background preloader

Gruppo Scaligere

Facebook Twitter

Perla lavoro individuale Elisabetta Danzi. LAVORO INDIVIDUALE Galvanini Frida. La mia idea di scuola è un. La mia idea di scuola_lavoro individuale_Vendittozzi Michela. Lavoro individuale_Maria_Insana. TITOLO LAVORO. Sviluppo e Sottosviluppo nel mondo. TitoloEASeparteintroduttiva. C MAP mappa concettuale degli insegnanti rispetto al contenuto. Fase preparatoria. Allegato 3 PROBLEMI STIMOLO. Mappa sottosviluppo. VIDEO STIMOLO Il potere politico delle multinazionali. Il caso McDonald's. Allegato2_mappe. Allegato 1 link. Schede globalizzazione. Globalizzazione_e_sottosviluppo. Globalizzazione_la_fabbricazione- delocalizzazione. 02 Le multinazionali. 20 guadagno multinazionali. Zanichelli_Dinucci_recupero_C1. Il sistema globale seconda edizione / Geografia del sistema globale - Manlio Dinucci - La delocalizzazione di servizi IT in India.

Neocolonialismo. Il neocolonialismo. Dalla decolonizzazione al neocolonialismo Dopo la fine della Seconda guerra mondiale cessarono via via di esistere tutti i grandi imperi coloniali.

Il neocolonialismo

La decolonizzazione avvenne in tre fasi: dal 1945 al 1956 Asia e maggioranza nel mondo arabo; dal 1957 al 1965 Africa nera e Algeria; dal 1966 al 1990 America centrale e Africa meridionale. Dopo lunghi anni di guerra combattuti in India, Indocina, Nordafrica, Africa nera, America centro-meridionale, quasi tutti gli stati ottennero l’indipendenza, ma lo sviluppo del Terzo Mondo è tuttora ostacolato da una nuova forma di oppressione: il neocolonialismo, cioè lo sfruttamento economico e il controllo politico indiretto esercitato attraverso governi-fantoccio.

Così ancora oggi le differenze tra paesi ricchi e paesi poveri aumentano: alcuni di questi sono usciti dalla povertà, invece altri hanno aggravato la loro situazione. In America sono gli USA la causa maggiore della povertà dell’America Latina. 3_UD8_Sviluppo e_sottosviluppo nel mondo. Scheda sottosviluppo con verifica. Commercio equo e solidale. Contesto La promozione del commercio equo e solidale si inserisce nel quadro degli obiettivi più ampi della Comunità in materia di cooperazione allo sviluppo, ovvero: lotta contro la povertà, sviluppo economico e sociale e soprattutto inserimento progressivo dei paesi in via di sviluppo nell'economia mondiale. 2.Il ruolo del commercio è fondamentale ai fini della creazione della ricchezza e, di conseguenza, dello sviluppo.

Commercio equo e solidale

La presente comunicazione costituisce una prima tappa nell'elaborazione della dottrina comunitaria in materia. Definizione del commercio equo e solidale Il concetto di commercio equo e solidale si applica generalmente ad operazioni commerciali che rafforzano la posizione economica dei piccoli produttori e proprietari in modo da impedire che essi vengano emarginati nell'ambito dell'economia mondiale. Questo concetto riguarda lo sviluppo a lungo termine. Va osservato che il concetto di commercio equo e solidale non corrisponde esattamente a quello di "commercio leale". Principi del Commercio Equo. Con il Commercio Equo e Solidale vengono stipulati accordi diretti con i piccoli produttori, altrimenti emarginati dalle grandi corporazioni ed i prezzi corrisposti per la produzione sono stabiliti in base ad un criterio di "equità".Intorno a queste produzioni nascono cooperative dove i lavoratori partecipano realmente alle decisioni prese, ed hanno salari sottoposti a costante controllo (per evitare oscillazioni speculative) e le condizioni di lavoro rispettano i diritti dei lavoratori stabiliti dall'Organizzazione Internazionale del Lavoro.

Principi del Commercio Equo

Altro elemento che contraddistingue il Commercio Equo e Solidale è che i bambini non sono considerati forza lavoro. Vengono trattati nel rispetto delle convenzioni internazionali sui Diritti dell'Infanzia ed a loro viene così garantita l'istruzione. Commercio Equo e Solidale. Per contribuire a costruire un mercato più giusto a partire da un diverso rapporto economico con i produttori, rispettoso del lavoro dell’uomo e dell’ambiente.

Commercio Equo e Solidale

Dietro ad ogni prodotto che acquistiamo c’è una storia. Una storia fatta di donne e uomini che con il loro lavoro, con la loro creatività e impegno, lo hanno realizzato. Quando acquistiamo un prodotto, facciamo una scelta basata sulla sua qualità e sul suo prezzo, ma quante volte ci domandiamo che ne è di quelle donne e di quegli uomini? Nei prodotti che vengono dal Sud del mondo, che si tratti di cacao, caffè o di oggetti artigianali, molto spesso ci sono storie di sfruttamento, che riguardano le persone e l’ambiente, che hanno profonde radici nel passato e che si manifestano oggi sotto forma di ricatto economico. I meccanismi imposti dall’attuale mercato mondiale non possono che aumentare la forbice tra ricchi e poveri, tra Nord e Sud del mondo. Fase operativa testo. Scheda di lavoro_fase operativa. Faseristrutturativa. Elaborato finale_scheda di lavoro.

Allegato 5 - debriefing. Scheda per l'autovalutazione.


  1. dianarun Mar 30 2014
    Hai fatto un bel lavoro! Bella foto! Ciao! Elisabetta
  2. michelavendittozzi Mar 30 2014
    Gruppo: Danzi E.,Galvanini F., Insana M., Sardisco V., Vendittozzi M.