background preloader

PNSD

Facebook Twitter

PNSD: per una formazione sostenibile alla didattica innovativa e digitale – BRICKS. Formatrice Esperta di DS, DSGA, AD, Team, Docenti flavia.giannoli@gmail.com Scarica la versione PDF del lavoro Introduzione Una scuola di qualità ha bisogno innanzitutto di personale docente professionalizzato, preparato ad una professione strategica e delicata che implica una responsabilità sociale importante, anche nell’ottica del futuro del Paese. oggi questa preparazione non può prescindere dall’utilizzo delle nuove tecnologie per supportare una didattica attiva e coinvolgente gli allievi.

PNSD: per una formazione sostenibile alla didattica innovativa e digitale – BRICKS

Home ~ Schoolkit - accompagnamento innovativo del PNSD. Piano Nazionale Scuola Digitale, anno secondo: le nuove sfide. Il PNSD si avvia ad entrare nel secondo anno di operatività e l’attenzione da parte delle scuole e degli osservatori non sembra essersi attenuata.

Piano Nazionale Scuola Digitale, anno secondo: le nuove sfide

In positivo, sono ancora ben vive l’aspettativa e la spinta propositiva, ma stanno emergendo anche criticità alle quali è opportuno porre rimedio, possibilmente in tempi brevi. La tempistica di attuazione, ad esempio, oscilla tra accelerazioni (giudicate da taluni eccessive) e ritardi o sovrapposizioni. Formazione docenti, si fa sul serio… Ieri la ministra Giannini ha presentato il tanto atteso Piano per la formazione dei docenti, facendo seguito alla Nota ministeriale del 15 settembre scorso che ne anticipava i punti cardine.

Formazione docenti, si fa sul serio…

A una approfondita lettura il documento sembra convincere abbastanza, in primo luogo perché da un lato crea un framework ben definito con l’individuazione sia delle aree prioritarie di formazione che le modalità di attuazione, dall’altro garantisce -e anzi sollecita- alle singole scuole di redigere un proprio piano formativo, sempre triennale, ispirato a quello nazionale ma adatto ai bisogni formativi che ogni istituto avrà cura di individuare coinvolgendo direttamente i propri docenti e che dovrà far parte integrante del PTOF. Di seguito vorrei mettere in evidenza i punti di forza e le criticità che a mio avviso caratterizzano il Piano nazionale 2016-2019, prendendo da esso ampi spunti. 1.

Il portfolio professionale del docente 2. 1 Area delle competenze relative all’insegnamento (didattica) Al via il Piano Nazionale per la formazione degli insegnanti: si punta su lingue e competenze. Un investimento di 325 milioni di euro per la formazione degli insegnanti in servizio, che diventa obbligatoria, permanente e personalizzata; la definizione di 9 priorità tematiche tra cui digitale, lingue e prevenzione del disagio giovanile; l’istituzione di una Carta del docente per lo sviluppo professionale degli insegnanti, con un investimento di 1,1 miliardi di euro.

Al via il Piano Nazionale per la formazione degli insegnanti: si punta su lingue e competenze

Formazione dei docenti di ruolo diventa obbligatoria, con portofolio digitale. Lezioni in presenza o a distanza, sperimentazione didattica, progettazione. Tutte le novità – Orizzonte Scuola. Comunicato Miur – Più risorse rispetto al passato, una maggiore qualità dei percorsi formativi, nove priorità nazionali di formazione individuate dal Ministero da declinare all’interno di percorsi personalizzati per ciascun docente.

Formazione dei docenti di ruolo diventa obbligatoria, con portofolio digitale. Lezioni in presenza o a distanza, sperimentazione didattica, progettazione. Tutte le novità – Orizzonte Scuola

Sono le principali novità del Piano nazionale per la formazione degli insegnanti presentato oggi dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini alla presenza di tre ospiti internazionali: Andreas Schleicher , Direttore del Directorate of Education dell’ Ocse , Jordan Naidoo , Direttore della Divisione Education 2030 Support and Coordination dell’ Unesco , e Oon Seng Tan , Direttore del National Institute of Education di Singapore . Al centro della mattinata, il dibattito sull’importanza della crescita professionale dei docenti come pilastro del miglioramento dei sistemi educativi.

“Il Piano che presentiamo oggi ci allinea ai migliori standard internazionali. Piano per la formazione dei docenti: il documento. Piano Nazionale Scuola Digitale, anno secondo: le nuove sfide. Glossario del PNSD. Prot2915. Suggerimenti PNSD: Insegnare la Media Education ai giovani (e non solo a loro!) Digital Transformation: una roadmap per adulti. Anni amari, questi ultimi, di crescita lenta o addirittura di contrazione, di indebolimento generale delle posizioni, di fatica: anche estrema per i più piccoli e con rare, impercettibili soddisfazioni per i più grandi.

Digital Transformation: una roadmap per adulti

Pochi – fortunati o geniali – i veri sopravvissuti a questa perdurante situazione di stallo. Panico per LinkedIn, oltre 100 milioni di password rubate. Dal 2012. Brutta, bruttissima figura per LinkedIn.

Panico per LinkedIn, oltre 100 milioni di password rubate. Dal 2012

Sul mercato nero sono in vendita gli indirizzi di mail e le password di 117 milioni (c'è chi dice 164 milioni) di suoi utenti, che sono stati rubati all’azienda. Il guaio è che il furto risale a quattro anni fa ma viene annunciato in dettaglio soltanto adesso: prima si pensava che il danno fosse circoscritto (si fa per dire) a circa 6,5 milioni di persone. Home ~ Schoolkit - accompagnamento innovativo del PNSD. Come creare un archivio condiviso di materiali didattici ~ Schoolkit - accompagnamento innovativo del PNSD. In un tweet: Costruire un luogo virtuale (sito/cloud) dove catalogare il materiale e le attività svolte in classe utile a tutti i docenti della scuola.

Come creare un archivio condiviso di materiali didattici ~ Schoolkit - accompagnamento innovativo del PNSD

Autore: Annamaria Bove – Docente di Lettere e Animatrice Digitale Scuola Secondaria di I grado Solimena-De Lorenzo, Nocera inferiore (SA) Destinatari: Docenti Tipologia di scuola a cui è diretto: tutte le scuole di ogni ordine e grado Introduzione Descrizione. Uno Schema per la Formazione di Animatori, Team e Docenti: il Modello 3 S (Strategico, Sistemico, Situato) Abstract: Il contributo parte dall’analisi dell’attuale panorama di formazione messo in campo dal Miur per il Pnsd.

Uno Schema per la Formazione di Animatori, Team e Docenti: il Modello 3 S (Strategico, Sistemico, Situato)

Rileva poi un certo grado di caos nella attuale e prossima strutturazione dei percorsi formativi presso scuole polo e snodi. Individua strategie di miglioramento che possano uniformare i percorsi di formazione docente su scala nazione. Propone un modello di formazione denominato “3 S” (Strategico, Sistemico, Situato). In base a questo modello la formazione degli Animatori dovrebbe avere un impianto Strategico, mirare cioè al lungo periodo; quella del Team un approccio Sistemico, utile all’implementazione di determinate strategie e tecnologie all’interno della singola scuola; quella del restante corpo docente un impulso Situato, capace di intervenire sulle singole e specifiche esigenze della stragrande maggioranza del corpo docente italiano. Anna Rita Vizzari: Repertorio contenuti PNSD - ... Schede idee. Il Piano Nazionale Scuola Digitale: interventi ...

MIUR - Scuola Digitale. Gianni Marconato su PSND, apprendimento e tecno... #PianoScuolaDigitale: evento sardo e mappa mentale. Piano Nazionale Scuola Digitale - La Buona Scuol@ 3.0. Piano Nazionale Scuola Digitale - La diretta streaming. PNSD.pdf. Il PNSD spiegato in 35 punti - Google Docs. Moving Students From Digital Citizenship To Digital Leadership. Moving Students From Digital Citizenship To Digital Leadership by TeachThought Staff Digital Citizenship has become one of the more symbolic phrases that represents the significant impact technology has made on our behavior and interactions. What is the definition of digital citizenship? A couple of years ago, Terry Heick offered that digital citizenship is “The quality of habits, actions, and consumption patterns that impact the ecology of digital content and communities.”

In short, it’s taking care of the “things” we depend on in digital spaces. This isn’t an easy concept for many students to wrap their head around, as it involves aspects of scale, permanence, and credibility that they are just beginning to wrestle with. This is all big picture thinking that is, somehow, easy to miss. The Visual Which brings us to the visual above. The idea behind the shift? Moving Students From Digital Citizenship To Digital Leadership; image attribution Sylvia Duckworth. Piano Nazionale Scuola Digitale. AIF - Laboratorio scuola digitale Caterina Policaro. MIUR - Scuola Digitale.