background preloader

CYBERBULLSIMO

Facebook Twitter

La 14enne che si suicida dopo gli insulti dei cyberbulli su Ask.fm. Era stata vittima di cyberbullismo la ragazzina di 14 anni che si è tolta la vita domenica scorsa, lanciandosi dal tetto dell’ex hotel Palace di Cittadella (Padova).

La 14enne che si suicida dopo gli insulti dei cyberbulli su Ask.fm

Come ha spiegato il Mattino, la giovane, originaria del centro padovano di Fontaniva, aveva manifestato il suo disagio su Ask.fm, un noto social network basato su domande e risposte, con più di 60 milioni di utenti (soprattutto tra gli under 18). Se sulla chat di Ask.fm la 14enne tentava di sfogarsi, rivelando le sue difficoltà e il suo sentirsi oppressa, c’era chi, tra gli utenti, potrebbe aver spinto la ragazza a quel gesto disperato, attraverso insulti pesanti.

Per la Procura di Padova però non vi sarebbero gli estremi per procedere sull’ipotesi di “istigazione al suicidio”, dopo le offese dei coetanei su Ask: nessun fascicolo d’inchiesta è stato aperto con questa ipotesi di reato. Non è la prima volta che il social diventa “ostaggio” del bullismo in rete. Cyberbullismo in Neologismi. Cyberbullismo s. m. Bullismo virtuale, compiuto mediante la rete telematica. ◆ [tit.] Cyberbullismo, il nuovo pericolo per i giovani arriva sul web [testo] […] Si chiama «cyberbullismo». Nel giro di un anno, sarà una parola familiare agli esperti. Cyberbullismo. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Cyberbullismo

Il contenuto di questa e-mail è un esempio di cyberbullismo Il cyberbullismo o ciberbullismo (ossia «bullismo online») è il termine che indica un tipo di attacco continuo, ripetuto e sistematico attuato mediante la rete. Il termine cyberbullying è stato coniato dall'educatore canadese Bill Belsey. I giuristi anglofoni distinguono di solito tra il cyberbullying (cyberbullismo), che avviene tra minorenni, e il cyberharassment ("cybermolestia") che avviene tra adulti o tra un adulto e un minorenne[1]. Tuttavia nell'uso corrente cyberbullying viene utilizzato indifferentemente per entrambi. Oggi il 34% del bullismo è online, in chat, quest'ultimo viene definito cyberbullismo. Confronto tra cyberbullismo e bullismo[modifica | modifica wikitesto] Rispetto al bullismo tradizionale nella vita reale, l'uso dei mezzi elettronici conferisce al cyberbullismo alcune caratteristiche proprie: Tipi di cyberbullismo[modifica | modifica wikitesto] Smith et al.

Chiapasco-cario.pdf. Disconnect Trailer Ufficiale Italiano (2014) - Jason Bateman Movie HD. Dilaga il virus del cyberbullismo, in Italia vittima uno studente su quattro. Il caso più eclatante, nel mondo, è stato quello di Amanda Todds, un paio di anni fa in Canada.

Dilaga il virus del cyberbullismo, in Italia vittima uno studente su quattro

A 15 anni si uccide dopo aver lasciato un video su Youtube denunciando di essere vittima di cyberbullismo - il bullismo su web o su cellulari - ponendo l’accento sulla sua condizione di fragilità e solitudine. Tutto comincia così: su una chat qualcuno le fa i complimenti, con un po’ di ingenuità lei cede alla richiesta di donargli una foto del suo seno nudo, poi lui comincia a insultarla, minacciarla, a diffondere la foto ovunque fino a farle cambiare scuola. Da lì un vortice senza fine, fino al gesto estremo.

Una storia, quella di Amanda, che purtroppo abbiamo ascoltato tante volte, in altre forme. Indice puntato soprattutto contro le chat, i blog e la messaggeria istantanea: terreno fertilissimo per aggressioni virtuali che provocano depressioni, ansie, frustrazioni, problemi scolastici e familiari. Ma quali sono le modalità del cyberbullismo? Internet, approvato il primo Codice contro il cyberbullismo. ROMA - Un tentativo di contrastare un fenomeno allarmante, che colpisce soprattutto i giovani e i più deboli.

Internet, approvato il primo Codice contro il cyberbullismo

La bozza del primo Codice di autoregolamentazione per il contrasto al cyberbullismo è stata approvata durante la riunione tecnica presieduta dal viceministro dello Sviluppo economico, Antonio Catricalà, con l'accordo dei rappresentanti delle istituzioni (come Agcom e Garante per l'infanzia), le associazioni italiane del settore elle associazioni (Confindustria digitale, Assoprovider, eccetera) e i colossi globali come Google e Microsoft.

Il testo prevede che gli operatori della Rete, e in particolare coloro che agiscono all'interno dei servizi social, si impegnino fermare qualsiasi episodio di cyberbullismo segnalato dagli utenti. Catricalà ha espresso la propria soddisfazione per l'accordo raggiunto: "E' il primo risultato concreto del tavolo tecnico sul fenomeno su un tema così delicato e rilevante per la vita dei nostri giovani e giovanissimi". Internet Safer Day, la sicurezza sul web comincia in famiglia. LO SVILUPPO del web ha fornito all'uomo opportunità inimmaginabili fino a qualche decennio fa.

Internet Safer Day, la sicurezza sul web comincia in famiglia

E ha cambiato radicalmente la sua vita. Ma non bisogna dimenticare che la rete, come ogni cosa, nasconde anche insidie da cui bisogna sapersi difendere e che spesso vedono come vittime i cosiddetti "nativi digitali", giovani ragazzi cresciuti con le tecnologie e ormai abituati ad un uso massiccio di internet fin da piccolissimi. Proprio per non abbassare la guardia rispetto a questo pericolo e per contribuire alla costruzione di un web migliore da 12 anni si celebra ogni 10 febbraio il "Safer Internet Day", promosso dall'Unione europea, un giorno dedicato alla prevenzione e alla formazione contro i pericoli di internet.

Quest'anno il tema della giornata è "Let's create a better Internet together", un invito rivolto a tutti (politici, famiglie, operatori del settore) a lavorare insieme per costruire un Internet migliore per tutti, ma soprattutto per i bambini e per i più giovani.