background preloader

DIstribuzioni di probabilità

Facebook Twitter

Probabilità: Un'introduzione attraverso modelli e applicazioni - Francesco Caravenna, Paolo Dai Pra. Variabile casuale. Non puoi aspettarti di vedere al primo sguardo.

Variabile casuale

Osservare è per certi versi un'arte che bisogna apprendere. (Friedrich Wilhelm Herschel) Uno dei principali compiti di un ricercatore consiste nell'individuazione di una legge che meglio permetta di descrivere il fenomeno che sta indagando. Quando il fenomeno implica situazioni di incertezza (che portano quindi ad escludere modellizzazioni di tipo deterministico) ci si riconduce all'elaborazione di modelli probabilistici che consentono di interpretare le informazioni disponibili.

La nozione di modello si riferisce generalmente ad una espressione matematica che, in qualche modo, riguarda la possibilità del verificarsi dei risultati di una situazione sperimentale astratta. I risultati di certi esperimenti non sono necessariamente numerici, quali ad esempio il lancio di una moneta, o l'estrazione di una carta da un mazzo di carte francesi. . , un unico numero: è una determinazione della variabile casuale X).

Alcuni esempi di variabili casuali: Calcolo delle probabilità. Presentazione Nel linguaggio corrente si sentono spesso frasi del tipo: <<è probabile che fra poco piova>>; <<con questo titolo di studio vi sono poche probabilità di trovare lavoro>>; <<è molto probabile che nel 2000 si costruiscano stazioni extraterrestri>>; <<è probabile che l’incendio sia d’origine dolosa>>.

Calcolo delle probabilità

Utilizziamo frequentemente il termine <<probabilità>> quando ci riferiamo a situazioni incerte, a fenomeni che possono o non verificarsi, ma nel linguaggio comune il concetto di probabilità é per lo più generico. Tale concetto è associato a quello d’evento aleatorio, intendendo distinguere, in questo modo, gli eventi certi, che si verificano sicuramente, da tutti quegli eventi il cui verificarsi dipende esclusivamente dal caso, detti appunto eventi aleatori o casuali.

Ad esempio, un evento certo è quello di estrarre una pallina rossa da un'urna che contiene esclusivamente palline rosse. La probabilità nella concezione classica Consideriamo i seguenti problemi. 0£ p £ 1 da cui segue: e. La teoria della probabilità nasce, all’inizio del diciassettesimo secolo, dagli studi riguardanti la soluzione di alcuni pro. La teoria della probabilità nasce, all’inizio del diciassettesimo secolo, dagli studi riguardanti la soluzione di alcuni problemi sorti nei vari giochi d’azzardo, quali ad esempio il gioco dei dadi.

La teoria della probabilità nasce, all’inizio del diciassettesimo secolo, dagli studi riguardanti la soluzione di alcuni pro

I nobili, infatti, facendo di queste attività uno dei propri passatempi preferiti, affidavano ai vari studiosi del tempo il compito di risolvere i loro quesiti a tal proposito. Le origini del calcolo delle probabilità. Articolo originale di Maurice G.

Le origini del calcolo delle probabilità

Kendall, tradotto da Enzo Lombardo Ben prima del Medio Evo, il gioco era diffusissimo in Europa. Ad un certo momento, ignoto, i dadi alla fine rimpiazzarono gli astragali come strumenti di gioco e, dal momento che le carte da gioco non apparvero sin verso il 1350, i giochi per un migliaio d'anni dovettero essere condotti prevalentemente con i dadi. Il Calcolo delle probabilità e la Teoria dei Giochi. "La teoria della probabilità non è in fondo che buon senso ridotto a calcolo; essa permette di valutare con esattezza ciò che le menti illuminate sentono per una specie di istinto senza rendersene conto...

Il Calcolo delle probabilità e la Teoria dei Giochi

E' notevole come tale scienza, che è cominciata con gli studi dei giochi d'azzardo, si sia elevata ai più importanti oggetti delle conoscenze umane". Così si esprimeva, circa due secoli fa, Blaise Pascal (Clermont-Ferrand, Puy-de-Dôme, 19 giugno 1623 – Parigi, 19 agosto 1662) matematico, fisico, filosofo e religioso francese a proposito dell' argomento che ci impegnerà in questo articolo: la probabilità, appunto. 1. La storia “Tutto ciò che non è lavoro è gioco”, recita un vecchio detto popolare, e noi partiamo proprio dalla storia del gioco per arrivare ad importanti concetti matematici e alla loro applicazione in ambiti molto diversi tra loro.

Che l'imperatore amasse il gioco è testimoniato da una sua lettera in cui afferma : “Abbiamo passato piacevolmente le festività [...] 2. 3. 4. La Rivoluzione scientifica: i domini della conoscenza. La nascita del calcolo delle probabilità in “Storia della Scienza” La Rivoluzione scientifica: i domini della conoscenza.

La Rivoluzione scientifica: i domini della conoscenza. La nascita del calcolo delle probabilità in “Storia della Scienza”

La nascita del calcolo delle probabilità Storia della Scienza (2002) Distrib var aleat. La curva di Gauss.