background preloader

L'acqua e energia-2G

Facebook Twitter

INFORMAZIONI SUL CICLO DELL'ACQUA. Il sole riscalda l'acqua del mare, del fiume ecc.... l'aria calda che sale verso l'alto, si raffredda lentamente e si trasforma in tante piccole goccioline che formano la nuvola.

Il sole riscalda l'acqua del mare, del fiume ecc.... l'aria calda che sale verso l'alto, si raffredda lentamente e si trasforma in tante piccole goccioline che formano la nuvola. [evaporazione] Le piccole gocce stanno tutte legate e strette insieme e si spostano formando appunto la nuvola. Quando la nuvola incontra aria più fredda, le goccioline diventano piu' grosse e si scontrano con altre goccioline della stessa nuvola , ingrossandosi sempre di più e alla fine, diventando pesanti, cadono sottoforma di pioggia. [precipitazione] D'inverno le goccioline si trasformano in cristalli di ghiaccio e formano la neve. La neve in montagna aiuta a formare e a mantenere i ghiacciai, utili a formare i torrenti che riempiono i laghi. – cesareclasse7

[evaporazione] Le piccole gocce stanno tutte legate e strette insieme e si spostano formando appunto la nuvola.

INFORMAZIONI SUL CICLO DELL'ACQUA

Quando la nuvola incontra aria più fredda, le goccioline diventano piu' grosse e si scontrano con altre goccioline della stessa nuvola , ingrossandosi sempre di più e alla fine, diventando pesanti, cadono sottoforma di pioggia. [precipitazione] DESCRIZIONE DEL CICLO DELL'ACQUA.

L'evaporazione è il trasferimento dell'acqua da corpi idrici superficiali nell'atmosfera. Questo trasferimento implica un passaggio di stato dalla fase liquida alla fase vapore. Nell'evaporazione viene inclusa anche la traspirazione delle piante; in tal modo ci si riferisce a questo trasferimento come evapotraspirazione. Il 99% dell'acqua atmosferica proviene dall'evaporazione, mentre il rimanente 1% dalla traspirazione. La condensazione. Per condensazione di solito intendiamo il passaggio dallo stato gassoso a quello liquido, ma nel ciclo idrologico o dell'acqua sarebbe il vapore acqueo a raggiungere una certa altezza dove si trovano dei nuclei di condensazione (ovvero microparticelle di varia natura fortemente igroscopiche cioè eventi affiniti con l'acqua che entrano in gioco nei processi di formazione ,ovvero condensazione delle nubi in atmosfera) forma piccolissime particelle che a loro volta formano le nubi. La precipitazione è costituita da vapore acqueo che si è prima condensato sotto forma di nuvole e che cade sulla superficie terrestre. Questo avviene soprattutto sotto forma di pioggia, ma anche di neve, grandine, rugiada, brina o nebbia questo può essere definito come un fenomeno di coalescenza (ovvero un fenomeno fisico attraverso il quale le gocce di un liquido o le bolle di un aeriforme o le particelle di un solido si uniscono per formare dell'entità di dimensioni maggiori). L'infiltrazione è la transizione dell'acqua dalla superficie alle acque sotterranee. L'aliquota di infiltrazione dipende dalla permeabilità del suolo o della roccia e da altri fattori. Le acque sotterranee tendono a muoversi molto lentamente, così l'acqua può ritornare alla superficie dopo l'accumulo in una falda acquifera in un lasso di tempo che può arrivare al migliaio di anni in alcuni casi. L'acqua ritorna alla superficie ad altezza inferiore a quella del punto di infiltrazione, sotto l'azione della forza di gravità e delle pressioni da essa indotta. Lo scorrimento include tutti i modi in cui l'acqua superficiale si muove in pendenza verso il mare. L'acqua che scorre nei torrenti e nei fiumi può stazionare nei laghi per un certo tempo. Non tutta l'acqua ritorna al mare per scorrimento; gran parte evapora prima di raggiungere il mare o un acquifero. Il flusso sotterraneo include il movimento dell'acqua all'interno della terra sia nelle zone insature che negli acquiferi. Dopo l'infiltrazione l'acqua superficiale può ritornare alla superficie o scaricarsi in mare. – cesareclasse7

IL CICLO DELL'ACQUA. La Forza dell'acqua. DESCRIZIONE DELLA FORZA DELL' ACQUA. Informazioni sulla forza dell'acqua.

In base alle stime più recenti, più di un miliardo di persone non hanno tuttora accesso a fonti di acqua pulita. In alcuni paesi dell’Asia e dell’Africa è di circa 6 chilometri a piedi la distanza media compiuta ogni giorno per procurarsi l’acqua, con un carico medio di 20 chili sulle spalle nel viaggio di ritorno. Mentre in Italia consumiamo ogni giorno 200 litri al giorno procapite. Il 22 marzo di ogni anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, la materia di cui è fatta la nostra vita. – cesareclasse7

TIPI DI POSIZIONE DEL MULINO.

Queste sono le posizioni del mulino. – cesareclasse7

INTERNO DI UN MULINO AD ACQUA. MULINO AD ACQUA. Energia idroelettrica. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Energia idroelettrica

Diga ad arco utilizzata per produrre energia elettrica Turbina idroelettrica, tipo Kaplan L’energia idroelettrica è una fonte di energia alternativa e rinnovabile, che sfrutta la trasformazione dell'energia potenziale gravitazionale, posseduta da una certa massa d'acqua ad una certa quota altimetrica, in energia cinetica al superamento di un certo dislivello; tale energia cinetica viene infine trasformata in energia elettrica in una centrale idroelettrica grazie ad un alternatore accoppiato ad una turbina.

Storia[modifica | modifica wikitesto] I greci e i romani furono le prime civiltà nel Mondo allora conosciuto, ad utilizzare la potenza dell'acqua, o più precisamente dell'energia cinetica prodotta dal liquido; si deve però specificare che queste due antiche civiltà sfruttarono questo tipo di energia rinnovabile solo per azionare semplici mulini ad acqua per macinare il grano. Descrizione[modifica | modifica wikitesto] INFORMAZIONI SULL' ENERGIA IDROELETTRICA. 961 × 737 - itiscannizzaro.it 557 × 242 - s193011.blogspot.com.

L'energia idroelettrica viene ricavata dal corso di fiumi e di laghi grazie alla creazione di dighe e di condotte forzate. Esistono vari tipi di centrale: nelle centrali a salto si sfruttano grandi altezze di caduta disponibili nelle regioni montane. Nelle centrali ad acqua fluente si utilizzano invece grandi masse di acqua fluviale che superano piccoli dislivelli; per far questo però il fiume deve avere una portata considerevole e un regime costante. – cesareclasse7
INFORMAZIONI SULL' ENERGIA IDROELETTRICA