background preloader

ICT

Facebook Twitter

3 cose da sapere per usare (bene) Telegram a scuola. Molti di voi sanno già cosa sia Telegram.

3 cose da sapere per usare (bene) Telegram a scuola

Per quelli meno informati, potremmo definire Telegram “la meravigliosa spina nel fianco di WhatsApp”. Si tratta infatti di un’app di messaggistica istantanea che offre molte delle funzioni già presenti su WhatsApp, ed altre totalmente inedite. Agenda Digitale - Il giornale sull’agenda digitale italiana. Informatica. PARTIRE DA ZERO - Hardware e Software. È uscita la Nuova edizione interamente a colori diPC da zero Volume 1.

PARTIRE DA ZERO - Hardware e Software

Acquistala ora a 28 euro comprese le spese di spedizione! Clicca qui, per riceverla comodamente a casa tua. Esistono principalmente due tipi di computer (leggi "compiuter") di uso comune: È un computer che viene posato su un tavolo e che per la sua considerevole mole ed accessori a seguito, non viene generalmente spostato. Web e conoscenza. Tagul - Word Cloud Art. Audio / video. IOTEXPO - Il portale dell'Internet of Things. Cos'è l'IoT e perchè conoscerlo ti salverà la vita (anche a scuola) Sempre più spesso, ormai quotidianamente, si parla di Internet of Things, abbreviato IoT.

Cos'è l'IoT e perchè conoscerlo ti salverà la vita (anche a scuola)

Ma che cos’è l’Internet delle cose o degli oggetti? Perchè avrà una forte influenza sulla nostra vita? IoT, Internet of Things: cosa è davvero. Spiegato in parole semplici. ..e perché dovrai fare il backup del frigo e mettere l’antivirus sulle lampadine Leggi ovunque la sigla IoT?

IoT, Internet of Things: cosa è davvero. Spiegato in parole semplici

Sulle riviste o sui blog tutti parlano sempre di Internet of Things? È una parola di gran moda, non c’è che dire, ma tu sai cosa significa in pratica “Internet of Things”? In questo post provo a spiegartelo con parole ed esempi comprensibili. IoTItaly - la prima associazione per Internet of Things. Internet delle cose. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Internet delle cose

In telecomunicazioni Internet delle cose (o, più propriamente, Internet degli oggetti o IoT, acronimo dell'inglese Internet of things) è un neologismo riferito all'estensione di Internet al mondo degli oggetti e dei luoghi concreti. Introdotto da Kevin Ashton, cofondatore e direttore esecutivo di Auto-ID Center (consorzio di ricerca con sede al MIT[1]), durante una presentazione presso Procter & Gamble[2] nel 1999[3]. Internet of Things, gli ambiti applicativi in Italia. Internet delle cose è un neologismo utilizzato in telecominicazioni, un termine di nuovo conio (utilizzato la prima volta da Kevin Ashton, ricercatore presso il MIT, Massachussets Institute of Technology), che nasce dall’esigenza di dare un nome agli oggetti reali connessi ad internet.

Internet of Things, gli ambiti applicativi in Italia

L'internet delle cose (o in lingua originale "Internet of Things") trova sempre più consenso e rappresenta sempre più una occasione di sviluppo. Aumentano i dispositivi connessi, e c'è una forte fiducia in Italia verso le tecnologie IoT (abbreviazione per Internet of Things) più consolidate e resistenza a provare l' Internet delle cose più innovativo. L’evoluzione di internet ha esteso internet stesso ad oggetti e luoghi reali (“cose” appunto), che ora possono interagire con la rete e trasferire dati ed informazioni (da qui la forte relazione tra Big Data, Analytics e Internet of Things). L'internet delle cose in 8 domande e risposte. 1.

L'internet delle cose in 8 domande e risposte

Che cos’è l’Internet of Things? Internet of Things - letteralmente “Internet degli oggetti” - è l’espressione utilizzata ormai da qualche anno per definire la rete delle apparecchiature e dei dispositivi, diversi dai computer, connessi a Internet: possono essere sensori per il fitness, automobili, radio, impianti di climatizzazione, ma anche elettrodomestici, lampadine, telecamere, pezzi d’arredamento, container per il trasporto delle merci.

Insomma qualunque dispositivo elettronico equipaggiato con un software che gli permetta di scambiare dati con altri oggetti connessi. 2. Che cosa è possibile collegare alla Rete?