background preloader

E safety

Facebook Twitter

How Do You Know If Something Is in the Public Domain? [Flow Chart] What was once a web filled with code and scrolling text, the Internet is now the world’s largest conglomerate of images.

How Do You Know If Something Is in the Public Domain? [Flow Chart]

And as visual content continues to rule, the number of images available online will only grow. But just because you can Google an image — and technically copy or save it — doesn’t mean the web is a free-for-all of visual data. Photographers and designers need to put food on the table. If every online image was available for free, there would be a lot more starving artists. Fortunately for them, copyrights apply in cyberspace just as in print. Understanding the ins and outs of image licensing and usage can save digital marketers, web designers and other content curators from unnecessary penalties, ranging from cease and desist notices to lawsuits and financial demands. Want to be sure you properly use images in your online content? Can I Use That Picture? Infographic made with Visme Download full infographic here. Controlla se il PC è sicuro e protetto da virus e su internet.

Quanto è sicuro il tuo computer ed il modo in cui navighi su internet?

Controlla se il PC è sicuro e protetto da virus e su internet

Vedi la checklist per sapere se sei protetto online Coloro che si preoccupano della sicurezza dei dati e della privacy nella navigazione internet, dovrebbero avere piena consapevolezza di quanto sia importante proteggere il computer e tenerlo lontano da intrusioni esterne. Non tutti però fanno attenzione a coprire tutte le varie vulnerabilità quindi, per fare anche un test, vediamo una checklist per verificare che sia stato fatto abbastanza e non si abbia lasciato nulla al caso.

L'argomento sicurezza Internet si può dividere in quattro parti: protezione del computer e della rete di casa, password, browser, navigazione su reti wifi. CELEX%3A52012DC0196%3AIT%3ATXT. Virus, spyware, malware e altri: le differenze - ChimeraRevo. Fin da quando avete iniziato ad usare un PC (con Windows) sicuramente avrete sentito parlare di virus, malware, trojan horse e molti altri nomi per identificare un software che sicuramente bene non fa alle vostre macchine, da evitare a tutti i costi anche con programmi di protezione adatti: tali software nocivi possono causare gravi danni ai computer e nei casi più gravi cancellare (o criptare) tutto il contenuto del disco rigido (immagini, video, documenti, etc.).

Virus, spyware, malware e altri: le differenze - ChimeraRevo

Tuttavia, ci sono tanti nomi diversi con cui vengono identificati e fare confusione è un attimo, anche perché numerose sono le differenze tra ognuno di essi. In questo articolo-glossario spiegheremo dettagliatamente e con parole semplici i diversi tipi di minacce alla sicurezza che possono essere scovati nel Web, come evitare ogni tipo di minacce e come rimuoverli se si fanno largo nei vostri computer. Di seguito un’indice di tutte le voci della mini-guida: Malware Torna all’indice. Bullismo. Quanto è diffuso il fenomeno del sexting in Italia? Osservando le abitudini dei ragazzi, ci si rende conto di come lo scambio di immagini/video/testi a sfondo sessuale sia divenuto nel tempo un’espressione normale della sessualità tra i giovani - e spesso anche tra gli adulti.

Quanto è diffuso il fenomeno del sexting in Italia?

Il sexting è molto diffuso in altri paesi europei - solo in Inghilterra, secondo statistiche del 2013 diffuse da Childline, 1 adolescente su 4 ha inviato immagini o video del proprio corpo in atteggiamenti sessualmente espliciti - e negli anni sta crescendo anche in Italia. Da una recente indagine di Telefono Azzurro e Doxa Kids (2014), emerge infatti che il 35,9% dei ragazzi conosce qualcuno che ha fatto sexting.

Altre ricerche condotte in questi anni da Telefono Azzurro (Telefono Azzurro e Eurispes, 2012) mostrano che immagini, testi e video a sfondo sessuale vengono ricevuti spesso da amici (38,6% dei casi), dal proprio ragazzo/a (27,1%), da conoscenti (9,9%), ma in alta percentuale anche da estranei (22,7% dei casi). Tabby-ITA - home. Welcome - eSafety label. Welcome - eSafety label. SIC - Il Progetto. Safer Internet Centre Dal 1° luglio 2016 prosegue il Progetto “Generazioni Connesse” (SIC ITALY III) con una nuova edizione, co-finanziata dalla Commissione Europea nell’ambito del programma “Connecting Europe Facility” (CEF), programma attraverso il quale la Commissione promuove strategie finalizzate a rendere Internet un luogo più sicuro per gli utenti più giovani, promuovendone un uso positivo e consapevole.

SIC - Il Progetto

Una campagna di comunicazione e sensibilizzazione ad ampio raggio, attraverso l’utilizzo di canali media tradizionali, media online e social media - realizzata da tutti partner del Progetto e dall’Advisory Board. Attività di formazione (online e in presenza) rivolte in maniera specifica alle comunità scolastiche (insegnanti, bambini/e, ragazzi/e, genitori, educatori) che intraprenderanno un percorso dedicato. Le azioni saranno realizzate da Save the Children Italia, Telefono Azzurro, Cooperativa E.D.I. e Movimento Difesa del Cittadino. Impaginato vademecum stampa. eSafety_Policy. Sicurezza ICT: c'è ancora differenza tra Safety e Security? Il significato in 6 punti. Safety, il significato: oggi ha ancora senso parlare di una differenza tra Safety e Security?

Sicurezza ICT: c'è ancora differenza tra Safety e Security? Il significato in 6 punti

Con la progressiva informatizzazione delle aziende, che significato ha valutare come diversi e separati gli ambiti della sorveglianza e della protezione? Perché si tende ancora oggi a considerare la sicurezza come un servizio, invece che come un asset strategico?