background preloader

Navi-2'G

Facebook Twitter

Società. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

società

Edificata nel 1711-30 su disegno di Bernardo Fedrighini da Predore. Oltre alla pala del bolognese Franceschini, vi sono una tela di incerta attribuzione (Grazio Cossali o Antonio Gandino) e dipinti di Pietro Natali e Giulio Motta. Ai lati della parrocchiale due oratori, già sedi di discipline. Sulla cima di San Costanzo, dove nel XII secolo sorse un convento femminile. Di qui nel 1481 fu traslato a Brescia - nonostante la ribellione popolare - il corpo di San Costanzo.

Risistemata nel Quattrocento, con un portico laterale nel quale sono frammenti di sculture del sec. Già Paitoni, sorto tra Quattrocento e Cinquecento, fu residenza della famiglia Paitoni, alla quale appartenne Valerio, morto nella rivolta antifrancese del febbraio 1512. Sono presenti case di costruzione quattrocentesca in via Bologna 38, in contrada Civelle (Ca' Lasa) e in via Monteclana 32 e 103. COME POSSONO AFFONDARE LE NAVI. PARTI DELLE NAVI. LA TECNICA NAVALE.

LA TECNICA NAVALE Le navi sono tra i mezzi di trasporto più grandi costruiti dall’uomo. Nonostante le dimensioni, una nave viene ancora costruita in modo sostanzialmente artigianale in un cantiere navale. Molto spesso una grossa nave viene realizz ata in un unico esemplare. Le navi sono attualmente i mezzi di trasporto più economici su lunghi percorsi ma anche i più lenti. Le navi che solcano le acque hanno forme e funzioni diverse: dalle piccole barche a remi alle enormi portaerei. Il galleggiamen to : una nave di ferro galleggia anche se il ferro ha una densità di 7,8 volte maggiore dell’acqua per cui un oggetto di ferro ha una massa di oltre sette volte più di uno stesso volume di acqua. Una nave di ferro galleggia poiché gran parte del suo interno (stiva, cabine, sala macchine) non è piena di ferro ma di aria che ha una massa molto ridotta. Per comprendere perché una nave galleggia sull’acqua analizziamo come si comporta un recipiente posto nell’acqua a cui facciamo variare il peso, proprio come se fosse una nave. Se collochiamo in un lavandino un bicchiere, questi si immerge fino ad occupare un volume di acqua che corrisponde alla sua massa (160g) Se nel bicchiere aggiungiamo delle monete (10 pezzi) la cui massa passa da 160g a 240g, questi si imme rge nell’acqua fino a spostare un volume d’acqua corrispondente a 240g. Se aumentiamo le monete, per esempio 20 pezzi, la massa passa da 240g a 320g, lo spostamento dell’acqua sarà a questo punto di 320g. Una nave quindi si immerge nell’acqua fino al livel lo in cui il peso dell’intera nave è uguale al peso dell’acqua “spostata”, cioè dell’acqua occupata dalla parte immersa della nave. Come funzione un sommergibile ? Supponiamo che il barattolo rappresentato nel disegno seguente sia un sommergibile ed introdu ciamolo in una bacinella piena di acqua, l’acqua penetra nel barattolo (sommergibile) attraverso il tubicino corto, lo riempie e lo manda a fondo (fase d’immersione del sommergibile). – cesareclasse7

DEFINIZIONE DELLE NAVI. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La nave è un mezzo di trasporto concepito per il trasporto di merci o trasporto pubblico sull'acqua. La definizione della nave e le dimensioni esatte sopra le quali un'unità navigante diventa nave, è spesso definita in maniera diversa a seconda delle leggi e dei regolamenti nazionali. Nell'ordinamento italiano si parla di navi da passeggeri quando la stazza delle unità destinate a quel tipo di servizio raggiunge le 50 tonnellate. Unità di stazza più esigua al di sotto di questo limite vengono definite "mezzi nautici per il trasporto passeggeri". Se non per servizio passeggeri si parlerà di navi destinate a un particolare servizio quando la stazza lorda di queste unità sarà maggiore di 151 tonnellate. Il codice della navigazione, divide le unità naviganti anche per tipo di navigazione alla quale esse sono destinate. Quindi, a seguito di quanto detto, annovera il naviglio maggiore, che è quello abilitato alla navigazione alturiera, e naviglio minore ovvero quello abilitato alla navigazione costiera. La teoria della nave è quella parte dell'architettura navale che ne studia la geometria, l'equibrio e i movimenti. Pertanto, in base a tale premessa, per nave si intende: una costruzione che per forme, dimensioni e sistemazioni deve essere idonea a muoversi sull'acqua con i propri mezzi e con la necessaria sicurezza per trasportare persone e/o merci o per scopo di rimorchio, pesca, – cesareclasse7

Immagine di una nave di medie dimensioni.

DEFINIZIONE DELLE NAVI

La nave è un mezzo di trasporto concepito per il trasporto di merci o trasporto pubblico sull'acqua. Storia[modifica | modifica wikitesto] Altri tipi di velieri erano, ad esempio, la polacca, il mistico[3], la tartana, lo sciabecco, per restare alla marineria europea, ma anche i dhow arabi e le giunche cinesi, alcune delle quali di dimensioni imponenti, con oltre 1000 tonnellate di stazza.

Dal 1762 i britannici cominciarono a foderare le carene di lastre di rame per evitarne il deterioramento dovuto alle teredini. Nel 1824 sir Humphry Davy inventò la protezione catodica che protegge lo scafo in metallo dalla corrosione[5]. Definizione[modifica | modifica wikitesto] Le dimensioni esatte sopra le quali un'unità navigante diventa nave, è spesso definita in maniera diversa a seconda delle leggi e dei regolamenti nazionali.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]