background preloader

FOGNATURE DI GRANDI CITTà

Facebook Twitter

Cloaca Massima. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Cloaca Massima

La Cloaca Massima dell'antica Roma è una delle più antiche condotte fognarie. Il nome, Cloaca Maxima in latino, significa letteralmente "la fogna più grande". Le notizie delle fonti[modifica | modifica wikitesto] Sebbene Tito Livio la descrivesse come scavata nel sottosuolo della città, scrivendo tuttavia molto tempo dopo la sua costruzione, dalle notizie di altre fonti antiche e dal percorso seguito si ritiene che in origine si trattasse per lo più di un canale a cielo aperto, che raccoglieva le acque dei corsi d'acqua naturali che scendevano dalle colline, drenando la pianura del Foro Romano e il Velabro, allora acquitrinosi, per riversarle poi nel fiume Tevere.

Questo canale, comunque scavato al di sotto del livello del suolo, sarebbe stato progressivamente coperto per le esigenze di spazio del centro cittadino. La Cloaca Massima fu accuratamente mantenuta in buono stato per tutta l'età imperiale. I resti[modifica | modifica wikitesto] Fogne di Parigi. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Fogne di Parigi

Le Fogne di Parigi sono una rete, lunga 2.300 chilometri, di cunicoli sotterranei interamente percorribili, in cui vengono raccolte le acque piovane e le acque grigie e nere della capitale francese. Una delle vie sotterranee delle fogne parigine Quasi ogni via parigina possiede in corrispondenza una galleria sotterranea che porta il suo stesso nome. §Caratteristiche principali[modifica | modifica wikitesto] La caratteristica saliente della rete fognaria parigina è di essere: unitariagravitazionalevisitabile §Una rete unitaria[modifica | modifica wikitesto] Nella rete di deflusso delle acque parigine, le acque piovane e le acque esauste sono trasportate in un unico condotto, detto égout. Scarichi reflui di venezia. La rete fognaria di Milano. Di Gian Luca Lapini Dall’antichità all’Unità d’Italia Tra le infrastrutture tecnologiche delle città, la rete fognaria è certo la più antica.Roma, già nel VI secolo a.C. disponeva di una vasta rete di fognature costruite allo scopo di drenare le zone paludose.

La rete fognaria di Milano

Lungo le vie cittadine, condotti di dimensioni modeste raccoglievano le acque e le scaricavano in un grande collettore fognario, la cloaca maxima, che sboccava nel Tevere. E’ poi noto che i romani esportarono la loro raffinata tecnica idraulica in tutte le principali città dell’impero. In effetti, diversi ritrovamenti archeologici hanno permesso di verificare che anche a Milano le canalizzazioni urbane hanno tradizioni molto antiche, risalenti al periodo successivo alla conquista romana della città, quando cominciò una vasta bonifica dell’area milanese (si veda la ricostruzione idrografica dell’area milanese ai tempi dell’impero romano, nella cartina fatta nel 1911 dall’ing.

La fase moderna delle fognature a Milano Bibliografia. Acque Veronesi: Servizi per le imprese - Introduzione. I Clienti possessori di partita iva che hanno attività assimilate a quelle domestiche, commerciali, servizi, artigianali, imprese edili che necessitano di pratiche contrattuali e di attivazione del servizio, devono utilizzare per analogia la stessa modulistica predisposta per i servizi alle famiglie.

Acque Veronesi: Servizi per le imprese - Introduzione

Questa sezione è dedicata in modo specifico alle ditte ed imprese che hanno necessità particolari legate alla tipologia di attività o al rilascio di autorizzazioni speciali, ad esempio: - attività industriali di tipo “produttivo”; - imprese di costruzione per “urbanizzazioni e lottizzazioni”. A lato, oltre a trovare tutte le tipologie di pratica con in dettaglio quanto necessario, si pone l’attenzione riguardo: Grande puzza a Londra. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Grande puzza a Londra

Michael Faraday dà il suo biglietto da visita al Padre Tamigi (Father Thames), caricatura riferita ad una lettera di Faraday sullo stato del fiume, pubblicata sul giornale The Times nel luglio 1855 Il contesto[modifica | modifica wikitesto] A Londra lo smaltimento dei rifiuti era da sempre stato un problema. I rifiuti solidi e liquidi umani, così come i prodotti di scarto delle case, venivano gettati direttamente nel Tamigi oppure sulla strada, da cui finivano nel fiume insieme all'acqua piovana. Già nel 1290 i Carmelitani avevano inviato al Parlamento un'interpellanza, affermando che i miasmi che provenivano dal fiume erano così intensi da coprire l'odore dell'incenso più acre acceso nella chiesa per tutto il giorno. Nel 1427 venne insediata la prima commissione per le fogne cittadine ma, malgrado i buoni auspici iniziali, non riuscì a risolvere il problema, e anzi è ricordata più che altro come luogo di corruzione e inefficienza.

(EN) David S.