background preloader

Esoterismo

Facebook Twitter

Secondo Tempio. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Secondo Tempio

Modello del Secondo Tempio Durante questo periodo esso fu il centro culturale e spirituale del Giudaismo ed il luogo dei sacrifici rituali. Erode il Grande, a partire dal 19 a.C., fece un ampliamento importante del Secondo Tempio; per questo motivo il Tempio di Gerusalemme, da quella data, viene anche chiamato Tempio di Erode. Costruzione del Secondo Tempio[modifica | modifica sorgente] Secondo i calcoli fatti da Giuseppe Flavio: Struttura[modifica | modifica sorgente] Pianta del tempio, come descritto da Giuseppe Flavio con le quattro porte sui lati sud e nord, le due sul lato occidentale, ecc.

Ricostruzione ideale del tempio: la scalinata di quattordici gradini da cui si accedeva al secondo cortile interno, ecc. Il santuario vero e proprio o sacro tempio, sorgeva nel mezzo e vi si accedeva da dodici scalini. La parte inferiore del santuario era alto sessanta cubiti, lungo altrettanto e largo venti. Ampliamento con Erode[modifica | modifica sorgente] Cabala ebraica. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. L' Albero della vita , rappresentazione simbolica delle leggi dell'universo nella Cabala Frontespizio della prima edizione dello Zohar , 1558 La cabala , qabbaláh , kabbalah o cabbala è il termine usato per indicare quegli insegnamenti " esoterici " e " mistici " propri dell' ebraismo già diffusi a partire dal XII secolo , in un suo significato più ampio esso intende quei movimenti esoterici sorti in ambito ebraico con la fine del periodo del Secondo Tempio [1] .

In ebraico Qabbaláh (ebr. Adamo. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Adamo

Adamo (in ebraico: אָדָם in in arabo: آدم, ʾĀdam; 3970 a.C. circa - ...) è il nome, secondo l'ebraismo, il cristianesimo e l'islam, del primo uomo e significa "umanità", "uomo", "uomo terreno", "terroso", o "della terra rossa". È santo della Chiesa cattolica ed è ricordato il 24 dicembre. Vita[modifica | modifica sorgente] Nella Bibbia[modifica | modifica sorgente] Nella prima versione la creazione dei primi uomini si inserisce nello schema dei sette giorni ed è visto come l'apice del lavoro di Dio: Nella seconda versione Adamo viene plasmato con la polvere della terra:

Albero della conoscenza del Bene e del Male. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Albero della conoscenza del Bene e del Male

Alcune correnti religiose vedono in questo albero un vera e propria pianta legnosa; altri invece vedono in questo stesso albero un simbolo la cui interpretazione dipende dal significato che viene attribuito al concetto di peccato originale. Riferimenti nei testi sacri[modifica | modifica sorgente] Genesi 2:9: "Dio fece germogliare dal suolo ogni sorta di alberi graditi alla vista e buoni da mangiare, e l'albero della vita in mezzo al giardino e l'albero della conoscenza del bene e del male".

Genesi 2:16: "e Dio impose all'uomo anche questo comando: "Di ogni albero del giardino puoi mangiare a sazietà. Ma in quanto all'albero della conoscenza del bene e del male non ne devi mangiare, poiché nel giorno in cui ne mangerai certamente dovrai morire". Mosè Luzzatto. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mosè Luzzatto

La sua eredità è associata ai suoi scritti sullo Zohar, anche se viene dai più ricordato per l'aspetto etico del suo insegnamento, in particolare attraverso il trattato Mesillat Yesharim ("Il cammino dei giusti"). Biografia[modifica | modifica sorgente] Ruggero Bacone. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ruggero Bacone

Ruggero Bacone, in inglese Roger Bacon e ampiamente noto con l'appellativo latino di Doctor Mirabilis (Ilchester, 1214 circa – Oxford, 1294), è stato un filosofo, scienziato, teologo ed alchimista inglese. Primi anni[modifica | modifica sorgente] Ruggero Bacone nacque presso Ilchester da una famiglia probabilmente benestante, ma che per gli eventi turbolenti del regno di Enrico III d'Inghilterra venne spogliata delle sue proprietà e vide molti dei suoi membri costretti all'esilio.

Studiò a Oxford, dove ricevette una formazione prevalentemente aristotelica e successivamente divenne frate francescano (probabilmente nel 1233) e professore nella stessa Oxford. Quindi si trasferì in Francia per studiare all'Università di Parigi, allora il maggior centro della vita intellettuale europea. Maturità e opere[modifica | modifica sorgente] La formazione scientifica che Bacone ricevette lo convinse che il dibattito accademico del suo tempo presentava gravi pecche. Isaac Newton. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Isaac Newton

Sir Isaac Newton (Woolsthorpe-by-Colsterworth, 25 dicembre 1642 – Londra, 20 marzo 1727[1]) è stato un matematico, fisico, filosofo naturale, astronomo, teologo e alchimista inglese. Citato anche come Isacco Newton, è considerato uno dei più grandi scienziati di tutti i tempi. Fu Presidente della Royal Society. Newton fu il primo a dimostrare che la luce bianca è composta dalla somma (in frequenza) di tutti gli altri colori. Alchimia. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alchimia

Rappresentazione allegorica dell'alchimia. Adamo. Sephirot. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Sephirot

Adam Kadmon, rappresentazione metaforica delle Sefirot nel corpo umano Sephirot, Sephiroth, Sefiroth o Sefirot (סְפִירוֹת), singolare: Sephirah, o anche Sefirah (סְפִירָה, "enumerare" in lingua ebraica).[1] La parola Sefirot è connessa, secondo il Sefer Yetzirah, con sefer (scrittura), sefar (computo) e sippur (discorso), che derivano dalla stessa radice SFR. Il significato basilare viene reso come emanazioni: le Sefirot nella Cabala ebraica sono le dieci modalità o gli "strumenti" di Dio (a cui ci si riferisce con אור אין סוף Or Ein Sof, "Luce Senza Limiti") attraverso cui l'Ein Sof (l'Infinito) si rivela e continuativamente crea sia il reame fisico che la Catena dei Reami metafisici superiori (Seder hishtalshelus).

Attraverso esse, Egli può proiettarsi sul mondo e gli uomini. Configurazioni alternative delle Sefirot sono date da scuole diverse nello sviluppo storico della Cabala, con ognuna che articola differenti aspetti spirituali. Albero della vita (cabala) Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Albero della vita (cabala)

L'albero della vita con il nome delle Sephiroth e i sentieri in ebraico. L'essenziale della dottrina cabalistica afferente all'Albero Sefirotico è in effetti da ricercare anche nella "letteratura-ermeneutica" midrashica, specialmente quella risalente alla fine del periodo del Secondo Tempio, ma anche e soprattutto in modo esplicito, seppur nascosto, anche nello Zohar ed in altri testi sacri ebraici della mistica ebraica, "sintesi" più complete. Conviene precisare che l'Albero sefirotico, come lo rappresenta la Cabala ebraica, è "apparso" solamente nel III secolo in seno alle scuole rabbiniche[senza fonte]; "globalmente" nel XIII secolo si espande più in particolare in seno alle scuole del sud della Francia e della Spagna.

SATANA CREO' L'UMANITA' “Ho permesso la creazione di quattro sostanze, quattro direzioni, quattro elementi; poiché sono necessari per le creature”- Padre Satana Il Libro Nero di Satana, Capitolo IV L'Albero della Conoscenza, la Mela ed il Serpente Il libro “Vision of the Round House” di Edward Kelly aggiunge ulteriore credibilità ai testi scritti dagli studiosi, che sostengono il concetto della creazione dell’umanità da parte di esseri extra-terrestri attraverso l'ingegneria genetica.

SATANA CREO' L'UMANITA'

Nel sedicesimo secolo non c’era alcun modo in cui il Dr. John Dee ed Edward Kelly potessero avere tale tipo di conoscenza. Colui che è conosciuto come Satana ci creò e ci disegnò. L’albero della Vita ha le sue origini nell’Antico Egitto. Gli Dei Antichi sono rimasti vivi nella nostra memoria - loro malgrado - come Diavoli e Demoni, soltanto per poter sopravvivere. Negli ultimi 100 anni l’umanità è stata inondata di conoscenza che è assolutamente fuori norma rispetto al corso dell’intera storia. Seth. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Seth In origine Seth è una delle maggiori divinità dell'Alto Egitto del Periodo Predinastico, con la funzione di benigna divinità dei morti. La sua importanza diminuisce quando i re dell'Alto Egitto unificano le Due Terre ed impongono il dio Horo come divinità principale. Comunque per tutto il Regno Antico Seth mantiene una certa importanza e sul finire della II dinastia sostituisce il rivale nella titolatura reale (Peribsen), oppure si affianca ad Horo (Khasekhemwy).

Durante il periodo hyksos Seth verrà prescelto quale Dio dinastico ed associato alla divinità hurrita della tempesta Teshub. Durante la XIX dinastia il nome di Seth torna a comparire nelle titolature reali come nomen (Seti I e Seti II). Raffigurazione di Seth in una tomba egizia. L'OCCHIO di HORUS (DIO UOMO - UOMO DIO) Uno dei simboli più famosi e conosciuti del Mito Osirideo resta indubbiamente l’Occhio di Horus.

Osiride,una volta reintegrate le membra disperse da Seth, grazie all’opera di Iside e Neftis, dona al figlio Horus allorquando, emergendo dal mondo della luce velata, la Duat, lo abbraccia trasmettendogli il potere della conoscenza,della consapevolezza e della trasformazione. Simbolo, il cui nome significa essere sano, ebbe grande importanza e diffusione nella civiltà egizia e venne posto, di regola, all'interno dei bendaggi che avvolgevano il corpo del defunto, oltre che su amuleti, rilievi, incisioni e papiri, e in quanto simbolo di rigenerazione e di rinascita rappresentava altresì i 5 sensi più conosciuti: vista, udito, olfatto, tatto e gusto, anche se l'occhio di Ra simboleggia pure quei sensi sconosciuti che permettono di accedere a quella chiamata "energia oscura".

Il suo colore e le sue modalità ne fanno un’immagine solare per eccellenza, associata com’è al rosso e al fuoco. Avv. Occhio di Horo. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Disegno dell'occhio di Horo L'Occhio di Horo[1] è nella religione egizia il simbolo della prosperità, del potere regale e della buona salute. L'occhio è personificato dalla dea Wadjet (o Wedjat,[2][3][4] Uadjet, Wedjoyet, Edjo o Uto) ed è conosciuto anche come Occhio di Ra[5] o "Udjat"[6]. Horus. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Horus è la forma latina del nome egizio Hr la cui lettura è Heru, è il dio del cielo di Edfu. Il mito di Horus[modifica | modifica sorgente] Non esiste un solo mito di Horus ma cambia a seconda della civiltà e del periodo: Nei Testi delle piramidi troviamo il mito più arcaico su Horus, il quale ci racconta che egli nacque dal rapporto tra Osiride (ricostruito con un membro di legno, secondo altri sarebbe una candela, e non resuscitato poiché rimane in stato vegetativo e diventerà per questo il dio delle vegetazioni e della morte) con Iside, che lo partorisce.

Iside nasconde il bambino affidandolo alla dea Uto, ma uno scorpione inviato da Seth si introduce nel nascondiglio del bambino, lo punge e lo uccide. Mitologia[modifica | modifica sorgente] Nella mitologia egizia esistono diverse forme di Horo[4]. Osiride. Ra. Gnosticismo. Giuliano Kremmerz. Ermetismo (filosofia) Picatrix. Magic (paranormal) Magic or sorcery is an attempt to understand, experience and influence the world using rituals, symbols, actions, gestures and language.[1][2][3][4] Modern Western magicians generally state magic's primary purpose to be personal spiritual growth.[5] Modern theories of magic may see it as the result of a universal sympathy where some act can produce a result somewhere else, or as a collaboration with spirits who cause the effect.[6] The belief in and the practice of magic has been present since the earliest human cultures and continues to have an important religious and medicinal role in many cultures today.[7][8] Magic is often viewed with suspicion by the wider community, and is sometimes practiced in isolation and secrecy.[4]

Magia. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Con il termine magia si indica una tecnica che si prefigge lo scopo di influenzare gli eventi e di dominare i fenomeni fisici e l'essere umano con la volontà; a tale fine la "magia" può servirsi di gesti, atti e formule verbali, o di rituali appropriati. Elementi magici. Esoterismo. Golden Dawn. Jakob Lorber. Wicca. Telestiké.

Ermete Trismegisto. Twilit Grotto: Esoteric Archives on CD. Wicca. Libri misteriosi:Il Libro di Dzyan - Il labirinto magico. Www.sakti.it/testi nuovo sito/stanze di dzyan.pdf. Stanze dal Libro di Dzyan. Teosofia. Esoterismo. Helena Petrovna Blavatsky. Esoterismo e Massoneria.