background preloader

Guarino Guarini

Facebook Twitter

Senza titolo | Flickr - Condivisione di foto! Villa Maggiordomo | Flickr – Condivisione di foto! Galleria: disegni architettura. Palazzo Madama 2011 china su lucido 70x100cm L'edificio più rappresentativo per la storia della Città in quanto con le sue strutture costruite, integrate e modificate lungo venti secoli ne testimonia per intero le vicende, dalla fondazione romana ai giorni nostri. Proprio per il carattere composito del suo aspetto si è ritenuta indispensabile una doppia veduta, in quanto la vista da nord ovest che propone la famosissima facciata barocca juvariana in primo piano tendeva a non rendere il giusto merito all'aspetto di castello medievale, che appare in tutta la sua imponenza invece nella vista diametralmente opposta, da sud est.

Entrambe le vedute presentano ampi scorci delle sale interne, raffigurate nella attuale ambientazione museale, altresì comprensiva della sistemazione ad hortus medievale della zona del fossato di recentissima inaugurazione (anno 2011). Cappella della Sindone di Guarino Guarini, Duomo di Torino, Illusione ottica matematica. La cupola è divisa in sei strati e man mano che si estende verso l'alto, l'altezza tra gli strati diminuisce. Questo crea l'illusione ottica di una cupola che si allontana. Questo perché quando una persona guarda la cupola, percepisce che le altezze (tra i vari strati) diminuiscono, mentre il cervello si aspetta che ogni strato sia uguale. Il diagramma qui a sinistra è stato creato per studiare questa illusione ottica: è la simulazione di una persona P in piedi sul pavimento della cappella mentre guarda verso l'alto la cupola. Il cono reale è rappresentato in nero, e le altezze crescenti dei livelli misurano rispettivamente 1,70, 3,00, 3,78, 4,49, 5,10 ed 5,69.

Le altezze mostrate in blu sono invece equidistanti 1,70 cm l'uno dall'altra. Le linee di vista (rosse) dall'occhio P attraversano le altezze reali sul cono (punti neri) e si estendono fino a che non si intersecano con le altezze equidistanti (teoriche). Guarino Guarini | Architettura barocca | Arte barocca. L'eccezionale ruolo assunto per oltre un secolo dall'architettura piemontese in ambito europeo trova una ragione storica nei programmi politici della dinastia sabauda.

Essi prevedevano tra l’altro un adeguato processo di ampliamento e abbellimento di Torino, promossa nel 1563 al ruolo di capitale. Solo nel 1666, con l'arrivo di Guarino Guarini, Torino assurge al ruolo di centro di proposte innovatrici in campo architettonico, proprio mentre a Roma l'architettura subisce un ripiegamento nella ripetitività di formule accademiche tardobarocche. Monaco, filosofo e matematico, Guarino Guarini nasce a Modena nel 1624. Nel 1639, all'età di soli 15 anni, entra nell'ordine dei Teatini.

In seguito si reca a Roma per studiare teologia, filosofia, matematica e architettura. Guarino Guarini: Palazzo Carignano, Torino Sul Guarini esercitano grande influenza l'interno di San Carlo e la facciata sud dell'oratorio, da poco tempo ultimati. Guarino Guarini: Cupola di S. Via Carlo Alberto, la via giardino. Via Carlo Alberto è una delle principali vie del centro di Torino ed è storicamente contraddistinta da una forte componente di giardini e aree verdi. Il luogo prende il nome dal Re di Sardegna Carlo Alberto di Savoia, figlio di Carlo Emanuele di Savoia-Carignano, la cui famiglia era proprietaria dell’omonimo palazzo che sorge sull’omonima piazza. In questo luogo un tempo si estendevano i giardini interni dell’imponente edificio barocco progettato da Guarino Guarini che, mediante mura di cinta, si raccordavano all’antistante edificio delle scuderie, che oggi ospita la prestigiosa sede della Biblioteca Nazionale.

L’area fu riorganizzata abbattendo le mura di cinta, dando luogo alla piazza tra il 1842 e il 1859. Piazza Carlo Alberto Torino L’ex giardino signorile, che comprendeva quindi anche le scuderie del Principe di Carignano, non è tuttavia il solo punto rilevante della storica architettura verde della via. Preesisteva un palazzotto seicentesco con androne passante e giardino”. Il segreto degli indiani di Palazzo Carignano. Quante volte siete passati in piazza Carignano?

E quante volte avete alzato lo sguardo per soffermarvi sulla splendida facciata di dell’omonimo palazzo, movimentata da uno splendido gioco di linee curve che spicca nella geometria architettonica torinese? L’edificio, progettato da Guarino Guarini nel 1679, in cui nacquero Carlo Alberto nel 1798 e Vittorio Emanuele II nel 1820, oltre ad avere ospitato il primo parlamento italiano, racchiude un segreto ed una fetta di storia poco conosciuta. Basta notare sulle finestre del piano nobile, il particolare fregio per viaggiare con la fantasia a riferimenti iconografici. Fatelo notare ad un vostro amico, vi dirà di certo che gli ricorda un indiano d’America, o per essere politicamente corretti un “Nativo Americano”, con tanto di copricapo di piume. Questa somiglianza non è un caso, bensì un desiderio ben specifico di tributare onore a parte dell’esercito piemontese del periodo e di raccontare un evento ai posteri in maniera più o meno celata. Guarino Guarini Timeline. San Lorenzo, Turin.

San Lorenzo, Turin - Guarino Guarini. Sources on San Lorenzo, Turin Roger H. Clark and Michael Pause. Precedents in Architecture. New York: Van Nostrand Reinhold, 1985. concentricity diagram, p203. transformation diagram, p208. — Updated edition available at Amazon.com Pierre Charpentrat. Living Architecture: Baroque Italy and Central Europe.

Photographs by Peter Heman. Sir Banister Fletcher. H. Christian Norberg-Schulz. John Julius Norwich, ed. Marvin Trachtenberg and Isabelle Hyman. Kevin Matthews. Find books about San Lorenzo, Turin Loading... Susan Klaiber | Architectural Historian. Unità Archivistica - Il Patrimonio - Archivio di Stato di Torino. Guarino Guarini architetto e matematico | MATEpristem. Guarino Guarini architetto e matematico Un pò di storia Guarino Guarini nasce nel 1624 a Modena.In giovane età entra a far parte dell’ordine dei Teatini che lo inviano a Roma per il noviziato. Trascorre nella città papale otto anni, dal 1639 al 1647, durante i quali ha modo di conoscere e studiare l’architettura barocca, soprattutto nell’interpretazione del genio borrominiano.

Dei grandi maestri barocchi, il giovane Guarino eredita il rigore costruttivo, la fantasia delle infinite articolazioni strutturali e il gusto del colore nella scelta dei materiali. Conclusi gli studi, torna nella città natale per essere ordinato sacerdote e per iniziare la carriera accademica con l’insegnamento della matematica e della fisica. Durante il lungo soggiorno torinese compie alcuni viaggi in Europa, a Praga e a Lisbona in particolare, in occasione di richieste di interventi.

Muore a Milano nel 1683. La cappella della Sindone a Torino fig.1.a. Fig.1.b. Fig.2. Fig.3. Fig.4. Fig.5. Note bibliografiche 1. 2. Guarini Drawings Online | Susan Klaiber. The Archivio di Stato in Turin has digitized many of the Guarini drawings among its holdings, and more should become available in the years ahead. The following list gives an overview of the material available at present; this information will be updated periodically as digitization progresses.

This large group of drawings contains material by Guarini and other architects. Click on “mappa” for each item to see the relevant drawing or folder of drawings. A smaller group of drawings prepared by Guarini or under his supervision for a convent of nuns at Racconigi, contemporary with his designs for the castello there. A single autograph drawing by Guarini with an unexecuted project for the salone vault in Palazzo Madama, Turin.

The digitization of this group of drawings for Palazzo Carignano by Guarini and others remains in progress, with many drawings still unavailable. Engraving “Chiave della cupola di S. Engraving of Guarini’s project for the Santuario della Consolata in Turin.