background preloader

TOURISM

Facebook Twitter

Web Marketing Turistico. Speciale TripBarometer: tutti i trend di viaggio 2016. Per festeggiare il Natale e l’anno nuovo TripAdvisor pubblica una speciale edizione del suo atteso sondaggio TripBarometer.

Speciale TripBarometer: tutti i trend di viaggio 2016

Per svelare i trend di viaggio del 2016 il Gufo ha intervisto 44.000 tra utenti e albergatori di tutto il mondo (oltre 3.000 solo in Italia). Le previsioni annunciano una buona dose di ottimismo in hotel e voglia di partire crescente nei viaggiatori. La gente sente il bisogno di viaggiare perché crede nel potere terapeutico dei viaggi. D’altra parte gli albergatori pensano che quello in arrivo sarà un anno buono per alzare le tariffe e anche per investire di più, sia sull’hotel che sul marketing e sullo staff. Le statiche tratte dal nuovo TripBarometer sono davvero tante: noi abbiamo selezionato i dati di maggiore interesse per il settore alberghiero. #1 – I viaggiatori sono disposti a spendere di più Un terzo dei viaggiatori ha dichiarato che intende spendere di più per organizzare le proprie vacanze nel 2016: l’incremento della spesa andrà dal 30 al 40% in più.

Speciale TripBarometer: tutti i trend di viaggio 2016. Trivago Quality Test. Free - Skift Products. Get Access Now monthly subscription $345/mo annual subscription $1595/yr Subscribe annually for single-user access, all reports in Skift library & all future reports for duration of subscription. enterprisesubscription Multi-user license for access to all of our reportsContact us for more information on enterprise pricing.Contact us for more information on enterprise pricing.

Free - Skift Products

Sign Up Today. Prenota B&B in Montagna, Appartamenti e Hotel in Alto Adige. Trivago apre Direct Connect agli alberghi indipendenti per le prenotazioni dirette. Instant Booking di TripAdvisor ha rappresentato una svolta significativa per il panorama dei metasearch, tanto da far pensare a molti che potesse creare maggiore concorrenza tra le OTA.

Trivago apre Direct Connect agli alberghi indipendenti per le prenotazioni dirette

Sembra ora che anche Trivago abbia deciso di seguire un percorso simile con Direct Connect, permettendo anche agli hotel indipendenti di essere prenotati direttamente dal portale. Nonostante Direct Connect sia disponibile già dal 2009 per le catene alberghiere, la piattaforma di prenotazione diretta è stata recentemente aperta anche agli hotel indipendenti, che potranno così interfacciarsi con il metamotore come già accade con Instant Booking per ottenere così prenotazioni dirette. Attualmente Direct Connect di Trivago è disponibile in versione beta e la sua espansione anche agli hotel indipendenti è stata accompagnata da alcune dichiarazioni di Johannes Thomas, Managing Director responsabile del dipartimento Hotel Relations di Trivago: The Connected Traveller by EyeforTravel. This unique event brings together the savviest digital pioneers from across travel, retail, airports, airlines, ground transportation and hospitality industries to discuss how to leverage the latest tech innovations, data and partnerships to increase customer engagement, ancillary sales and grow brand loyalty.

The Connected Traveller by EyeforTravel

Never before has the opportunity (and risk of losing market share) for your business been greater! Download NowGet your Connected Traveller info pack. Webinar: How iBeacons and Location will change travel. What are beacons and will they be the key to unlocking contextual intelligence in the travel & hospitality sector?

Webinar: How iBeacons and Location will change travel

Mobile is transforming many industries, travel as much as any. The out-of-home, often in unfamiliar places, nature of travel has made it almost a perfect fit for mobile as a technology. The ability to be connected at all times has created the expectation that any desired information or service is available, on any device, in context, at your moment of need. Beacons are a hot new technology which may finally deliver on that expectation. However, most of discussion around beacons has been limited to changing the in-store retail shopping experience. And while the traveler is often the focus of our attention, our employees have this expectation as well. Watch and hear Glenn Gruber from Propelics discuss how beacons could be the key to enabling new applications where other technologies like NFC have failed. How iBeacons are transforming the travel industry. A lot of retail brands have started capitalizing on Beacon technology to attract foot traffic to stores.

How iBeacons are transforming the travel industry

This week, Facebook has announced their Bluetooth beacons test in New York City for hundreds of small to medium sized businesses, enabling brands to have the ability to connect with people on-site. While it's still too early to tell how effective beacon technology is, it didn't deter travel brands from experimenting. Brands like Marriott have rolled out a program called LocalPerks for customers to experience extra surprises and delights such as free wine and appetizers while staying at specific properties.

Ancillary Revenue: perché il 50% degli hotel ne farà una priorità nel 2015. Ryanair e le altre compagnie di volo low-cost ne hanno fatto uno stile di vita e una fonte vitale di guadagno.

Ancillary Revenue: perché il 50% degli hotel ne farà una priorità nel 2015

Perché invece nel settore alberghiero, quando si parla di revenue management, ci si concentra spesso solo sulle tariffe della camera senza valutare se e come sfruttare le revenue da servizi aggiuntivi? In un mercato in cui i viaggiatori mirano non solo a soggiornare, ma a vivere esperienze più complete e coinvolgenti, le ancillary revenue potrebbero rivelarsi un vero vantaggio competitivo o addirittura un’ancora di salvataggio.

Sono tanti gli hotel italiani che hanno ristoranti, spa e numerosi altri servizi aggiuntivi che però a conti fatti non trovano posto nella strategia di revenue management. Il recente studio condotto da EyeforTravel dal titolo Ancillary Revenues in Hospitality Industry sulla base di un sondaggio rivolto a 218 revenue manager di strutture ricettive ha rivelato che: