background preloader

Alphabet (ex Google inc.)

Facebook Twitter

Da quest'oggi può definirsi completata la transizione da "Google Inc" a "Alphabet", trasformazione storica dell'azienda americana annunciata negli scorsi mesi dal team executive e che ha quale fine quello di meglio diversificare gli ambiti di attività nei quali Google è stata impegnata durante gli ultimi anni.



La nuova struttura continuerà a vedere Google presente e attiva nel mercato, accanto ad altre aziende del gruppo che sono specializzate in vari ambiti. Quale cappello del complesso universo Google verrà posta Alphabet, con un ruolo che di fatto è stato sino ad oggi quello di Google Inc. Alphabet Inc. The establishment of Alphabet was prompted by a desire to make the core Google Internet services business "cleaner and more accountable" while allowing greater autonomy to group companies that operate in businesses other than Internet services.[6][12] History[edit] In his announcement, Page described the planned holding company as follows:[6][17] Alphabet is mostly a collection of companies. The largest of which, of course, is Google. This newer Google is a bit slimmed down, with the companies that are pretty far afield of our main internet products contained in Alphabet instead. […] Fundamentally, we believe this allows us more management scale, as we can run things independently that aren’t very related.

As well as explaining the origin of the company's name: Page says the motivation behind the reorganization is to make Google "cleaner and more accountable. " Website[edit] Alphabet has chosen the domain abc.xyz with the .xyz top-level domain (TLD), which was introduced in 2014. Alphabet (azienda) Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Ha sede in California ed è guidata da Larry Page e Sergey Brin, i due fondatori del motore di ricerca Google. Nella Borsa di New York le azioni di Google Inc. sono state convertite in azioni di Alphabet, che viene scambiata con i “vecchi” nomi di GOOG e GOOGL.

Il dominio .xyz Il nome alphabet.com è di proprietà della casa automobilistica tedesca BMW. In mancanza del dominio .com i fondatori hanno scelto per il sito web della holding il nuovissimo “.xyz”, creato nel 2014. Lista dei servizi e degli strumenti Google Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Alphabet Inc. Sito ufficiale. E' il momento di Alphabet, ma Google continuerà ad essere presente. Da quest'oggi può definirsi completata la transizione da "Google Inc" a "Alphabet", trasformazione storica dell'azienda americana annunciata negli scorsi mesi dal team executive e che ha quale fine quello di meglio diversificare gli ambiti di attività nei quali Google è stata impegnata durante gli ultimi anni. La nuova struttura continuerà a vedere Google presente e attiva nel mercato, accanto ad altre aziende del gruppo che sono specializzate in vari ambiti.

Quale cappello del complesso universo Google verrà posta Alphabet, con un ruolo che di fatto è stato sino ad oggi quello di Google Inc. Larry Page e Sergey Brin, i due fondatori di Google, sono fortemente presenti in Alphabet rispettivamente con i ruoli di CEO e Presidente dell'azienda. Accanto a Google trovano spazio nel complesso di aziende gestite da Alphabet Nest, Google-X, Google Ventures, Google Capital, Calico, Life Sciences e Sidewalk Labs. Google è grande 2 miliardi di righe di codice, 40 volte quelle di Windows XP. Il codebase di Google è composto da circa 2 miliardi di righe di codice, tutte stipate in un'unica repository. A rivelare la particolare informazione è stata Rachel Potvin, engineering manager per la compagnia di Mountain View, durante la conferenza @Scale. La dirigente sostiene che con molte probabilità quello di Google sia il più grande codebase presente sul pianeta.

Con il termine si intende tutto il codice sorgente appartenente ad un'applicazione o servizio scritto in proprio, quindi scevro dal codice ad esempio recuperato esternamente o generato attraverso tool specifici. Nel caso di Google, questo è necessario per eseguire tutti i servizi online offerti dalla società, e la sua complessità ci fa capire quanto siano intricate le procedure che stanno dietro ad una ricerca Google, o ad un percorso calcolato da Google Maps. Google vuole sostituire l'errore 404 con pagine web offline. Chi naviga in Internet si sarà imbattuto almeno una volta nel famigerato errore 404 (Pagina non trovata), codice di stato standard HTTP. Google, che non ha solo città e aeroporti per la testa, ha deciso di provare a mantenere "viva" la navigazione anche in assenza di connessione. Big G ha infatti sviluppato una nuova tecnologia, denominata “Service Workers”, che permetterà ai siti web di memorizzare dati in locale, del tutto similmente a quanto fanno le app, in modo da poter mostrare pagine web o contenuti interattivi in qualunque condizione, anche senza connessione di rete.

In tal modo sarà possibile, ad esempio, visualizzare una pagina web non aggiornata invece del temuto errore 404 e della sua pagina vuota. Alex Russell, software engineer in Google, la fa semplice: Vogliamo che venga mostrato qualcosa piuttosto che niente. Larry Page vuole che in futuro Google costruisca città e aeroporti. Come sappiamo, Google ha smesso da tempo di essere un "semplice" motore di ricerca, allargando i propri confini prima ai servizi web, poi a una serie di ambiti più o meno usuali (automobili che si guidano da sole, internet su palloni a elio e via dicendo).

A quanto pare, però Larry Page vorrebbe che l'azienda affrontasse sfide ancora più interessanti. Un report di The Information riferisce infatti che il CEO Google avrebbe intenzione di dare il via a un progetto interno, denominato Google 2.0, che dovrebbe condurre Big G a fronteggiare problematiche più ampie: tra queste, si parla della costruzione di una città modello o di un nuovo tipo di aeroporto particolarmente efficiente. Per questo, Page avrebbe addirittura proposto la creazione di un secondo laboratorio di ricerca e sviluppo, denominato Google Y, da affiancare al ben noto Google X capeggiato da Sergey Brin, che possa occuparsi di progetti a lungo termine.

Eric Schmidt. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Eric Schmidt nel 2011 Eric Emerson Schmidt (Washington, 27 aprile 1955) è un dirigente d'azienda statunitense, amministratore delegato di Google dal 2001 al 2011 e da allora presidente del consiglio di amministrazione. Nel 2013 secondo la classifica della rivista Forbes è la 138° persona più ricca del mondo, con un patrimonio stimato a 8,2 miliardi di dollari.

Google annuncia la Open Automotive Alliance.

Google Projects

Google Services. FeedBurner. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. FeedBurner è un fornitore di gestione dei Feed lanciato nel 2004 che offre feed RSS e gestione di strumenti per chi crea blog, podcast, e altri contenuti web. I servizi offerti agli editori della rete includono anche analisi del traffico e un sistema opzionale pubblicitario basato su Google Adsense. FeedBurner è un tipico servizio Web 2.0 che offre interfacce (API) di programmazione per i servizi web per permettere ad altri software di interagire con esso.

Nel maggio 2007 FeedBurner ha ospitato 410 769 editori. Il servizio è stato acquistato da Google per 100 milioni di dollari nel giugno 2007. Cos'è FeedBurner e come funziona. La crescente diffusione dei principali formati di syndication, meglio conosciuti come feed RSS ed Atom, ha causato la nascita di una serie di servizi e figure parallele. Così, mentre portali cercavano di smezzarsi gli ultimi utenti arrivati, realtà all’epoca giudicate eccessivamente innovative cominciavano il loro percorso. Una di queste è FeedBurner, attualmente la più importante piattaforma di servizi legata alla distribuzione di feed. Nato nel 2003, ad oggi questo progetto conta oltre 150000 feed gestiti di cui 27000 sono podcasting. Si affidano a questa piattaforma oltre 100000 utenti di target estremamente diversificati: dal piccolo blogger casalingo con una decina di utenti al giorno, al network commerciale da migl iaia di visitatori.

In questo articolo esploreremo i servizi offerti da questa piattaforma per sfruttare al massimo i propri feed. Cos’è FeedBurner Per prima cosa è importante definire la natura della piattaforma. Figura 1. Introduzione e Registrazione Figura 2. Hyperlink. Feed RSS & Aggregators , _Desktop. Hyperlink.

Personaggi influenti, mondo odierno, personalità. Google chrome. Motori Di Ricerca, Search Engines. News e aggiornamenti TECNO. Hyperlink. Google Everything. Google Universe.