background preloader

Come funziona la creatività

Facebook Twitter

Che cosa succede quando "abbiamo un’idea creativa"? Pubblicato Photo: “Bright Idea” by Bram Cymet Sono una persona curiosa e mi sono domandato spesso: “Che cosa accade nel cervello quando ho un’idea creativa?”.

Che cosa succede quando "abbiamo un’idea creativa"?

Se è capitato anche a te, sia di avere buone idee sia di domandarti da dove “arrivassero”, allora questo articolo è per te. Leggi anche: 5 miti sulla salute mentale Capire come nascono queste idee, oltre a soddisfare la nostra curiosità, potrebbe aiutarci a migliorare le nostre abilità creative. Rebecca Saxe e Liane Young, nel loro libro “Theory of Mind: How brains think about thoughts”, descrivono ciò che succede, nel nostro cervello, quando leggiamo. Avviene qualcosa di simile anche quando generiamo un’idea: c’è uno “stimolo” (una forma, un colore, un sapore, ecc.) che attiva i neuroni in diverse aree del cervello, che, grazie ad un processo associativo, attivano ulteriori “reti di neuroni”, per dare un senso alla “cosa” che stiamo cercando di ideare.

Una ventata di novità. La creatività salverà il mondo! - Centro Studi di Psicologia e LetteraturaCentro Studi di Psicologia e Letteratura. Quando parliamo di “creatività” in genere la nostra mente pensa subito alle abilità manifestate dagli artisti, talenti che danno vita ad opere originali e straordinarie.

La creatività salverà il mondo! - Centro Studi di Psicologia e LetteraturaCentro Studi di Psicologia e Letteratura

Pensiamo ai quadri di Picasso, alle melodie di Mozart oppure ai libri scritti da Marcel Proust. La creatività, così intesa, sembra essere anni luce lontana dalle persone che non dipingono, scrivono o suonano… ma è davvero così? La creatività è un’abilità che appartiene solo agli artisti o è una qualità che appartiene ad ognuno di noi? E se la creatività fosse invece quell’aspetto segreto e misterioso che possiamo riconoscere dentro di noi, per affrontare i problemi quotidiani e le sofferenze psicologiche che ci fanno sentire bloccati in una certa situazione?

Per rispondere a queste domande partiamo dal significato etimologico della parola “creatività”, perché conoscere le radici di un termine ci permette di capire meglio le sue caratteristiche nascoste e profonde. In accordo con le esperienze ed i contributi di C. Poincaré: una definizione di creatività. «Un risultato nuovo ha valore, se ne ha, nel caso in cui stabilendo un legame tra elementi noti da tempo, ma fino ad allora sparsi e in apparenza estranei gli uni agli altri, mette ordine, immediatamente, là dove sembrava regnare il disordine […] Inventare consiste proprio nel non costruire le combinazioni inutili e nel costruire unicamente quelle utili, che sono un’esigua minoranza.

Poincaré: una definizione di creatività

Inventare è discernere, è scegliere […] fra tutte le combinazioni che si potranno scegliere, le più feconde saranno quelle formate da elementi tratti da settori molto distanti. Non intendo dire che per inventare sia sufficiente mettere insieme oggetti quanto più possibile disparati: la maggior parte delle combinazioni che si formerebbero in tal modo sarebbero del tutto sterili. Poincaré: una definizione di creatività. Una ginnastica per la creatività esiste? E funziona? Creativity Management.

Supporting Innovation in SME: 4.1 Nozioni di base sulla creazione di idee. "Il miglior modo per avere una buona idea è avere tante idee" (Linus Pauling) Introduzione Oggi la creatività, l’innovazione e l’uso efficace della conoscenza sono requisiti fondamentali per le aziende di successo.

Supporting Innovation in SME: 4.1 Nozioni di base sulla creazione di idee

Pertanto, l’utilizzo ottimale della creatività, dell’innovazione e della conoscenza aziendale rappresenta la grande sfida di tutte le aziende, indipendentemente dalla loro dimensione o settore. La maggior parte delle aziende dipende da uno sviluppo che è guidato da idee, progetti, soluzioni, prodotti e servizi creativi.

La sopravvivenza ed il successo di un’azienda, in modo particolare in una prospettiva a lungo termine, dipendono dalla creatività. 1. 4_1_Nozioni_di_base_sulla_creazione_di_idee_01.pdf. Creativity Management. 10 cose che (forse) non sai sulla genialità - Focus.it. CREATIVITA' COME PROCESSO EVOLUTIVO. L'innovazione è il risultato di un processo continuo, cioè di processo evolutivo attraverso cui la creatività organizzativa si manifesta.

CREATIVITA' COME PROCESSO EVOLUTIVO

I processi evolutivi sono basati essenzialmente: sulla produzione di variazioni dei geni esistenti; sulla selezione naturale e sulla conseguente eliminazione degli individui meno adatti; sul mantenimento degli organismi che sono più coerenti rispetto all'ambiente. 4.1 Produzione di mutazioni Consideriamo il primo punto, cioè la produzione di variazioni e chiediamoci perché esistono le innovazioni. Oliverio Ferraris, Oliverio - Psicologia.

[Esistono] diverse forme e aspetti della creatività. 1.

Oliverio Ferraris, Oliverio - Psicologia

I creativi, anzitutto, sono attratti dalla soluzione di problemi fino a quel momento insoluti, non sempre appartenenti al loro campo d’azione. La benzina della creatività non è il talento ma la conoscenza. E oggi cosa facciamo? Manuale didattico pratico per piccoli e grandi all’avventura. Metodo 13: ordine e disordine. La creazione è la capacità di uscire da un ordine, affrontare il disordine e dar vita a un nuovo ordine.

Metodo 13: ordine e disordine

Di mezzo c’è la trasformazione. Così scrive Alberto Melucci. È un bel testo: è linkato qui sopra, se potete dategli un’occhiata. In effetti, qualsiasi processo creativo non è altro che un lungo negoziato con il disordine: comincia con la percezione di una smagliatura, o di una potenzialità, che mette in crisi quanto esiste. Si sviluppa in una serie di tentativi, prove ed errori a loro volta disordinati fino a quando tutto non torna a posto, ma in un posto diverso. I concetti di ordine e disordine aprono prospettive davvero ampie.

Arte e Disturbo Bipolare - disturbo bipolare pagina! Wreck this journal, manuale di distruzione creativa. Intelligenza e creatività: non proprio la stessa cosa. Cervello e creatività: BrainFactor intervista Keri Smith. Keri Smith è canadese ma vive da anni negli USA.

Cervello e creatività: BrainFactor intervista Keri Smith

E' una autrice e illustratrice che si riconosce nella corrente artistica chiamata "guerilla art". Ha scritto diversi libri che analizzano e stimolano la creatività umana, fra cui i più noti sono: “Wreck this Journal” (Pedigree, 2007), “The Guerilla Art Kit” (Princeton Architectural Press, 2007), “Living Out Loud – Activities to Fuel a Creative Life” (Chronicle Books, 2003). Il suo nuovo libro “How to be an Explorer of the World – The Portable Life / Art Museum” è stato appena dato alle stampe per i tipi della Penguin Books. Keri Smith è anche autrice di un popolare blog, Wish Jar, frequentato quotidianamente da più di 10.000 persone.