background preloader

Realtà aumentata

Facebook Twitter

Google Cardboard: come portare la realtà virtuale in classe - GRIMPO! Google Cardboard è davvero stupefacente e può essere utilizzato in molti modi davvero interessanti in classe: Cardboard si aggiunge agli strumenti a nostra disposizione per implementare una vera didattica digitale capace di migliorare davvero il nostro modo di fare lezione.

Google Cardboard: come portare la realtà virtuale in classe - GRIMPO!

Innanzitutto una domanda: cos’è Google Cardboard? Google Cardboard è un’app a firma Google [scaricabile cliccando qui] che permette a tutti di poter godere di una realtà virtuale attraverso un “visore” che costa solo pochi euro (e con pochi intendiamo meno di 5 euro come in questo caso, in vendita su Amazon). Il concetto alla base di Google Cardboard è semplice e geniale infatti basterà procurarsi: uno strumento per la VR (Virtual Reality): ossia il nostro smartphoneun visore: quello in vendita su Amazon oppure sullo store di Googlel’app Cardboard per accedere a Google Earth, visite guidate, video, opere d’arte, foto panoramiche, per un’esperienza virtuale davvero interessante e bella da provare. CoSpaces: in 7 minuti. CoSpaces. ColAR Mix - 3D Coloring App.

Un video della TED che spiega gli usi dei codici QR da parte di un'insegnante. Tutorial Aurasma #1: realta’ aumentata. Realtà Aumentata per L’educazione. Un esempio di storytelling: La realtà aumentata a scuola. Augmented Reality - Pedagogia e didattica. Cos'è la Realtà Aumentata?

EXPERENTI serve a distanziarsi dalla concorrenza in un mercato saturo e annoiato dai soliti messaggi pubblicitari.

Cos'è la Realtà Aumentata?

L’azienda privata, l’Ente e la PA possono comunicare ed interagire con i propri interlocutori in modo innovativo, sorprendete e diretto. I campi d’applicazione sono i più numerosi, a seconda dell’obiettivo perseguito, solo per citarne alcuni: Architettura - in questo settore EXPERENTI può aiutare a concretizzare l’aspetto grafico, attraverso: la creazione di rendering in 3D dalla bozza grafica della piantina, video in 3D o timelaps utili per far capire il processo di realizzazione del progetto video/interviste a supporto di spiegazione Editoria e Education – EXPERENTI diventa un valido alleato soprattutto nell’area della formazione, ideale per insegnare o meglio guidare l’utente in modo interattivo, come: Cataloghi – anche in questo settore EXPERENTI aiuta a trasmettere in modo concreto il progetto, grazie a: Enogastronomia Architecture Publishing and Education Brochures.

Realtà aumentata - Cos’è. Augmented reality. What is augmented reality? I QR Code nella didattica. Il QR Code, letteralmente Quick Response Code, ovvero Codice di risposta rapida è stato sviluppato per permettere una rapida consultazione delle informazioni contenute al suo interno, si tratta di un'immagine digitale che permette di accedere a moltissime informazioni e contenuti provenienti da internet, direttamente sui nostri dispositivi.

I QR Code nella didattica

Quadrati composti a loro volta da una sequenza di quadrati più piccoli bianchi e neri (nella maggior parte) ma anche a colori, ormai presenti su tutti i prodotti commercializzati, non a caso conosciuti anche come codici a barre a 2 dimensioni. Scansionando il codice è possibile consultare tutte le informazioni a cui esso rimanda. Possibilità di utilizzo nella didattica È anche possibile segnalare i diversi ambienti di una scuola, per esempio per dare informazioni ai nuovi arrivati, magari in differenti lingue; oppure realizzare delle cacce al tesoro, ricercando gli indizi nelle risorse inviate; dare indicazioni per raggiungere un determinato luogo. QR Codes per la didattica. Li conosciamo tutti!

QR Codes per la didattica

Li vediamo ormai da anni sulle confezioni di molti prodotti che acquistiamo al supermercato, oppure sui cartelli informativi di musei e luoghi pubblici, nelle brochure di mostre e spettacoli, sulle copertine dei libri, su alcuni biglietti da visita e ultimamente persino sui menù di ristoranti e pizzerie. I codici QR o Quick Response Codes rappresentano un’evoluzione dei codici a barre numerici e possono fornirci moltissime informazioni. Gli strani quadratini di questi codici bidimensionali ci collegano direttamente ai siti web di riferimento con la sola scansione dai nostri dispositivi mobili (smartphones e tablets).

Ma come possiamo usarli nella didattica? Non solo nelle classi 2.0 ma persino in un’aula priva di tecnologia – laddove spesso i ragazzi possiedono già degli smartphone con connessione a Internet – i codici QR possono rappresentare una pratica scorciatoia per accedere alle più svariate risorse web senza bisogno di digitare l’indirizzo URL. QR Code Generator: QR Stuff Free Online QR Code Creator And Encoder For T-Shirts, Business Cards & Stickers.