background preloader

Magritte

Facebook Twitter

Il falso specchio ( Le Faux Miroir ) - MAGRITTE. Renè Magritte Il falso specchio ( Le Faux Miroir ) 1929 Olio su tela 54X81cm MoMa - New York Il nostro occhio funziona un pò come un sistema di specchi, e l'immagine inviata al cervello non è altro che quella porzione di mondo che viene riflessa sulla retina.

Prendendo alla lettera quest'affermazione, Magritte punta l'attenzione proprio sulla retina, che viene ad assumere le sembianze di ciò che riflette. Tuttavia il cielo non costituisce una scelta casuale, che poteva benissimo essere sostituita da altro ( una persona, o la facciata di una casa ). E questo per due motivi : in primo luogo, il cielo fa scattare una serie conseguente di altre associazioni, in cui per esempio la pupilla perde la sua natura di parte dell'organo occhio per trasformarsi in una sorta di sole nero, anch'esso oggetto della riflessione.

In secondo luogo, il cielo è reso necessario da una seconda forma di rispecchiamento qui implicata, che non è relativa a una realtà esterna ma a un mondo tutto interiore. Nessun titolo. Magritte e il surrealismo. Renè Magritte "Etre surréaliste, c'est bannir de l'esprit le 'déjà-vu' et rechercher le 'pas encore vu'"Magritte è surrealista, estremamente surrealista tanto da risultare scomodo al surrealismo L’Assassin menacé Bruxelles - L’Assassin menacé di Rene Magritte dal MOMA di New York, al Museo Magritte di Bruxselles che su oltre 2.500 metri quadri ospita la più grande collezione dedicata al pittore surrealista belga: 220 opere su un totale di 1.700 lavori sparsi tra collezioni pubbliche e privati di tutto il mondo.

Magritte e il surrealismo

Dal 6 settembre più di 580.000 visitatori hanno varcato la soglia del Museo Magritte per ammirare L’Assassin menacé realizzato nel 1927. Fino al 2 gennaio 2011 questo straordinario capolavoro ha affiancato "Il Giocatore segreto" con il quale forma un dittico. L'atmosfera è sospesa: una donna nuda morta si trova stesa su un letto, l'assassino è ancora presente nella stanza il suo sguardo è rivolto in modo indifferente al giradischi. Solo il pensiero può essere somigliante. (...). IL DOPPIO SEGRETO (Double Secret) - René Magritte. René Magritte (1898-1967) Pittore belga Museo Nazionale d’Arte Moderna – Parigi Tela cm. 114 x 162 Risoluzione Pixel 2.544 x 1.788 - Kb 734.

IL DOPPIO SEGRETO (Double Secret) - René Magritte

MAGRITTE IL POETA DEI SOGNI. RENE' MAGRITTE - pagina 2 - I GRANDI PITTORI e SCULTORI. Tra queste tre immagini si dipana una storia d'amore, quella di Georgette e René e un percorso artistico, quello di Magritte. La prima è del 1922: si sono appena sposati a Bruxelles nella chiesa di Rue Royale. Lei porta una catenina con la croce al collo, quella che indosserà sempre, quella che André Breton a Parigi le rimprovererà come segno di conformismo. Ha la fede sotto l'anello nella mano sinistra, quella con cui tocca -con un gesto di tenerezza protettrice- la guancia di René.

E' radiosa, bellissima. I capelli sono morbidi, alcune ciocche sfuggono, il sorriso è appena accennato. La seconda , L'ombre et son ombre, è del 1932. La terza è nella nuova casa di Rue des Mimosas che hanno comprato: lui è ormai un pittore affermato, espone in tutte le gallerie del mondo. E' l'ultima foto ma non l'ultima immagine che ho di loro. Dal web, senzadedica.com L'armadio.... Bruxelles non è solo la Grand Place ma è anche Magritte. Perchè l'armadio e, soprattutto, perchè rosso?

Il mistero della maschera - Opinioni per Il doppio segreto - Magritte. Il doppio segreto - Magritte L'Opinione più recente: ... espressione né sguardo, che la dissimulava.

Il mistero della maschera - Opinioni per Il doppio segreto - Magritte

La maschera è stata proprio strappata, ma ciò che celava è ancora più misterioso e si ri... altro Vantaggi: L'arte Svantaggi: * * * * * IL DOPPIO SEGRETO (1927) René Magritte (1898-1967) Pittore belga Museo Nazionale d’Arte Moderna – Parigi XX secolo Tela cm. 114 x 162 * Ancora una volta Magritte interroga quella che noi chiamiamo la realtà.

Nello stesso modo, l’occhio che contiene il cielo che sta osservando (IL FALSO SPECCHIO), il vetro rotto della finestra (LA CLÉF DES CHAMPS) che continua a rimandare l’immagine del paesaggio, il dipinto (LA CONDITION HUMAINE) che nasconde il paesaggio che vorrebbe mostrare, o ancora la sostituzione dei personaggi del BALCON di Manet con bare (PERSPECTIVE) esprimono chiaramente il suo messaggio: bisogna diffidare delle apparenze, degli oggetti reali, ma anche delle immagini e dei dipinti. Fondation Magritte. Il doppio segreto.jpg (505×344) Tutto Magritte » Opere. Tutto Magritte » Biografia.