background preloader

Fonti scritte

Facebook Twitter

Anno dopo anno la produzione dei rifiuti nelle città continua a crescere tanto che spesso si producono più rifiuti di quanto non si sia in grado di smaltirne e recuperarne.



L'incremento della produzione dei rifiuti, oltre ad avere un impatto negativo sull'ambiente e sulla salute delle persone, determina un carico economico ulteriore sulla società aumentando i costi di gestione dei rifiuti stessi e quindi il costo che ciascun cittadino deve sostenere.

Questa sezione raccoglie dati, iniziative e notizie sul tema dei rifiuti allo scopo di aumentare la conoscenza dei cittadini, evidenziare le criticità ad esso connesse e indicare buone pratiche per garantire una maggiore salvaguardia ambientale.

L'intento di questa sezione è principalmente la divulgazione di informazioni per una corretta gestione dei rifiuti prodotti in modo da favorire maggiore attenzione e consapevolezza da parte di tutti.

In particolar modo sarà dato ampio spazio ai progetti realizzati dal Comune per sensibilizzare la cittadinanza e monitorare la qualità del servizio erogato.

Regola delle 4 R. Gestire i rifiuti con una semplice formula Nel mondo, tra le tante problematiche connesse all’ambiente, destano maggiore preoccupazione il surriscaldamento globale, la produzione eccessiva di spazzatura che non viene smaltita correttamente e la diminuzione delle risorse naturali necessarie alla vita umana.

Regola delle 4 R

Per far fronte a questi ed altri problemi c'è bisogno necessariamente dall’assunzione da parte di tutti, privati e pubblici, di comportamenti ecosostenibili nella vita quotidiana. Tutto questo si traduce molto più semplicemente nella cosiddetta “Regola delle 4 R”. Non si tratta di qualche incomprensibile formula matematica ma di una sorta di sintetico vademecum che ci aiuta a rispettare la natura e a ridurre l’impatto ambientale della nostra vita. La “regola delle 4 R” si riferisce a quattro comportamenti essenziali per vivere una vita più ecosostenibile ed ecoresponsabile. Le “4 R” stanno per Riduzione, Riutilizzo, Riciclo, Recupero. Copertino: Riciclare ed ECOsistemare. Comunità Montana Valli del Verbano - Raccolta differenziata: la guida da scaricare.

Gentile Utente,ai sensi dell'art 13 del D.Lgs. 196/2003 Le forniamo le seguenti informazioni: I dati da Lei forniti, o comunque acquisiti dalla Comunità Montana Valli del Verbano, sede legale - via Collodi 4, 21016 Luino, saranno oggetto di trattamento con strumenti elettronici e non elettronici e saranno trattati esclusivamente per gestire la Sua richiesta di iscrizione alla newsletter, che prevede l'invio periodico di informazioni, notizie e aggiornamenti.

Comunità Montana Valli del Verbano - Raccolta differenziata: la guida da scaricare

Per le medesime finalità potranno avere conoscenza dei dati, oltre al nostro personale tecnico e amministrativo, fornitori terzi di servizi. I Suoi dati personali non saranno in ogni caso soggetti a diffusione. Le ricordiamo inoltre che la Sua richiesta costituisce espresso consenso al trattamento sopra indicato, ai sensi dell'art. 23 del D.Lgs. 196/2003. Le 4 R: riduzione, recupero, riuso, riciclo. Di Cristina Galasso In Italia vengono prodotti 32,5 milioni di rifiuti, ogni abitante ne produce 541 Kg all’anno.

Le 4 R: riduzione, recupero, riuso, riciclo

Sebbene i dati sulla raccolta differenziata siano in costate crescita, la discarica si conferma la forma più diffusa di smaltimento. Il 40% dei rifiuti è costituito da imballaggi (acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro), il cui recupero nel 2009 ha raggiunto 8 milioni di tonnellate (su oltre 10 milioni di tonnellate immesse al consumo), pari al 73,9%. Più 5,25% rispetto all’anno precedente (fonti: Ispra e Conai). Con il Ddl 22/97 (“Decreto Ronchi”) è stato introdotto anche in Italia il principio delle 4 R (riduzione, recupero, riuso, riciclo) e lanciata la raccolta differenziata. Ridurre i rifiuti si può, allungando il ciclo di vita dei beni. Secondo l’associazione Occhio del Riciclone di Roma il 52,1% degli scarti è riciclabile e il 34,2% può essere inserito direttamente nel mercato dell’usato.

Alcuni Comuni hanno aperto le cosiddette ‘rifiuterie’. Le 4 "R" - Legambiente Montalbano Jonico. Gli oggetti che usiamo ogni giorno hanno tempi molto lunghi per biodegradarsi.

le 4 "R" - Legambiente Montalbano Jonico

Per questo quando buttiamo qualcosa dobbiamo stare attenti a ciò che facciamo. Infatti la soluzione del problema dei rifiuti non è sicuramente semplice, ma noi possiamo dare il nostro contributo. Il miglior sistema da adottare è quello espresso attraverso la strategia delle “quattro R”: E2-Raee® Gestione RAEE da Uno contro Uno - La regola delle 4R - Riduci - Ricicla - Riusa - Crea nuove Risorse - Questo Sito web utilizza i cookie per offrirti un servizio migliore.

E2-Raee® Gestione RAEE da Uno contro Uno - La regola delle 4R - Riduci - Ricicla - Riusa - Crea nuove Risorse -

Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei Cookie da parte di E2 ICT Snc su www.e2raee.it Visualizza la sezione Privacy per maggiori informazioni. Accetto Primo Piano DECRETO LEGISLATIVO 14 marzo 2014, n. 49 - Uno contro Uno/Zero VediDirettiva Raee - nuovi obblighi della GDO - Italia recepisce le direttive Europee VediApprovate modifiche al DL 151/05 e DM 65/2010 sui Rifiuti RAEE Vedi.