background preloader

Ebraismo

Facebook Twitter

Chi è ebreo (Rabbi John D. Rayner) Rassegna stampa - Moked. In questa sezione potrai trovare la rassegna stampa quotidiana.

Rassegna stampa - Moked

Sono centinaia gli articoli che la redazione, assieme a Data stampa, azienda leader nel settore, classifica ogni giorno. La stampa italiana, infatti, parla spesso di ebrei e di cose ebraiche, anche se di frequente, per un motivo o per l’altro, non riesce a comprendere e raccontare questa realtà in modo equilibrato. Leggere e archiviare tutto ciò che fanno i media senza utilizzare strumenti sofisticati sarebbe per una piccolissima minoranza come la nostra un’impresa impossibile. Usufruisci degli strumenti messi a disposizione dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, consultala con noi! Per poterla visualizzare devi esserti registrato e identificato nello spazio in testata. Non sei ancora registrato al Portale dell’ebraismo italiano? Nel caso in cui tu sia già identificato, puoi accedere a questa sezione attraverso le voci del menù in alto a destra di questa pagina.

Bar Mitzvah at the Western Wall in Israel. Bar Mitzvah Religious Ceremony & Celebratory Party NYC. SINAGOGA (virtual tour) La Sinagoga di Trieste. Come si indossano talled e tefillin. Ebrei LA MEZUZAH. Ebrei KIDDUSHIN-MATRIMONIO. The Magical Jewish Wedding of Two Orthodox Jews in Los Angeles. Tema: Il pensiero ebraico (Dialegesthai) Salta il menù Stampa | Salva | Invia | Translate Tema: Il pensiero ebraico.

Tema: Il pensiero ebraico (Dialegesthai)

Ebraismo (corso di religione) Ebraismo e dintorni. Moked – il portale dell´ebraismo italiano. Shalom.it - Gennaio 2016. Quale ortodossia? Prendo dal Corriere.

Quale ortodossia?

Minuta, graziosa e ancora frastornata per il successo inaspettato. Hadas Yaron, 22enne di Tel Aviv, ha vinto la Coppa Volpi all’ultima mostra di Venezia e ora arriva a Roma per accompagnare l’uscita del film-sorpresa che ha convinto giuria, pubblico e critica della Laguna: «La sposa promessa» di Rama Buhrstein (attualmente nelle sale, distribuito dalla Lucky Red).

Una pellicola che racconta, in maniera semplice e oggettiva, i principi della comunità ebrea ultra ortodossa chassidica di cui fa parte la stessa regista. Una comunità chiusa a a qualsiasi forma di modernità, niente tv, niente cinema. E anche le donne, immerse in una cultura così patriarcale, vivono secondo rigidi precetti di separazione dei sessi e i loro matrimoni spesso vengono combinati. Shira ha 18 anni ed è promessa sposa ad un giovane della sua stessa età: un matrimonio combinato che però le fa battere il cuore. La cronaca di questi giorni impone una riflessione più ampia. Mi piace: Oradireli. In seconda e in terza stiamo iniziando a parlare dell’Ebraismo.

oradireli

Una delle cose che è emersa è la presenza di componenti non solo tradizionaliste. Per chi desidera approfondire la questione questo è un ricchissimo articolo della rivista Confronti che parla proprio di una nuova comunità nata a Roma da pochissimo tempo (questa la loro pagina facebook). L’articolo e le interviste sono di Daniela Mazzarella. “L’umorismo ebraico ha fama mondiale e la comunità Beth Hillel sembra esserne ricca, con la sua sede in via dei Salumi e il suo rabbino che di cognome fa Di Gesù. Ma invece la nascita di questa nuova realtà rappresenta un evento molto serio e importante per l’ebraismo italiano. La sua storia ha origine qualche anno fa parallelamente a un crescente disagio di chi si ritrovava sempre meno nelle tesi di fondo della comunità ortodossa romana.

Le riunioni dei due gruppi sono state sempre più strutturate e regolari, fino ad arrivare alla decisione di costituire la neonata comunità. Oradireli. Buon 5775!

oradireli

Buon anno palindromo! Dal sito della Comunità ebraica di Bologna prendo le informazioni per capire la festa di Rosh ha-shanah. A chi lo desidera consiglio anche un articolo de Linkiesta con relative slide e quello de Il Post. “Rosh ha-shanah è la festività che celebra il capodanno ebraico. Kashèr, la classificazione. Riporto l’articolo “Cibi «adatti» agli ebrei.

Kashèr, la classificazione

Alle origini del kashèr” di Piero Stefani, preso da Reset. “Cominciamo con il trascrivere un passo del profeta Ezechiele 44,23: «(I sacerdoti) istruirono il mio popolo a distinguere tra sacro (qodesh) e profano (chol), tra impuro (tame’) e puro (tahor)» (cfr. Levitico 10,10). Il grido dei 40 ultraortodossi.

Pubblicato: 3 agosto 2015 in Diritti umani, Etica, Filosofia e teologia, Religioni, Società, Storia Tag:ebraismo, gay, havruta, levanon, omosessualità, religioni, ultraortodossi, yeshiva Alcuni dei 40 nomi Pubblico un breve articolo di Leonard Berberi dal blog Falafel Cafè.

Il grido dei 40 ultraortodossi

“All’ennesima dichiarazione omofoba non ce l’hanno fatta. Una porta nel Tetragramma. Pubblicato: 5 agosto 2015 in Bibbia e Spiritualità, Filosofia e teologia, libri e fumetti, Pensatoio, Religioni Tag:comandamenti, dalet, dio, divenire, ebraismo, ebreo, essere, fede, futuro, identità, memoria, nome, ouaknin, passato, porta, presente, speranza, tempo, tetragramma, uomo, vita “Rientra in quei nomi detti “teomorfici”, nomi che sono “portatori del nome di Dio”. […] Il termine ebraico yehudah (“ebreo”) è formato da cinque lettere (yod, he, waw, dalet, he): sono le quattro lettere del tetragramma, con l’aggiunta della lettera dalet.

Una porta nel Tetragramma

Questa in ebraico significa “porta”; il dalet è come la porta d’entrata nelle parole. Essere yehudah significa letteralmente, mettere una porta nel Tetragramma […] entrare in un tempo che non “accetta” l’adesso.