background preloader

Sports, news

Facebook Twitter

NeuroDoping: la nuova frontiera per le prestazioni sportive. Dimenticatevi flebo, siringhe e pasticche.

NeuroDoping: la nuova frontiera per le prestazioni sportive

L’ultima trovata per migliorare le prestazioni sportive di un’atleta riguarda direttamente il motore dei nostri movimenti: il cervello. Stimolazione cerebrale o Neurodoping per l’appunto. Una metodologia molto semplice che prende spunto dalla fortunatamente abbandonata pratica dell’elettroshock nei lontani anni ’50. In sintesi, la prassi è molto simile anche se il voltaggio è 500/1000 volte più basso: si posizionano due elettrodi ai lati della scatola cranica e si scarica corrente elettrica con l’intento di cambiare i livelli di eccitabilità dei neuroni da essa colpiti. La tecnica, nota come stimolazione transcranica a corrente continua (tDcs) era stata pensata per il recupero di alcune lesioni al cervello o al midollo spinale. La stimolazione transcranica può trovare terreno fertile in molti settori anche non sportivi come i videogiochi dal momento che aumenta la concentrazione e la velocità di reazione.

FOTO: www.gizmag.com. LACRIME DI BORGHETTI: Un amore piccolo piccolo. Adesso ce l’hanno tutti con Totti - beh, una minoranza invece lo difende, con argomenti tanto appassionati quanto inconsistenti; ma sono le stesse persone che vengono prese in giro dalle pagine facebook anti-gentiste e anti-complottiste, dunque non contano davvero.

LACRIME DI BORGHETTI: Un amore piccolo piccolo

Perfino Valdano ha detto, del resto giustamente e in maniera intelligente come è solito fare, che Totti dovrebbe riconoscere che è giunto il momento di lasciare. NASA astronaut Sunita Williams completes first-ever space triathalon. NASA astronaut Sunita Williams has completed the first triathlon in space, running, biking and "swimming" along with athletes in the Nautica Malibu Triathlon held in Southern California over the weekend.

NASA astronaut Sunita Williams completes first-ever space triathalon

"I'm happy to be done," Williams said from the International Space Station Sunday (Sept. 16) after she crossed the orbital finish line. "It wasn't easy, and I'm sure everybody in California's very happy to be done too. " Sunita Williams is the U.S. commander of the Expedition 33 crew aboard the space station, which is orbiting Earth about 240 miles (386 km) overhead. She used exercise equipment, including a stationary bike, treadmill and strength-training machine specially formulated for weightlessness, to simulate the triathlon experience in space. After "swimming" half a mile (0.8 km), biking 18 miles (29 km), and running 4 miles (6.4 km), Williams finished with a time of one hour, 48 minutes and 33 seconds, she reported. The triathlon wasn't her first orbital athletic achievement. Atletica - Corre per 100 giorni senza fermarsi mai - Yahoo Eurosport IT. Correre per 8.260,754 chilometri all’età di 60 anni?

Atletica - Corre per 100 giorni senza fermarsi mai - Yahoo Eurosport IT

Si può, certo che si può. L’impresa è stata realizzata da Lucio Bazzana, un artigiano bergamasco specialista in maratone, che ha compiuto la pazzesca impresa di correre per 100 giorni consecutivi fermandosi soltanto per espletare i naturali bisogni fisiologici. Kramer non ricordo più nulla.

SoccerWorldCup 2014

Valentino Rossi News - Davide Brivio: "Nel 2015 non sarà pilota Suzuki" Rientro nel 2015 Davide Brivio è ancora un "uomo" di Valentino Rossi (e suo grande amico), per il Dottore cura il marketing della azienda di abbigliamento e gadget VR46, ma sta preparando anche il rientroin MotoGP di Suzuki per la quale sarà team manager e spiega: “Suzuki mi ha chiamato per organizzare la squadra corse, abbiamo iniziato a provare a maggio sul circuito di Motegi per due giorni con Randy de Puniet.

Valentino Rossi News - Davide Brivio: "Nel 2015 non sarà pilota Suzuki"

Pistorius e la «rabbia da steroidi» Le sostanze che fanno esplodere la psiche. Il caso dell'atleta sudafricano Pistorius e la «rabbia da steroidi»Le sostanze che fanno esplodere la psiche Gli anabolizzanti vengono assunti in dosi crescenti con rischio di forti alterazioni del comportamento nei soggetti predisposti.

Pistorius e la «rabbia da steroidi» Le sostanze che fanno esplodere la psiche

Il caso Alex Schwazer

Tyson, il pene finto per aggirare l'antidoping dopo le botte sul ring. ROMA.

Tyson, il pene finto per aggirare l'antidoping dopo le botte sul ring

Personaggi sportivi. Personaggi influenti, mondo odierno, personalità. Società, attualità, personaggi influenti. Daspo. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Daspo

Cenni storici[modifica | modifica sorgente] La normativa introdotta in Italia per contrastare la violenza in occasione o a causa di manifestazioni sportive nasce in particolare per le partite di campionati di calcio, infatti il problema della violenza durante le manifestazioni sportive esplose in tutta la sua gravità il 29 maggio 1985, in occasione della finale di coppa dei campioni tra le formazioni di Juventus e Liverpool, allo stadio Heysel di Bruxelles quando la violenza degli ultras inglesi generò disordini che causarono la morte di 39 tifosi, quasi tutti italiani.

Un episodio che scosse l’opinione pubblica a livello europeo e che condusse alla firma, e successiva ratifica, della Convenzione Europea conclusa a Strasburgo il 19 agosto del 1985. Sigle, acronimi, monogrammi in tutti gli ambiti. USAIN BOLT FA USO DI STEROIDI?

Angel Heredia La rivista specializzata Muscle Week lancia un clamoroso interrogativo: Usain Bolt fa uso di steroidi?

USAIN BOLT FA USO DI STEROIDI?

A sostegno dei propri dubbi, che sono anche i dubbi di molti addetti ai lavori, in primis Carl Lewis, quattro volte campione olimpico del salto in lungo ed ex primatista mondiale sui 100 metri, che con lo sprinter giamaicano ha avuto un duro scontro verbale ai recenti giochi olimpici di Londra, segue un lungo articolo che spiega come si possano aggirare i controlli antidoping della Wada e come vengano gestiti i dosaggi delle sostanze anabolizzanti e del Gh, l’ormone della crescita.