background preloader

IDEE E STRUMENTI - 5 - LE COMPETENZE

Facebook Twitter

Lavorare per competenze: repertorio di unità di apprendimento già realizzate per scuola secondaria di II grado. Dopo segnalazione di Franca Da Re - a cui questo blog ha già dedicato altri post, con gratitudine - riporto il link in fondo alla pagina che rimanda ad un grande archivio di unità di apprendimento per competenze già svolte (o in via di realizzazione) per la scuola secondaria di II grado.

Lavorare per competenze: repertorio di unità di apprendimento già realizzate per scuola secondaria di II grado

Si tratta di un fascicolo in PDF, scaricabile gratuitamente, di 181 pagine, che raccoglie 54 unità di apprendimento sviluppate (alcune solo parzialmente) nella scuola secondaria di II grado. Per scaricarlo vai in fondo alla pagina, alla voce "Scarica qui le unità di apprendimento per competenze" Questa mole di lavoro, utile e cospicua, è condivisa sulla Piazza Delle Competenze, realizzata dall'USR del Veneto. Le competenze chiave per l'apprendimento permanente. Untitled. Le competenze di cittadinanza. LINEE GUIDA PER LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE. Roma, 17 febbraio 2015 Pagelle più ricche, al via la Certificazione delle competenze Una scheda che affiancherà la più tradizionale pagella.

LINEE GUIDA PER LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE

Arriva la Certificazione delle competenze per gli alunni delle scuole del primo ciclo, le elementari e le medie. Mamma e papà, alla fine della classe quinta e della terza media potranno ricevere, oltre alla pagella, anche una scheda con la valutazione della competenza dei propri figli nell'utilizzare i saperi acquisiti anche tra i banchi per affrontare compiti e problemi, semplici o complessi, reali o simulati.

La scheda affiancherà e integrerà il documento di valutazione degli apprendimenti e del comportamento degli alunni. MODELLO PER LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA. MODELLO PER LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE AL TERMINE DEL PRIMO CICLO. MODELLO PER LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELL'OBBLIGO SCOLASTICO. Competenze , Insegnare per competenze - Loescher Editore. La certificazione delle competenze. COMPETENZA: comprovata capacità di usare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e/o personale.

La certificazione delle competenze

(European Qualifications Framework - Quadro europeo delle Qualifiche e dei Titoli). Le competenze vanno certificate in tre momenti del percorso formativo dello studente: Compiti di realtà e progetti multidisciplinari « La certificazione delle competenze. I compiti di realtà La competenza è possibile valutarla solo in situazione, perché è la capacità di assumere decisioni e di saper agire e reagire in modo pertinente e valido in situazioni contestualizzate e specifiche.

Compiti di realtà e progetti multidisciplinari « La certificazione delle competenze

Secondo le Linee guida, la competenza si può «accertare facendo ricorso a compiti di realtà (prove autentiche, prove esperte, ecc.), osservazioni sistematiche e autobiografie cognitive». Compito di realtà: «una situazione problematica, complessa e nuova, quanto più possibile vicina al mondo reale, da risolvere utilizzando conoscenze e abilità già acquisite e trasferendo procedure e condotte cognitive in contesti e ambiti di riferimento moderatamente diversi da quelli resi familiari dalla pratica didattica. Pur non escludendo prove che chiamino in causa una sola disciplina, privilegiare prove per la cui risoluzione l’alunno debba richiamare in forma integrata, componendoli autonomamente, più apprendimenti acquisiti.

I compiti di realtà: Compiti di realtà, un esempio. Spiegare la chimica, ma anche l’apparato digerente, quello respiratorio e un po’ di statistica: tutto a partire da un volantino recuperato casualmente da una studentessa.

Compiti di realtà, un esempio

In questo articolo, una docente racconta come ha trasformato un’esperienza di vita quotidiana in un compito autentico, senza trascurare il tema critico della valutazione. Il giorno in cui Elisa è entrata in classe con un volantino sugli additivi presenti in vari cibi confezionati – merendine e succhi di frutta soprattutto – la professoressa Covaz ha capito che era un’occasione da non sprecare. Da un lato, il tema: il cibo industriale, con i suoi vantaggi ma anche i rischi sempre adombrati ma in fondo poco chiari. Il compito autentico. Se sapete cosa è il compito autentico potete saltare questa prima parte introduttiva e passare alla seconda parte.

Il compito autentico

Per chi invece non sapesse di che si tratta parto da una definizione che mi sembra abbastanza completa: “Il compito autentico è un compito che prevede che gli studenti costruiscano il loro sapere in modo attivo ed in contesti reali e complessi e lo usano in modo preciso e pertinente, dimostrando il possesso di una determinata competenza”. In parole semplici: una normale attività della vita reale, ricca e splendida, in cui si utilizzano tutte le capacità acquisite e la creatività per risolvere un problema vero. A scuola in genere le cose funzionano al contrario del compito autentico. COLLEGAMENTI. New Media Literacies — A Syllabus. Formazione, valutazione e certificazione delle competenze nel primo ciclo d’istruzione: rilanciata l’azione. Nel corso dell'anno scolastico 2014/2015 il MIUR ha condotto una sperimentazione dei modelli proposti per la certificazione delle competenze.

Formazione, valutazione e certificazione delle competenze nel primo ciclo d’istruzione: rilanciata l’azione

Gli esiti del monitoraggio di tale iniziativa sono stati raccolti nel "Rapporto di monitoraggio sulla certificazione delle competenze" di cui proponiamo un'ampia analisi commentata, a cura di Giovanni Marconato. L'autore si interroga sui dati emersi e su come la scuola possa sciogliere i nodi che ancora la separano dal divenire un dispositivo efficace ed efficiente fortemente rinnovato nei suoi scopi e nelle sue pratiche. Sulla strada delle competenze si va avanti con decisione: non si tratta di un fuoco di paglia sottoposto al capriccio della burocrazia ministeriale o del sottosegretario di turno: le competenze sono sempre più in agenda delle scuole del primo ciclo. La didattica per competenze nel primo ciclo di istruzione. 2016/2017: obiettivo certificazione Pearson propone un progetto strutturato per rispondere alle nuove norme Secondo la Circolare n. 3 del 13 febbraio 2015, a partire dall’anno scolastico 2016-2017 tutte le scuole dovranno certificare le competenze dei propri studenti con un modello nazionale unico.

La didattica per competenze nel primo ciclo di istruzione

Le Indicazioni Nazionali, nel capitolo introduttivo "Cultura, scuola, persona" hanno delineato il "paesaggio educativo" complesso e in rapida evoluzione dentro il quale la scuola italiana oggi si colloca e con il quale deve porsi in costante dialogo.