background preloader

Cucina

Facebook Twitter

Dieta mediterranea: benefici, menù di esempio e versione dimagrante. Come funziona la dieta mediterranea? Come si presenta un menù di esempio? Quali sono gli alimenti consigliati? E' utile per dimagrire oppure fa ingrassare? Proviamo a fare chiarezza sul tema spazzando via i falsi miti ed approfondendo le opinioni delle ricerche scientifiche sul modello di alimentazione che per secoli ha regalato benessere e salute alle popolazioni del mediterraneo che lo hanno seguito. La dieta mediterranea, oggi patrimonio dell'umanità, è una dieta molto diffusa un programma alimentare che aiuta l’organismo a rimanere in salute.

Questo antico modello di alimentazione rappresenta un patrimonio della nostra cultura e, da molti esperti del settore, è ritenuta la migliore delle diete. Approfondiamo i benefici apportati da questo stile di vita e scopriamone i limiti ed i segreti. Che cos'è la dieta mediterranea? Oggi si associa spesso la Dieta Mediterranea con pane e pasta, ovvero ai carboidrati ritenuti "nemici" della linea. Le carni il pesce e le uova: le fonti proteiche. Dieta mediterranea: benefici ed errori di quella odierna. Osannata, ma nello stesso tempo travisata. E' la dieta mediterranea, quella vera, che nel 2010 è diventata Patrimonio dell'Unesco. Forse molti italiani sono convinti di seguire la dieta mediterranea, ma in realtà le loro scelte alimentari sono ben diverse.

Orami possiamo parlare di una vera e propria dieta da supermercato, che comprende in maggioranza prodotti confezionati e troppo raffinati, cioè tutto ciò che si allontana da un'alimentazione sana. Gli snack industriali dolci e salati, le bibite gassate e i piatti pronti di produzione industriale ricchi di grassi idrogenati e di oli di scarsa qualità non dovrebbero mai essere considerati come parte della dieta mediterranea. Ci dovremmo chiedere, allora: quando la dieta mediterranea è davvero sana? Principalmente lo è quando è basata su un elevato consumo di frutta e verdura, di cereali integrali e di legumi e su un consumo ridotto rispetto alle abitudini del giorno d'oggi di prodotti confezionati, raffinati e di origine animale.

Ariana Grande - Problem ft. Iggy Azalea. Violetta entre tu y yo accordi. Tutorial #2 : Nail Art semplice e veloce :) Dieta a zona. La dieta a zona (nota anche come dieta Zona, Metodo alimentare Zona o anche semplicemente come Zona ecc.) è una dieta ideata nel 1995 da un biochimico statunitense, Barry Sears. Il primo testo scritto da Sears (in collaborazione con Bill Lawren) su questo regime alimentare è il celeberrimo Enter the Zone, noto in Italia con il titolo “Come raggiungere la Zona“.

Il termine Zona, trattando questo particolare regime alimentare, fa riferimento a un particolare stato metabolico nel quale, secondo Sears, l’organismo sta lavorando nel modo più efficiente possibile. Secondo Sears, il cibo deve essere visto come una sorta di farmaco da assumere ai giusti dosaggi se si vuole che esso raggiunga il suo scopo ovvero il raggiungimento (e il mantenimento) di uno stato psicofisico ottimale. La dieta a zona è un regime alimentare essenzialmente basato: I calcoli della dieta a zona, il “palmo della mano” e i “blocchi” Entrare in zona: come fare? L’errore principale della dieta a zona PESO=70 kg. Ricetta Castagnaccio Al Cioccolato : Il Meglio Su Cucina By Excite IT. Dolci | La mia Ombra - Part 12. Apr 21 2011 Taralli di Pasqua con la glassa I taralli di Pasqua con la glassa sono un dolce tipico di Puglia e Campania.

Faciamoli!!! Farina: 1 kg Uova: 5 Sale: ½ cucchiaino Liquore all’anice: 100 ml Acqua: 250 gr Zucchero: 500 gr Limone: 1 Mettere la farina a fontana su una spianatoia e all’interno rompere le uova, il sale, mezzo cucchiaino di zucchero e il liquore all’anice. Intanto preparare la glassa versando acqua e zucchero in una pentola. Mettere i taralli, uno alla volta, nella pentola con la glassa e rigirarli fin quando sono completamente ricoperti. apr 17 2011 Ricetta baci di dama alle nocciole In Piemonte i baci di dama alle nocciole sono una ricetta tipica.

Biscotti di pasta frolla alle nocciole imbottiti con cioccolato fondente fuso da gustare in ogni attimo della giornata, sipreparano così: mandorle: 100 gr. nocciole: 100 gr. zucchero: 200 gr. farina: 200 gr. sale: un pizzico burro: 200 gr. tuorli: 2 cioccolato fondente: 100 gr. apr 13 2011 Dolce plumcake con gocce di cioccolato.

Ricette con la farina di castagne. Farina di ceci: 10 gustose ricette. La farina di ceci rappresenta un ingrediente particolarmente versatile per quanto riguarda i possibili impieghi in cucina. Essa è inoltre ricca di proprietà benefiche e presenta un contenuto da non sottovalutare di proteine vegetali e di sali minerali come ferro, calcio e fosforo. Per avere sempre a disposizione della farina di ceci macinata di fresco, è possibile munirsi di quanto necessario per la sua preparazione casalinga. Essa è una farina priva di glutine, adatta ai celiaci. Scopriamo insieme dieci ricette semplici e gustose in cui utilizzarla. 1) Frittata senza uova La farina di ceci può essere utilizzata in sostituzione delle uova per la preparazione di una frittata alle verdure costituita completamente da ingredienti vegetali.

LEGGI anche: Frittata vegan con le zucchine 2) Panelle La farina di ceci è l'ingrediente principale di uno dei piatti della tradizione siciliana: le panelle. LEGGI anche: Panelle siciliane: la ricetta per farle in casa 3) Falafel 4) Farinata di ceci 5) Grissini. Come preparare in casa i falafel di ceci. I falafel sono un piatto tipico della tradizione mediorientale, presenti sia nella cucina araba che nella cucina israeliana, di cui si ipotizza però un'origine egiziana. Si tratta di crocchette per la preparazione delle quali l'ingrediente base è solitamente rappresentato dai legumi. Nella preparazione dei falafel si utilizzano prevalentemente i ceci, oppure le fave. E' richiesto l'utilizzo di legumi essiccati, che vengono lasciati in ammollo in modo che possano ammorbidirsi, così da poterli frullare insieme agli altri ingredienti che vengono utilizzati per la preparazione dei falafel.

I falafel di ceci, di cui vi proponiamo la ricetta qui di seguito, sono ottimi soprattutto se gustati appena fatti, ma possono essere serviti anche freddi. I falafel possono essere scelti come pietanza da inserire all'interno di un menù in occasione di un aperitivo casalingo, ma anche come antipasto o come secondo piatto, accompagnati da un insalata o da verdure di stagione. Ingredienti per 10 – 15 falafel. Frittata vegan con le zucchine. Per una fresca cena estiva, che c’è di meglio di una “frittatina veloce” con le zucchine? Molto ricche di acqua ma anche di vitamine, le zucchine sono le regine di ricette e piatti della tanto aspettata e finalmente arrivata estate. Anche se consumate solitamente come contorno, noi ve le proponiamo quale ingrediente principale di questo piatto unico e nutriente. Ma come è possibile fare una frittata vegan essendo le uova l'ingrediente principale? Semplice, utilizzando la farina di ceci, ottima sostituta e, i siciliani lo sanno bene, perfetta per i fritti.

Ingredienti ( per 4 persone) ½ cipolla2 zucchine2 fiori di zucca200g di farina di ceci½ cucchiaio di curcumaolio d’olivasaleacquapeperoncino Preparazione Laviamo e tagliamo le zucchine a rondelle. In un recipiente mescoliamo la farina di ceci con un bicchiere e mezzo d’acqua aggiungendo la curcurma e un pizzico di sale, fino ad ottenere una pastella morbida. Ora facciamo soffriggere la cipolla in una padella in cui abbiamo versato l’olio.

Panelle siciliane: la ricetta per farle in casa. Le panelle (ovvero frittelle di farina di ceci) sono uno dei piatti più popolari della cucina siciliana, o meglio, di Palermo. Facilissime da realizzare, richiedono l'uso di pochissimi ingredienti farina di ceci e olio di semi per friggere. A piacere potete aggiungere un po' di pepe. Ingredienti per 4 persone: - 200 gr di farina di ceci - 1/2 litro di acqua - olio di semi di girasole per friggere - prezzemolo o semi di finocchio - sale e pepe qb Preparazione In una pentola fate sciogliere a freddo 200 grammi di farina di ceci in mezzo litro di acqua salata, facendo attenzione che non si formino grumi. Tenete sul fornello per circa 15 minuti, o fino a quando l'impasto non inizierà a staccarsi dalle pareti della pentola.A questo punto, versate rapidamente il composto di ceci su una superficie liscia e bagnata (come ad esempio un tavolo di marmo o di legno) e spianatelo con un coltello in modo da renderlo il più sottile possibile.

Verdiana Amorosi www.lacucinadiverdiana.it LEGGI anche: La postura corretta da tenere a scuola - mammebio.it. Una cattiva postura è la causa principale del mal di schiena e di altri problemi di salute. Insegnamo ai bambini la corretta postura da tenere a scuola. Una cattiva postura è la causa principale del mal di schiena e di altri problemi di salute. Proprio per questo motivo è importante spiegare ai nostri bambini quale sia la postura corretta da tenere dietro al banco di scuola. Ovviamente vi ricordiamo che la stessa postura che insegnerete ai bambini deve essere seguita anche da voi genitori, i problemi alla schiena magari affondano le loro radici in tenera età ma sono sempre dietro l'angolo pronti a colpire chiunque, anche gli adulti. E poi è ovviamente importante dare per primi il buon esempio, non vi pare? Insegnate allora ai bambini a: appoggiare il bacino in fondo alla sedia appoggiare sempre la schiena allo schennale della sedia tenere i piedi ben saldi al pavimento non accavallare le gambe appoggiare gli avambracci sul banco.

Porro e cavolo - mammebio.it. Dopo le vacanze di Natale è importante portare in tavola delle ottime verdure di stagione. Porro e cavolo sono ideali per depurare l'organismo. Con le feste natalizie capita a tutti di mangiare un po' più del solito e anche ovviamente di mangiare in modo piuttosto sregolato. Proprio per questo motivo con la fine dell'ultima festività, della festa cioè della Befana, e con l'arrivo del mese di gennaio è importante portare in tavola delle ottime verdure di stagione che ci aiutino a dare nuovo sprint al nostro organismo. Sono davvero numerose le verdure che possiamo portare in tavola nel mese di gennaio, noi vi consigliamo però in modo particolare il porro e il cavolo verza.

Il porro ha un sapore dolciastro che viene apprezzato anche dai bambini, è la scelta ideale quindi anche da utilizzare al posto della classica cipolla. Tisana fai da te allo zenzero: per dimagrire e tenere lontano il raffreddore! | Giardinieri in affitto.