background preloader

Altre religioni: ma che vogliono?

Facebook Twitter

Come le sètte stanno captando adepti attraverso il cellulare. Shutterstock/Marcos Mesa Sam Wordley Dal 25 al 27 maggio, la città di Siviglia (Spagna) ha accolto il X Congresso (Inter) Nazionale di Psicologia Giuridica e Forense, al quale ha partecipato la giovane spagnola Alejandra Sánchez Acosta, laureata in Psicologia e che attualmente svolge la tesi di dottorato sull’azione delle sette nel cyberspazio.

Come le sètte stanno captando adepti attraverso il cellulare

Il suo intervento al congresso era intitolato “Captazione nel mezzo digitale. L’uso di tecniche di persuasione nelle sette”. Abbiamo voluto sapere a quali conclusioni sta arrivando nella sua indagine con questa intervista. In che modo usano Internet le sette? Internet ha cambiato senz’altro il nostro modo di intendere la società, le relazioni, le comunicazioni… Questi gruppi sono esperti nell’adattarsi ai cambiamenti sociali. Pagine web, reti sociali, forum, canali di video… possiamo trovare la presenza di questi gruppi in tutti i formati possibili. 130 Imam negano i funerali agli attentatori di Londra e Manchester (06/06/2017) Sono più d 130 gli imam e i leader religiosi islamici in Gran Bretagna e in altri Paesi occidentali che hanno dichiarato, in una lettera congiunta, il proprio rifiuto a celebrare i funerali degli attentatori di Londra e Manchester, invitando altri imam a fare lo stesso.

130 Imam negano i funerali agli attentatori di Londra e Manchester (06/06/2017)

“Noi, Imam musulmani e leader religiosi, condanniamo i recenti attacchi terroristici di Manchester e di Londra, nei termini più duri possibili.” Per un dialogo non ingenuo. Se l’appartenenza etnico-religiosa li distingue, lega i tre co-autori di questo libro la voglia di non buttare alle ortiche il dialogo franco tra culture e tra credenti.

Per un dialogo non ingenuo

A partire dalle proprie esperienze personali. (g.s.) - Un dato accomuna i tre co-autori di questo volume: insegnano arabo in università. Per il resto li “divide” l’appartenenza etnico-religiosa e li lega la voglia di non buttare alle ortiche il dialogo franco tra culture e tra credenti. Scrive Paolo Branca che quando si tratta di dialogo interreligioso e interculturale «troppa retorica ha compromesso una spassionata trattazione dell’argomento.

Si è passati quasi automaticamente da muri apparentemente impenetrabili a troppo facili “vogliamoci bene” a poco prezzo. Gli autori occupano le pagine di questo libro in modo ineguale. Moulay Zidane El Amrani parte dell’incontro dell’agosto 1985 tra papa Giovanni Paolo II e 80 mila giovani cristiani e musulmani – tra i quali anche lui – nello stadio di Casablanca, in Marocco. Vaisakhi: la primavera dei Sikh a Novellara. Il rosso, il giallo e l'azzurro.

Vaisakhi: la primavera dei Sikh a Novellara

E ancora il verde, il bianco, l'indaco e tanto arancione. Una preghiera comune a tutte le religioni è possibile? Buongiorno don Rizzolo, le chiedo se non sia mai stata presa in considerazione dai capi delle diverse religioni (o almeno di quelle più rappresentative) l’eventualità di “concordare” un comune testo di preghiera, anche breve, da recitare nei riti delle religioni stesse.

Una preghiera comune a tutte le religioni è possibile?

È un’idea ricorrente nei miei pensieri, anche se penso che sia già stata formulata ed elaborata. Non sono preparato sull’argomento, mi auguro che almeno il Padre nostro sia condiviso da tutti i cristiani (cattolici, ortodossi, anglicani, luterani, calvinisti, battisti eccetera). Se però, vista anche la recente “maggior vicinanza spirituale” con il grande imam del Cairo, si potesse concordare una comune invocazione, penso che questo elemento possa rappresentare un grandissimo passo avanti.

Tanto più che, magari, si può proporre alla controparte di fare una prima mossa in tal senso. It.pinterest. Come e quando si sono diffuse le 5 principali religioni nel mondo. Calendario Interreligioso. “La mia lotta per le donne dentro al mondo islamico” «è un lungo viaggio e siamo solo all’inizio, non sappiamo ancora dove ci condurrà».

“La mia lotta per le donne dentro al mondo islamico”

Vive da sempre tra due mondi, la giornalista e scrittrice danese Sherin Khankan, una delle pochissime imam donne dell’Occidente, che oggi a Torino per Biennale Democrazia parla di «Donne e religioni: emancipazione e oppressione». Figlia di un’infermiera cattolica finlandese e di un rifugiato siriano torturato e imprigionato per opposizione al regime, ha una laurea in Sociologia delle religioni e Filosofia a Copenaghen e un master a Damasco.

«Sono stata allevata tra due culture e religioni e credo che il mio destino sia fare da ponte: sono una specie di diplomatica. Metto il velo solo per pregare e non mi identifico con una nazionalità: la mia casa è la mia famiglia». Qual è l’insegnamento più importante che ha avuto da sua madre e da suo padre? «Mia madre viene dalla campagna, è cresciuta con sette fratelli e sorelle, in una comunità stretta in cui tutti erano abituati a dare una mano. E suo padre? I LUOGHI DELL'ISLAM. La regola d'oro delle religioni. The Meaning Behind Famous Symbols #Infographic. Agenzia Fides - ASIA/PAKISTAN - L'Africa premia un prete e un imam pakistani per l'armonia interreligiosa. Lahore (Agenzia Fides) - Un premio per come costruiscono l'armonia interreligiosa nel lavoro quotidiano, un'opera che è di esempio per tutto il continente africano: con queste motivazioni la sezione africana dell'organizzazione internazionale “United Religions Initiative” ha assegnato il "Premio per l'Armonia Interreligiosa" 2017 al prete domenicano James Channan e ad Abdul Khabir Azad, grande Imam della moschea reale a Lahore, una delle più grandi dell'Asia.

Agenzia Fides - ASIA/PAKISTAN - L'Africa premia un prete e un imam pakistani per l'armonia interreligiosa

Simboli delle religioni. BUDDISMO. INDUISMO. ISLAM. SHINTOISMO.