background preloader

Pensieri

Facebook Twitter

The B-Ja's Stories — Sincronicità. Jack Kerouac on How to Meditate. Vacation and the Art of Presence: Anaïs Nin on How to Truly Unplug and Reconnect with Your Senses. By Maria Popova “As you swim, you are washed of all the excrescences of so-called civilization, which includes the incapacity to be happy under any circumstances.”

Vacation and the Art of Presence: Anaïs Nin on How to Truly Unplug and Reconnect with Your Senses

If leisure is the basis of culture, how can we harness its true rewards given our pathological addiction to productivity? That’s exactly what French-Cuban writer Anaïs Nin — an enchantress of love and life, a woman of extraordinary cultural prescience, and one of the most dedicated diarists of all time — explores in a portion of The Diary of Anaïs Nin, Volume 5 (public library). In the winter of 1947, drained by the bustle and constant striving that drives life in New York, Nin took a holiday in Acapulco, Mexico — still a mostly undeveloped patch of wilderness, on which the Hotel El Mirador had been built as twelve rooms on the edge of a cliff just a few years earlier.

Illustration from a rare first edition of Nin's 1944 short-story collection 'Under a Glass Bell.' Here in Mexico they see only the present. LETTERATURA ANTICA - 3000 a.C. -  1 a.C. Stalker (1979) - A.Tarkovskij - I desideri e la vita. Terapie magiche in Sardegna: un fenomeno senza tempo - La Donna Sarda. Occhi che si incontrano, pupille contro pupille, chi ha il sangue “più forte” colpisce inevitabilmente il più debole.

Terapie magiche in Sardegna: un fenomeno senza tempo - La Donna Sarda

Il rimedio è la povertà (di Goffredo Parise) Pubblico qui un articolo di Goffredo Parise tratto dalla rubrica che lo scrittore tenne sul “Corriere della sera” dal 1974 al ’75 (ora nella bella antologia a cura di S.

Il rimedio è la povertà (di Goffredo Parise)

Perrella, Dobbiamo disobbedire, Adelphi 2013). Terapie magiche in Sardegna: un fenomeno senza tempo - La Donna Sarda. Il rimedio è la povertà (di Goffredo Parise) "El amor", cuento de Eduardo Galeano. I semi in mano a cinque multinazionali - Terra Nuova. Aldo Carotenuto: il mondo dei sentimenti (1996) Decolonizzare la mente. Intervista con Ngũgĩ wa Thiong’O. Scritture del disastro, arte e solitudine nel tempo della fine dell'arte (parte prima) Abitiamo un mondo che vive in un collasso quotidiano, in un lento e inesorabile arresto del pensiero davanti a crisi improvvise, disastri ambientali, sfide tecnologiche, cambiamenti climatici, fanatismi religiosi che sembrano non avere mai fine.

Scritture del disastro, arte e solitudine nel tempo della fine dell'arte (parte prima)

Siamo come esseri che vivono in un’attesa di un evento irreversibile, una catastrofe d’immane portata. Il terrore ormai fluisce ovunque dalle città alle reti telesatellitari, dalla periferia al centro, dal Medio Oriente all’Europa aggiungendo maggiore sgomento e senso di insicurezza alle nostre già precarie condizioni esistenziali. Ora a essere minacciate sono anche le nostre conquiste democratiche, la tradizione illuminista, l’idea stessa di società civile e la medesima libertà di espressione, baluardo delle democrazie occidentali .

Natura

Memoria. Home Page - S&F_scienzaefilosofia.it. Perché il cervello ama i rituali. Nei più freddi giorni invernali, quando gli altri si stringono nei cappotti, alcuni intrepidi nuotatori sfidano il gelo per tuffarsi nelle acque ghiacciate dei fiumi di Europa, Cina, Russia e Nord America.

Perché il cervello ama i rituali

Che cosa li spinge a una simile "follia"? La passione che il cervello umano ha per i rituali, complesse sequenze di azioni apparentemente senza senso che si ritrovano in ogni cultura. Perché li seguiamo, incuranti di ogni logica? Linkiesta. Il 21 dicembre è il solstizio d’inverno.

linkiesta

Che significa che chi abita nell’emisfero settentrionale avrà la notte più lunga dell’anno. Ma quella del 21 dicembre 2014 sarà anche la notte più lunga di tutta la storia della Terra. In ogni punto dell’emisfero settentrionale, come spiega Vox.com, il periodo di buio di stanotte sarà leggermente più lungo di ogni altro solstizio precedente, almeno da quando la Terra ha cominciato la sua rotazione.

Perché il 21 dicembre 2014 sarà la notte più lunga di sempre. Elogio della depressione 1. Perché tendiamo a procrastinare e come si fa a smettere. Procrastinare non fa male.

Perché tendiamo a procrastinare e come si fa a smettere

Che cosa può succedere se, invece che finire di lavare i piatti subito, lo si fa dopo una mezz’ora su Facebook? Niente. Il problema è quando si procrastinano decisioni importanti, sulla salute ad esempio (“La dieta? Comincio domani, anzi, lunedì”) o sull’economia (“La riforma? Totò - Intervista - Oriana Fallaci. Non si piace, dice.

Totò - Intervista - Oriana Fallaci

Ma si vuole bene da sé. È altezza imperiale, e tante altre cose. Vuoi sapere chi produce i prodotti che compri? Allora la tua firma è necessaria. Cambiamo il Regolamento Europeo. Coscienze in Rete. Manca poco meno di un mese all'entrata in vigore del Regolamento UE che elimina l'indicazione dello stabilimento di produzione dalle etichette e che quindi non ci consentirà più di capire chi è il produttore.

Vuoi sapere chi produce i prodotti che compri? Allora la tua firma è necessaria. Cambiamo il Regolamento Europeo. Coscienze in Rete

La petizione è arrivata a 18.000 firme di tanti consumatori che chiedono che questa informazione rimanga e che venga estesa in tutta Europa. Ricordiamo che Ioleggoletichetta è nata grazie a questa informazione che ci consente di capire chi produce un prodotto! Stiamo inviando il seguente testo ai marchi della Grande Distribuzione Italiana (Coop, Conad, Selex, Esselunga, Eurospin, Lidl, Sigma, Pam Panorama, Auchan, Carrefour, Iperal, Crai, Despar, Sisa, Simply, ecc...), sperando che vogliano sostere tale iniziativa e che si impegnino a continuare a scrivere sull'etichetta lo stabilimento di produzione e possibilmente anche il nome dei produttori dei loro prodotti Private Label, indipendentemente dall'entrata in vigore del Reg. 1169/2011 che elimina tale obbligo.

Noam Chomsky, “ecco 10 modi per capire tutte le menzogne che ci dicono” Noam Chomsky, padre della creatività del linguaggio, definito dal New York Times “il più grande intellettuale vivente”, spiega attraverso dieci regole come sia possibile mistificare la realtà.

Noam Chomsky, “ecco 10 modi per capire tutte le menzogne che ci dicono”

La necessaria premessa è che i più grandi mezzi di comunicazione sono nelle mani dei grandi potentati economico-finanziari, interessati a filtrare solo determinati messaggi. 9 tecniche per gestire le discussioni - PSIKHÉ. Ci sono persone con cui sappiamo che ogni discussione diventerà faticosa e stressante, quindi preferiamo non parlarci affatto. Tuttavia alle volte la discussione è inevitabile. Per questo Gregory Jantz, fondatore del Center for Counseling and Health Resources in Edmonds, ha stilato 9 tecniche utili per gestire le discussioni difficili. #1 Poniti un obiettivo. Sembra banale ma non sempre quando parliamo sappiamo dove vogliamo arrivare o cosa desideriamo ottenere. Antifragile. Cioè avvantaggiato da caos e fallimento. Vuoi avere più successo? Usa l'intelligenza emotiva. Hillman: "Sto morendo ma non potrei essere più impegnato a vivere"

Che tempo che fa 2014-2015 - Massimo Recalcati ospite a Che tempo che fa del 02/11/2014. 9 bufale sugli immigrati: smentite dai numeri. Ripubblichiamo da esseblog. Genio in “Enciclopedia dell' Arte Antica” Gigi Riva, l'uomo che è quello che non riusciamo a essere - Sardiniapost.it. Sì, la parola può apparire troppo grossa. Online la Mappa dell’Italia che Cambia! Scritto il 31 ottobre 2014 da Redazione. Prinz Marcus von Anhalt. Daniela Panosetti. Apocalittico sarà lei. Intervista a Umberto Eco. Branson cancella l'orario di lavoro: "Contano i risultati, non il tempo in ufficio" LA TEORIA DELLE FINESTRE ROTTE. Tre sedicenni vincono la fiera della scienza di Google con un progetto per combattere la fame nel mondo. Cinque sensi.

Philosopher Jacques Derrida Interviews Jazz Legend Ornette Coleman: Talk Improvisation, Language & Racism (1997) Open Culture. This most certainly ranks as one of my favorite things on the internet, and I dearly wish we had audio to share with you, though I doubt any exists. What we do have is an English translation from the French of an interview that originally took place in English between philosopher Jacques Derrida and jazz great Ornette Coleman. (We must squint for traces of the original conversation in this double linguistic mediation: exactly the kind of thing Derrida relishes).

Now there are those who dismiss Derrida—who consider his methods fraudulent. Focus. Julian Assange: Google è diventato malvagio. Por qué Steve Jobs y otros CEO prohíben a sus hijos usar demasiada tecnología. Algunos de los «padres» de las empresas que dominan nuestra vida digital alejan a sus primogénitos de las pantallas Con la fundación de Apple, Steve Jobs se convirtió por derecho propio en el «padre» del iPod, el iPhone o el iPad. Pero además de ser el progenitor de los «gadgets tecnológicos» que cambiaron el mundo, en casa tenía que cuidar de sus cuatro hijos.

Eso sí, al genio de Apple no le gustaba que sus criaturas, tanto las de carne y hueso como las electrónicas, se juntaran. Basta con l’educazione “artistica” Michele Smargiassi, Londra 2014, licenza Creative Commons “Adesso bambini facciamo un bel disegno!” Ma cos’è questa crisi – Le Nuvole - Blog - L’Espresso. How I see myself seen. Il Web ci sta uccidendo. Il chiacchiericcio che rende schiavi.

Quattro inediti di Valerio Grutt. C’è della fotografia in quella follia « Fotocrazia. Treccani.it - Photos du journal. Nove progetti di Google che possono cambiare il mondo. 5 Things I Learned When I Quit Facebook. RICCARDO FALCINELLI: una lettura di Romanzo di figure di Lalla Romano. Gillo Dorfles: "Ho 104 anni, ma non parlatemi del tempo. Oggi ha vinto il kitsch"