strumento utile e creativo capace di sintetizzare o meglio esprimere non solo dati, ma anche concetti e pensieri. Grazie all’uso di immagini, oggetti grafici, testi e un pizzico di creatività, si possono realizzare contenuti utili e divertenti. Già da qualche tempo si parla dell’adozione di questi strumenti per la didattica ed effettivamente le caratteristiche delle infografiche possono contribuire a migliorare ancor di più i processi di apprendimento che intendiamo mettere in gioco. Rendere visivi i concetti Perché far uso di infografiche per la didattica? Non sintesi, ma invito all’approfondimento A breve scopriremo che realizzare dal punto di vista tecnico delle infografiche oggi non è poi così complicato. Qualche consiglio Mi piace:

Il compito autentico - CNOS capovolto Come progettare un compito autentico. Proponiamo il seguente lavoro di gruppo al fine di esercitarci nella ideazione e descrizione di un compito autentico in ambito disciplinare. Nella tabella seguente abbiamo inserito i vostri nomi creando gruppi da 3 con insegnanti di materie uguali o affini. Consigliamo di leggere queste cose in qualche ritaglio di tempo prima di cominciare questa attività. Entro l'orario proposto, nel menù qui accanto cliccate su "Le vostre creazioni", riempite la scheda di autovalutazione ed inserite con taglia-incolla il vostro elaborato SOTTO alla vostra Checklist. Lavoro di gruppo composto da 3 persone: Ogni gruppo dovrà ideare e scrivere un compito autentico, sulla falsariga delle schede seguenti, inerente la propria disciplina ma che copra almeno 3 delle 8 competenze europee. Per un aiuto teorico vedi anche: Kit Competenze (Le competenze chiave descritte e altre domande che aiutano a migliorare il compito) 2. 3. 4. 5.

Scrittura creativa e collettiva nel cloud Trovare nuovi stimoli alla scrittura creativa e riuscire a far sì che un “compito d’italiano” non venga percepito esclusivamente come un noioso e obbligatorio momento di verifica. Riuscire a fornire all’alunno che si cimenta in un lavoro di scrittura la percezione che i suoi lettori siano reali e non siano dei “finti lettori” come spesso siamo noi insegnanti di lettere obbligati a leggere gli elaborati dei nostri studenti per poi valutarli (“prof, lei è obbligato a leggere i nostri temi: la pagano per questo, no?”). Provare a far nascere nelle menti dei nostri ragazzi la voglia di andare un po’ oltre (anche tanto oltre, se possibile) le miserevoli stringhe quasi insignificanti e in genere prive di qualsiasi costrutto linguistico con le quali tessono le loro relazioni sociali (nella messaggistica istantanea, sui social o altrove). In poche parole: il digitale come alleato per liberare l’immaginazione e la creatività. La piattaforma online: BoomWriter il compito in classe). Mi piace:

Related: