background preloader

Progetto GOLD 2008-2010

Facebook Twitter

Tutte le esperienze venete certificate GOLD. Seminario Regionale 2009 - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica, ex IRRE Veneto. La documentazione didattica tra multimedialità e Web 2.0 ITIS "G.

Seminario Regionale 2009 - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica, ex IRRE Veneto

Marconi", Padova Il Progetto GOLD (Le Buone Pratiche della Scuola Italiana) persegue l’obiettivo di raccogliere e disseminare le esperienze più innovative e interessanti condotte nelle scuole italiane, mettendo a disposizione dell’intero circuito scolastico un ricco patrimonio di “conoscenza didattica”. A conclusione delle iniziative dell’anno scolastico 2007/08, il Nucleo Regionale dell’Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell’Autonomia Scolastica, in intesa sinergica con l’U.S.R Veneto, ha organizzato, in data 21 Aprile 2009, un Seminario Regionale rivolto ai Dirigenti e ai Docenti delle scuole di ogni ordine e grado.

GOLD Notizie ed Eventi - Veneto. Convegno di Education 2.0 - 23/04/2010. Corso "Documentazione Didattica 2.0". Video 2.0 e documentazione didattica. Documentazione nel Veneto. Video-documentare. Ambienti e strumenti delle comunità che apprendono. Nuovo GOLD: una documentazione didattica “multimediale” I nuovi ambienti on line consentono di realizzare una documentazione didattica "generativa": permettono cioè di sviluppare il riesame delle attività, di promuovere la riflessione professionale in una dimensione collettiva di knowledge management, di riproporre le buone pratiche in nuovi contesti didattici in piena aderenza agli specifici bisogni formativi.

Nuovo GOLD: una documentazione didattica “multimediale”

Da una scuola primaria della provincia di Venezia un primo esempio. GOLD, l'archivio nazionale delle buone pratiche didattiche, si rinnova. Nata nel 1999, l'iniziativa dell'INDIRE, oggi AgenziaScuola, affianca - dal 2008 - alla tradizionale documentazione di tipo archivistico, nuove forme di narrazione “multimediale” delle esperienze didattiche innovative sviluppate nelle scuole italiane. Una delle prime realizzazioni è quella dell'Istituto Comprensivo “C. Gli stumenti, o meglio, gli ambienti on line utilizzati sono dunque quelli a forte connotazione sociale del Web 2.0. Ambienti di apprendimento digitali come racconti intorno al fuoco. Esperienze sopra la Soglia di Qualità (2010) Documentare l'inclusione.

UST Venezia. DIRIGENTE : Dr.

UST Venezia

Domenico Martino Via Antonio Ludovico Muratori n° 5 tel: 0412620901(Centralino) email: usp.ve@istruzione.it PEC: uspve@postacert.istruzione.it Si pubblica il decreto di costituzione della giuria del Concorso Lettura Pensata -sezione “Io e la Natura” prot n. 6328 del 16/04/2014. Costituzione giuria concorso Io e la Natura Concorso Lettura Pensata – sezione “Io e la natura”: cerimonia conclusiva Si pubblica la nota del Dirigente prot 6336 del 16/04/2014 relativa alla cerimonia conclusiva del progetto Lettura Pensata. cerimonia conclusiva_28 maggio2014 “Alle porte del male” – rilettura del canto III dell’Inferno Dantesco.

Storymat (2008) STELLA Workshop 2009. STELLA Catalogue. Storia, matematica e storia della matematica... nella primaria. Un’esperienza realizzata nella scuola primaria per vivere la matematica come una disciplina di ricerca e scoperta che risponde alle esigenze di vita e culturali dell’uomo; sviluppare conoscenze sull’uso dei numeri nella storia; impostare il metodo strutturato di lavoro del Gruppo Collaborativo. ll contributo è stato presentato al convegno del 23 aprile 2010 “La scuola nuova nasce dal basso.

Storia, matematica e storia della matematica... nella primaria

Cittadino amico (2009) Tre anni con Flepy (2010) Nutrilandia (2010) UST Treviso. A scuola da casa (2010) Un ambiente di apprendimento in videoconferenza. Una bambina affetta da Atrofia Muscolare Spinale di tipo 1 (SMA 1) non può frequentare la scuola: le insegnanti affrontano l’insegnamento domiciliare con la predisposizione di un contesto di relazione che ricostruisce le condizioni di socialità che sono alla base dei processi di insegnamento-apprendimento.

Un ambiente di apprendimento in videoconferenza

Una esperienza presentata al 2° convegno di Education 2.0. Tecnologie e disabilità sono divenute ormai un binomio imprescindibile per una società che si prenda cura di tutti i cittadini. Il caso qui proposto, però, non evidenzia soltanto la positività di strumenti e ausili che possono aiutare le persone disabili ad essere maggiormente autonome, superando o limitando le difficoltà conseguenti ai loro handicap. Per Silvia, una bambina la cui mobilità è fortemente ridotta a causa dell’ipotonia muscolare tipica della malattia, le tecnologie hanno fatto di più, permettendole di vivere pienamente la vita di classe.

In realtà, c’è ancora di più. L'accompagnamento al lavoro dell'alunno con disabilità (2010) UST Padova. Esperimenti di cinema (2009) I bambini fanno cinema. Un laboratorio sperimentale dimostra che un ambiente di apprendimento digitale non è costituito dalle tecnologie, ma dalla capacità di gestire con esse, in modo innovativo, l’organizzazione degli spazi e dei tempi dei processi di insegnamento-appprendimento.

I bambini fanno cinema

Presentazione del progetto “Esperimenti di cinema”. “Esperimenti di cinema” è una pluriennale esperienza didattica svolta nella scuola primaria (Istituto Comprensivo di Ponte San Nicolò, Padova) e consiste nella produzione di cortometraggi di animazione. Grazie alle competenze e alla passione di Raffaella Traniello, essa coinvolge gli ambiti disciplinari di tecnologia, musica, arte e immagine.

L’attività comprende la realizzazione cooperativa di un prodotto e la riflessione metacognitiva per insegnanti e alunni sulle azioni didattiche e sugli apprendimenti conseguiti: tipicamente, animazione e “Making Of” (il “dietro le quinte”). Un esempio: • Acqua• The making of "Acqua” La progettazione del laboratorio è estremamente scarna. Stare sempre bena scuola (2009) UST Vicenza. OpenMind (2009) Cartoni Animati a Scuola (2010)

Prototipi di video di documentazione. Media & Learning Conference 2010. UST Verona. Solar Astronomy (2009) Percorso teorico pratico per lo studio del Sole. Solar astronomy è un percorso di Astronomia solare realizzato per la scuola secondaria di I grado trasferibile anche nella scuola secondaria di II grado.

Percorso teorico pratico per lo studio del Sole

L’esperienza è documentata su un sito che consente anche la collaborazione a distanza per l’osservazione del Sole mediate telescopio.Il contributo è stato presentato al convegno del 23 aprile “La scuola nuova nasce dal basso. Esperienze concrete di innovazione educativa”. Teoria e sperimentazione Il progetto, costituito da 3 moduli distinti viene sviluppato rispettivamente nelle tre classi della scuola secondaria di I grado ma, per gli argomenti trattati, può essere tranquillamente esportato nella scuola di grado superiore.

Solar astronomy è composto da due percorsi didattici distinti ma intimamente collegati: uno teorico e uno prettamente sperimentale. Il percorso sperimentale, invece, ha decisamente un taglio laboratoriale e viene suddiviso in tematiche differenti seppur tutte inerenti allo studio del Sole. Il percorso. Musicando (2010) Il filo dell'accoglienza (2010) Labbracadabra (2011) Progetto Riqualificazione Villa Caplet (2009)