background preloader

PNSD

Facebook Twitter

TEAM DIGITALE. Mi presento Liboria (Lidia per gli amici): docente di italiano, blogger, webmaster handmade, formatore e media educator con il pallino dell’uso dei linguaggi mediali nella quotidianità didattica, un uso finalizzato all'inclusione dei diversi talenti degli alunni.

TEAM DIGITALE

Sulla tematica e-inclusion ho già pubblicato articoli su riviste specializzate e partecipato come relatore a Convegni Nazionali. Ho iniziato la mia avventura con le ICT da quasi 20 anni, il primo blog aperto con i miei alunni è datata 2003 sulla mitica piattaforma Splinder. Nel corso degli anni ho sperimentato assieme a loro vari tipi di "medium" legati al web al video-editing, alla fotografia alla web-radio, al fumetto al giornalismo scolastico. L’interesse per i linguaggi mi ha portato alla Laurea Magistrale in Teorie e Metodi dell’E-learning e della Media Education e da qui a fare la formatrice nel campo della Media Education. Come collOCarsi qui? E' la mancanza di senso ad uccidere la scuola.

TEDx

Dentro la scuola digitale. Materiali Scaricabili. IISS "Marco Fanno" - Via Filzi 40 - 31015 Conegliano (TV) - Telefono: 0438-24311/411153 - Fax: 0438-23704E-mail: TVIS00900A@istruzione.itQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots.

Materiali Scaricabili

E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - PEC: TVIS00900A@pec.istruzione.itQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Responsabile Sito: Fuser Alberto - E-mail Sito: sitofanno@libero.itQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Note legali | Privacy | Crediti. Formazione ds. PNSD e dirigenti scolastici:alcuni pensieri Sintesi dell'intevento di oggi:il PNSD dalla parte del DS Il sapore dell'inclusione:comunicare a tutti Gli ingredienti per il riuso Accessibilità, cioè l'arte delcomunicare inclusivo Scrivere testi per essrere lettida tutti Un segnalibro per ricordare alcune regole Documenti ben formati con gli stili Consigli dicomunicazione inclusiva Sintesi:Linee guida in materia di accessibilità delle informazioni pdf ben formati con segnalibri: perché è meglio PNSD con segnalibriper sfogliarlo meglio.

35 punti per capire tutto sul Piano Nazionale Scuola Digitale. Martedì 27 ottobre il ministro dell’istruzione Stefania Giannini ha presentato il Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD), un documento pensato per guidare le scuole in un percorso di innovazione e digitalizzazione, come previsto nella riforma della Scuola approvata quest’anno (legge 107/2015 – La Buona Scuola).

35 punti per capire tutto sul Piano Nazionale Scuola Digitale

Il documento ha funzione di indirizzo; punta a introdurre le nuove tecnologie nelle scuole, a diffondere l’idea di apprendimento permanente (life-long learning) ed estendere il concetto di scuola dal luogo fisico a spazi di apprendimento virtuali. Le azioni previste, (35 punti), sono state già finanziate, attingendo alle risorse messe a disposizione dalla legge La Buona Scuola e dai Fondi strutturali Europei (Pon Istruzione 2014-2020) per un totale di un miliardo di euro. Il Piano sarà attuato da qui al 2020. Abbiamo letto il PNSD per capire quanti soldi verranno spesi sulle singole azioni e come si intende attuarle. Digitale tra i banchi: i numeri Tempi: da oggi al 2020. Learning Spaces:il modello Indire per gli spazi della scuola. Seminario Regionale PNSD USR Toscana 14 dicembre 2015 - Lucca - Prima parte. 07 - La settimana del PNSD 2015 - Enzo Zecchi. 05 - La settimana del PNSD 2015 - Damien Lanfrey.

La scuola digitale e i suoi Stati Generali a Bergamo tra bilanci e progetti - Macitynet.it. Con lo smartphone ormai considerato una estensione naturale del nostro corpo parlare di carenza di strumenti tecnologici a scuola sembra un’assurdità ma il problema che si pone agli insegnanti finalmente entrati “programmaticamente” nell’era digitale con gli sforzi che sta facendo il Ministero dell’Istruzione con le sue iniziative sulle competenze e sugli animatori digitali è come trasporre una abilità che i ragazzi magari riservano al gioco e alla frequentazione dei social verso il piano dell’educazione, dell’apprendimento, della crescita culturale.

La scuola digitale e i suoi Stati Generali a Bergamo tra bilanci e progetti - Macitynet.it

Bergamo è geograficamente un’area ricca dal punto di vista delle risorse ma anche delle idee ed è anche la patria di Dianora Bardi che con la sua pluriennale attività come ricercatrice e insegnante in quest’area della Lombardia ha portato l’ononimo metodo Bardi-ImparaDigitale o della Classe/scuola scomposta ad essere adottato da decine di scuole italiane. I ragazzi si presentano. Stati Generali della Scuola Digitale.