background preloader

Guerra Civile Spagnola

Facebook Twitter

Risorse, documenti, testi e media per lo studio e l'insegnamento della guerra civile spagnola

Guerra civile spagnola. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Guerra civile spagnola

La guerra, che portò al crollo della Seconda Repubblica Spagnola, segnò l'inizio della dittatura del generale Francisco Franco (il cosiddetto franchismo) che manifestava grande interesse per l'ideologia del fascismo e riuscì ad affermarsi grazie anche ai consistenti aiuti da parte della Germania nazista e dell'Italia fascista. La dittatura di Franco durò sino al 1975 e fu seguita dalla transizione spagnola. Contesto storico[modifica | modifica wikitesto] Frontespizio della carta costituzionale spagnola del 1931 Nel 1931 il re Alfonso XIII abbandonò la Spagna recandosi volontariamente in esilio, a causa delle pressioni dei partiti politici a lui ostili in seguito alla sconfitta dei suoi candidati nelle elezioni amministrative tenutesi l'anno prima.

Le elezioni generali del 1933 registrarono la vittoria di una coalizione di centro-destra che comprendeva i conservatori cattolici della Confederación Española de Derechas Autónomas (CEDA). 16 febbraio 14 marzo. Guernica, simbolo bombardato. Il filmato ricostruisce un doloroso capitolo della guerra civile spagnola: il bombardamento della cittadina basca di Guernica, avvenuto il 26 aprile del 1937.

Guernica, simbolo bombardato

Negli anni Trenta, la penisola iberica si era trasformata in una repubblica democratica. Ma all’esito delle libere elezioni, che nel 1936 videro vincitore il partito di sinistra, chiamato Fronte Popolare, si oppose con violenza la cosiddetta “Falange”, formata dai partiti di destra e appoggiata dai nazisti in Germania e dai fascisti in Italia, oltre che dalla forza armata spagnola. L’ondata crescente di episodi sanguinosi,che tormentarono il paese per tre anni, vide opporsi ai falangisti, guidati dal generale dell’esercito Francisco Franco, i sostenitori della repubblica.

Durante l’increscioso bombardamento su Guernica, rappresentato in un celebre quadro di Pablo Picasso, i falangisti utilizzarono aerei e piloti tedeschi per uccidere più di duemila civili loro concittadini, sorpresi in una tranquilla giornata di mercato. Tags. Fascisti e antifascisti: La Spagna nella guerra civile. Il filmato ripercorre le fasi salienti della disastrosa guerra civile di Spagna, dal suo dirompere con la reazione della cosiddetta “falange” di destra alla vittoria del Fronte Popolare delle libere elezioni nel 1936, all’avvento del regime di Francisco Franco e alla partecipazione dell’Italia fascista alla guerra in appoggio ai franchisti.

Fascisti e antifascisti: La Spagna nella guerra civile

Francisco Franco Bahamonde (Ferrol, 1892 – Madrid, 1975) cominciò la sua brillante carriera militare a soli vent’anni, quando, uscito dall’accademia militare di Toledo, si unì all’esercito spagnolo d’Africa, nell’ambito del quale ebbe modo di farsi notare per il valore militare. Nel 1935, il governo di José Maria Gil-Robles gli diede l’incarico di direzione dello Stato Maggiore. Con il trionfo elettorale del Fronte Popolare, il governo presieduto da Manuel Azaña lo destinò al comando generale delle postazioni militari delle Canarie.

Tags Condividi questo articolo Inserisci il codice nel tuo articolo. La guerra di Spagna. Il 17 luglio, in Marocco, insorsero contro il potere centrale di Madrid - retto da un governo di forze di sinistra raggruppate in un Fronte Popolare - alcune guarnigioni comandate dal generale Francisco Franco, elemento di spicco del mondo militare spagnolo.

La guerra di Spagna

Il governo repubblicano fece ogni tentativo per impedire che il paese precipitasse in una guerra civile, ma in quasi tutte le città della Spagna i militari aderirono alla sedizione franchista che raccolse attorno a sé le forze conservatrici della nazione. I rivoltosi furono sostenuti, sul piano militare, dalla Germania e dall`Italia. Gli interventi aerei nazisti e fascisti bombardarono i centri di resistenza infierendo anche sulla popolazione civile. Il governo di Madrid ottenne gli aiuti dall`Unione Sovietica e dalla Francia. Guerra di Spagna, breve storia. Storia della guerra civile La guerra civile spagnola del 1936-39 è la prova generale della Seconda guerra mondiale perché vede impegnate a sostegno delle due parti in lotta – più o meno direttamente e con differente peso militare – da un lato Inghilterra, Francia e Urss, e dall’altro Italia, Germania e Portogallo.

Guerra di Spagna, breve storia

La Spagna, dunque, è il teatro del primo scontro armato tra fascismo e antifascismo, con gli italiani – le camice nere di Mussolini da un lato, e gli oppositori del regime dall’altro – impegnati su entrambi i fronti. La Spagna negli anni Trenta La Spagna degli anni Trenta è ancora una realtà precapitalistica, ad eccezione di alcune zone fortemente industrializzate. Ai pochi grandi proprietari terrieri, infatti, si contrappone la massa di braccianti agricoli, operai e minatori, tra cui trovano terreno fertile le teorie e i movimenti socialisti; tra i ceti medi urbani, invece, si fanno strada, oltre a quelli socialisti, anche i movimenti democratico-repubblicani e anticlericali.