background preloader

Supernapo

Facebook Twitter

Strategie e Minilesson. L’abbiamo chiesto a Jennifer Serravallo. Il nome di Jennifer Serravallo in tutti gli insegnanti che studiano ed applicano il Writing and Reading Workshop richiama subito alla mente i due volumi delle 300 strategie di lettura e scrittura (non c’è scrivania o libreria di IWT che non ne accolga una copia); ma per noi “Teachers” Jennifer, docente del Teachers College Reading and Writing Project della Columbia University, è soprattutto una mentore. Quest’estate ci ha accompagnati per cinque settimane con il suo “Summer Writing Camp”. Le sue lezioni ed i suoi percorsi ci sono stati fondamentali per riprendere in mano la scrittura personale. Seguendola, abbiamo sperimentato da studenti l’incisività di una minilesson, imparato da insegnanti ad abbinare le strategie per immergere i nostri alunni nell’intero processo di scrittura e, grazie al suo esempio, abbiamo progettato percorsi che stanno prendendo vita nelle nostre classi.

Tra le sue pubblicazioni segnaliamo, per la primaria e la secondaria di I grado, DRILLA by ilaria.cavazzuti on Genial.ly. Cap.1 cap.2,SPAZIO E TEMPO,DRILLA,Andrew clements,cap.1 e cap.2,i personaggi,Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. ,NICK,CHE TIPI SONO ? ,CERCA E SOTTOLINEA LE FRASI USATE DALL'AUTORE PER DESCRIVERE NICK,CERCA E SOTTOLINEA LE FRASIUSATE DALL'AUTORE PER DESCRIVERE MRS GRANGER,MRS. GRANGER,NOTI DELLE DIFFERENZE TRA I MODI IN CUI SONO PRESENTATI I DUE PERSONAGGI? ,SHOW, DON'T TELL,DOVE ? ,ANNOTA LE TUE CONCLUSIONI SULLA SCHEDA,CERCA NEL TESTO LE INFORMAZIONI SUL LUOGO IN CUI È AMBIENTATO IL ROMANZO.

,QUANDO? BRUNO TOGNOLINI. Poeta e scrittore per bambini e per tutti. Homepage. 25 Best Lettura images in 2018 | Teaching reading, Activities for children, Books. Home - Tutte le prove Tutte le prove. La testa ben fatta – «Meglio una testa ben fatta che una testa ben piena» (Michel de Montaigne) Tema. Oggi primo ottobre, per noi che ci rivolgiamo spesso al passato, è una data che ha segnato per tanto tempo l'inizio della scuola.

E il post di oggi apre gli scritti sulla scuola con un racconto di Bernard Friot tratto da Il mondo a testa in giù, edito da Il Castoro (2008) e illustrato da Silvia Bonanni. Ogni lunedì è la stessa cosa. C’è il tema: “Raccontate la vostra domenica”. È uno strazio perché a casa mia la domenica non succede mai niente: andiamo dai nonni, non facciamo niente, mangiamo, non facciamo niente un’altra volta, rimangiamo, ed è finita. Quando l’ho raccontato la prima volta, la maestra mi ha dato “Insufficiente”. La seconda volta ho addirittura preso zero. Fortunatamente, una domenica, mia madre si è tagliata il dito affettando l’arrosto di agnello. Avevo capito: bisognava che la domenica succedesse qualcosa.

Allora, la volta successiva, ho spinto mia sorella giù dalle scale. Dopo, ho messo un po’ di detersivo nella scatola del latte in polvere. È quello che è successo. Odore Intenso di Carta. Penny Kittle - Teacher, Author, Advocate - Home. Attività e Piani di Lezione per le Classi di Inglese Della Scuola Media. Introduci lo storytelling digitale e le abilità del ventunesimo secolo nella tua classe ELA della scuola media con questi piani di lezione e idee di attività. Coprendo alcuni dei libri più popolari, opere teatrali, poesie e discorsi, ogni piano di lezione contiene attività divertenti che aiuteranno gli studenti a sviluppare capacità di pensiero critico e ad esprimere la loro comprensione del materiale. Idee di progetto Crea graphic novel e fumetti Rapporti illustrati del libro Poster della biografia dell'autore Schema per un saggio Vocabolario Acquisizione Scrittura creativa Brainstorming Poster di film Istruzioni per la scrittura di immagini Carte di elementi letterari Giochi personalizzati Profili dei personaggi sui social media.

Benvenuti in Prima! Cari ragazzi, benvenuti nella vostra nuova classe! Forse in questo momento tutto vi sembrerà enorme, freddo, pauroso. Siete circondati da volti nuovi e perlopiù sconosciuti, probabilmente molti dei vostri vecchi compagni di classe sono sparpagliati in altre sezioni... Anche io ricordo ancora i miei "primi" giorni alla don Milani (da alunna e da prof) e la sensazione di straniamento che li ha accompagnati. Vedrete però che, man mano che proseguiremo nel nostro viaggio, tutto quello che ora vi sembra strano, nuovo, e un po' vi disorienta diventerà per voi naturale. Sì, oggi comincia un viaggio, o meglio una nuova tappa del viaggio che è la Vita. Come ogni viaggio che si rispetti, anche il nostro viaggio ha bisogno dell'equipaggiamento adatto.

Differences between Memoir and Autobiography - Author Resources. The line between memoir and autobiography is a fuzzy one, especially in this modern literary era where writers are constantly blurring the boundaries between genres to create a new, exciting one. Like an autobiography, a memoir is a narrative that reveals experiences within the author's lifetime. But there are obvious and practical differences between the two similar genres. In essence, an autobiography is a chronological telling of one's experience, which should include phases such as childhood, adolescence, adulthood, etc., while a memoir provides a much more specific timeline and a much more intimate relationship to the writer's own memories, feelings and emotions.

Memoirs are typically less formalless encompassingmore concerned with emotional truth toward a particular section of one’s life and how it makes you feel nowless obsessed with factual eventswritten by the subject Autobiography is essentially With these basic definitions and comparisons, think about your own work. Learn More. FAQ – organizzazione pratica. Come organizzare l’orario interno di italiano per poter fare il laboratorio? E’ necessario che i ragazzi possano scrivere e leggere regolarmente in classe, pertanto le 6 ore di italiano possono essere così ripartite: 3 ore di laboratorio di scrittura (WW), 2 ore di laboratorio di lettura (RW) e 1 ora di grammatica.L’ora di epica che fine fa?

Per un periodo di tempo (circa un mese e mezzo) si fanno cicli di lezioni immersive, ovvero i ragazzi vengono totalmente immersi nella lettura dei miti e/o del poema scelto. I percorsi proposti occuperanno tutte le ore di laboratorio. In quel periodo la lettura individuale trova comunque il suo spazio. Le bozze vanno scritte sul taccuino? L’insegnante gira per la classe e fa consulenze. Vorrei lavorare con questa metodologia, ma nelle mie classi i ragazzi hanno acquistato l’antologia, come posso utilizzarla? Il laboratorio di scrittura necessita di mentor text che è possibile, almeno in parte, trovare sull’antologia.

Il lapbook – La scuola di zio Gustavo. Non scrivo su questo blog da parecchio tempo: in realtà sono troppo occupata, a scuola, per dedicarmi ad altro. Avrei bisogno di più tempo, sorprattutto di sera, per pubblicare, rivalutare le mie idee, ricalibrare alcune proposte fatte alle classi (quest’anno una seconda con italiano e una terza con storia e geografia). Ma. Ma ho anche una bambina di cinque anni, un marito, una gatta e una casa piena di scale con un giardino impegnativo. Direte voi: e allora? C’è un motivo però che non voglio nascondere a me stessa e a chi mi legge. Comunque, nel finesettimana scorso, ho fabbricato un lapbook che è anche un po’ collage. A loro ho mostrato il mio lapbook su I dieci mesi che mi hanno cambiato la vita, specificando che è un lavoro molto impegnativo e che a loro intendo chiedere di meno.

Poi abbiamo dato una definizione di lapbook sul taccuino del lettore. In sostanza, a loro chiedo queste cose. Salva Mi piace: Mi piace Caricamento... Launching Your Writing Workshop.

Siti didattica

Siti didattica (ancora) Laboratorio di scrittura creativa. FANTASCIENZA: i caratteri del genere Gli scenari La fantascienza è un genere letterario, ciò vuol dire che ci sono caratteristiche comuni, nel contenuto soprattutto, che permettono di distinguere questi racconti dagli altri. La più ovvia è il fatto che questi racconti siano generalmente ambientati nel futuro oppure ipotizzino eventi che che potrebbero accadere anche domani o in questo momento ma che presuppongono uno sviluppo legato all'uso della tecnologia, che a sua volta dipende dal progresso scientifico oppure riguardano l'esistenza di altri esseri pensanti nell'universo Quindi sono elementi caratterizzanti del genere: 1) l'ambientazione nel futuro; 2) eventi che riguardano l'uso delle macchine o le scoperte scientifiche; 3) la presenza di alieni.

I temi Se analizziamo un po' più in profondità i contenuti, possiamo trovare, per ognuno di questi elementi, altri temi ricorrenti. 1) Per quanto riguarda il futuro: Le ragioni del successo Il patto narrativo Intenzioni comunicative. Straniamento | ilcastelloerrante. In narratologia, lo straniamento è una tecnica narrativa grazie alla quale vengono presentati elementi reali o di esperienza comune in un’ottica non scontata, imprevedibile, sorprendente, che ne rivela aspetti inattesi. Un tipico esempio di testo in cui è utilizzata la tecnica dello straniamento è il racconto “Sentinella” di Frederic Brown, di solito riportato in tutte le antologie. Oltre al testo citato sopra, con i ragazzi ci possiamo divertire a leggere altri brani che utilizzano la stessa tecnica. Vediamo qualche esempio. Nel surreale romanzo di Eduardo Mendoza “Nessuna notiza di Gurb”, troviamo una gustosissima descrizione degli esseri umani realizzata da un alieno che per la prima volta entra in contatto con la civiltà terrestre: Gli esseri umani sono cose di dimensioni variabili.

I piedi infine vengono avvolti in una pelle morbida e in una molto rigida. Degli oggetti (le scarpe!) Esercizi: Fantascienza. Da pochi giorni abbiamo iniziato il nostro percorso sulla Fantascienza. In classe abbiamo parlato di diversi autori e di numerosi aspetti di questo genere letterario, in questo post mi riprometto di approfondire insieme a voi altri elementi importanti. In primo luogo, non si può non conoscere Jules Verne, l’autore che da molti viene considerato il padre del genere fantascientifico: Se non riesci a visualizzare il video, clicca qui. Uno dei suoi romanzi più famosi, “Dalla Terra alla Luna”, viene riassunto in questo breve cartone di tre minuti: Se non riesci a visualizzare il video, clicca qui.

Il sogno di Verne di andare sulla Luna si realizza dopo circa di cento anni… anche molte altre previsioni sia dell’autore francese che di altri scrittori di fantascienza si sono in seguito realizzate, come puoi vedere in questa infografica: Qui un breve video per scoprire chi fosse Isaac Asimov: Se non riesci a visualizzare il video, clicca qui. Mi piace: Mi piace Caricamento... Silvia Pognante – Laboratorio di parole. Itinerari | Regione Abruzzo - Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio. Ogni viaggio comincia da un passo - Benvenuti su professionalintutto! Solo lapbook | Il primo sito italiano dedicato ai lapbooks. Giorno della Memoria: proposte didattiche per una lezione non retorica | Articoli | DeA Live. Come si può raccontare l’orrore dell’Olocausto agli studenti? Come è possibile parlare della Shoah e del Giorno della Memoria anche se sono lontani dal periodo storico che si sta studiando?

La Memoria non si insegna. Conviene partire dagli eventi della Storia e discutere intorno ai contenuti e alle loro possibili interpretazioni. Soltanto dopo, alla fine, tutto questo può diventare memoria non banalizzata, ritualizzata e “celebrata”. Per questo Giorno della Memoria 2019 vi proponiamo alcune spunti didattici per affrontare e discutere in classe alcuni aspetti della Shoah: 1.

Quando anche gli ebrei italiani cominciano a essere deportati nei campi di concentramento nazisti, Andra e Tati sono solo due bambine. Nell’era più buia della storia dell’umanità, la forza e la speranza sono le uniche armi per sopravvivere. > A questo link è possibile scaricare il primo capitolo de La stella di Andra e Tati -edito da De Agostini. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 1.

Fare Geo 2. 3. 4. 5. 6. 1. 2. 3. 4. 1. 2. 3. 4. 5. 6. Qualcunoconcuicorrere | Libri per ragazzi, giovani adulti e adulti giovani. Occhiovolante - Homepage. British Dyslexia Association. N. 91. Il colloquio orale all’esame di stato: cosa c’è di nuovo? Angelo PRONTERA Un esame coerente con le Indicazioni/2012 L’ultima delle prove che compongono l’esame di Stato conclusivo del 1° ciclo d’istruzione è il colloquio che l’alunno di “terza media” dovrà affrontare dinanzi alla sottocommissione d’esame composta da tutti gli insegnanti dell’ultimo anno. Prova che non può essere ricondotta a “un repertorio di domande e risposte su ciascuna disciplina, prive del necessario organico collegamento” o a “una somma di colloqui distinti” per disciplina così come affermava il vecchio DM del 26 agosto 1981 relativo ai “Criteri orientativi per gli esami di licenza media”, ma riguarda piuttosto un “parlare insieme” (dal latino colloquium da colloqui) “finalizzato a valutare il livello di acquisizione delle conoscenze, abilità e competenze descritte nel profilo finale dello studente previsto dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione”. § D.

IL DIBATTITO ARGOMENTATIVO IN CLASSE – ADi. Avanguardie Educative - Il Manifesto delle Avanguardie educative. Trasformare il modello trasmissivo della scuola Un modello esclusivamente basato sulla trasmissione delle conoscenze “dalla cattedra” è un modello ormai anacronistico: oggi esistono nuovi e più coinvolgenti modi di fare lezione. L’insegnante che trasforma la lezione in una grande e continua attività laboratoriale, di cui è regista e facilitatore dei processi cognitivi, anche grazie all’utilizzo delle ICT; che lascia spazio alla didattica collaborativa e inclusiva, al brainstorming, alla ricerca, all’insegnamento tra pari; che diviene il riferimento fondamentale per il singolo e per il gruppo, guidando lo studente attraverso processi di ricerca e acquisizione di conoscenze e competenze che implicano tempi e modi diversi di impostare il rapporto docente/studente.

È attraverso l’apprendimento attivo – che sfrutta materiali d’apprendimento aperti e riutilizzabili, simulazioni, esperimenti hands-on, giochi didattici, e così via – che s’impara. Facendo e sbagliando. I discorsi di mussolini. HOMEPAGE - ARTIGIANATO DIDATTICO. I generi letterari del romanzo - Libroza. Che tu abbia intenzione di scrivere un romanzo o che tu l’abbia già scritto, dovresti per prima cosa stabilire a quale genere letterario appartiene.

Come abbiamo visto in un precedente articolo, infatti, definire con chiarezza a quale genere letterario appartiene il tuo libro ti permette di impostare una strategia efficace di marketing editoriale, scegliendo un titolo e una grafica coerenti, collocando il tuo libro nelle categorie opportune e, in definitiva, facendolo arrivare sotto gli occhi del pubblico giusto. Ascolta questo episodio in Podcast su iTunes o Spreaker Oggi, però, vorrei considerare la questione del genere letterario non da un punto di vista commerciale, bensì da un punto di vista narratologico. Perché è importante stabilire a quale genere appartiene il tuo romanzo Sapere a quale genere appartiene il tuo romanzo ti permette in effetti di adeguare la tua scrittura ai canoni tipici di quel genere.

Il romanzo e i suoi generi letterari La Biografia e l’Autobiografia Il diario. Novecento.org - Rivista dell'Istituto Nazionale Ferruccio Parri. Home - La classe attiva. Cinema Aiello FilmTematiche. Innovation for Education - Blog di didattica innovativa per docenti. Scuola polo - CTI | Istituto Comprensivo Statale don Milani - Novate Mil.se. Catalogo film. 5 Wonder esercizi per propagare la gentilezza - Mamamò. Canzoni contro la guerra - Red Flag Day. SERN - Learning Accelerator Technology (LEA) Project. Incipit letterari. PTOF, come aggiornare curricolo competenze. Il nuovo quadro. Curricoli per competenze – Franca Da Re.

Letteratura Italiana. Didattica Storia/Geografia. MATERIALI PER LA DIDATTICA DELLA GEOGRAFIA. Writing and reading workshop. Analisi logica. Analisi del periodo. WRW. Reading workshop. WRT. Scrittura. Writing workshop.