background preloader

Normativa

Facebook Twitter

Sistema Nazionale di Valutazione - Normativa scuole. RAV Infanzia SNV: Consultazione nazionale sulla bozza del Rapporto di autovalutazione (RAV) per la scuola dell'infanzia (nota prot.n. 9644 del 25-08-2016) Nota tecnica del 15 settembre 2015 Il presente Decreto, ai sensi dell'art. 25 comma 3 del Decreto Ministeriale n° 435 del 16 giugno 2015, al fine di promuovere l' implementazione del sistema nazionale di valutazione. con particolare riferimento alla progettazione ed attuazione dei piani di miglioramento e alla formazione del personale C.M. n. 47 del 21 ottobre 2014 Priorità strategiche della valutazione del Sistema educativo di istruzione e formazione. Trasmissione della Direttiva n. 11 del 18 settembre 2014. Sistema Nazionale di Valutazione - Normativa dirigenti. Normativa Direttiva n.25 del 28/06/2016 Valutazione Dirigenti Scolastici Legge n. 107 del 13 luglio 2015 Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti.

Direttiva n. 11 del 18 settembre 2014 Priorità strategiche del Sistema nazionale di Valutazione per gli anni scolastici 2014/2015, 2015/2016 e 2016/2017 DPR n. 80 del 28 marzo 2013 Regolamento sul sistema nazionale di valutazione Continua a leggere ... Presentazione Normativa Documenti Utili. Sistema Nazionale di Valutazione - Normativa docenti.

DM 159 del 2016 riparto fondo merito Criteri di riparto del fondo per la valorizzazione del merito del personale docente di cui all'art. 1, comma 126 della legge 13 luglio 2015, n. 107 (D.M. 159 del 14-03-2016) Normativa valutazione docenti - stralcio (da SNV) Linee guida per l’attuazione della Direttiva 36/2016 sulla valutazione dei dirigenti scolastici - Nota esplicativa. Linee guida per l’attuazione della Direttiva 36/2016 sulla valutazione dei dirigenti scolastici. Decreto Direttoriale MIUR 21.09.2016, prot. n. 971. Decreto Direttoriale MIUR 21.09.2016, prot. n. 971 - da Notizie della Scuola. Il Direttore Generale della Direzione per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione Vista la legge 13 luglio 2015, n. 107 recante "Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti" e in particolare, l'articolo 1, comma 93, che prevede che la valutazione dei dirigenti scolastici sia effettuata ai sensi dell'articolo 25, comma 1, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, in coerenza con le disposizioni contenute nel decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, nonché l'articolo 1, comma 94, con il quale è disciplinata la composizione dei nuclei di valutazione dei dirigenti scolastici; Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante "Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche" e successive modificazioni e, in particolare, gli articoli 21 e 25; Le suddette linee guida trovano applicazione a decorrere dall'a.s. 2016/2017.

Direttiva Ministeriale 18 agosto 2016, n. 36 - Valutazione Dirigenti Scolastici. L. 107/2015 - La Buona Scuola - Gazzetta Ufficiale. Mappa indicatori per Rapporto di Autovalutazione - Novembre 2014. Orientamenti per l’elaborazione del Rapporto di Autovalutazione. C.M del 21 ottobre 2014, n. 47. Direttiva Ministeriale 18 settembre 2014, n. 11 - DIRETTIVA SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE. D.P.R. 28 marzo 2013, n. 80 - Regolamento sul sistema nazionale di valutazione in materia di istruzione e formazione.

Contratti Collettivi Nazionali AREA V (Scuola) Decreto Legislativo 27 ottobre 2009, n. 150 (Riforma Brunetta) Decreto Legislativo 27 ottobre 2009, n. 150 "Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni. (09G0164)" pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 31 ottobre 2009, n. 254 - Supplemento Ordinario n. 197 Visti gli articoli 76, 87, 92, 95 e 117 della Costituzione; Vista la legge 4 marzo 2009, n. 15, recante delega al Governo finalizzata all'ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e alla efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni, nonche' disposizioni integrative delle funzioni attribuite al Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro e alla Corte dei conti; Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante riforma dell'organizzazione del Governo, a norma dell'articolo 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59, e successive modificazioni; Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 9 ottobre 2009; Art. 1.

D. Lgs. 30 marzo 2001, n. 165 - Testo unico sul Pubblico Impiego. Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165 "Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche" pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 106 del 9 maggio 2001- Supplemento Ordinario n. 112(Rettifica G.U. n. 241 del 16 ottobre 2001) Visti gli articoli 76 ed 87 della Costituzione. Vista la legge 23 ottobre 1992, n. 421, ed in particolare l'articolo 2; Vista la legge 15 marzo 1997, n. 59; Visto il decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29, e successive modificazioni ed integrazioni; Visto l'articolo 1, comma 8, della legge 24 novembre 2000, n. 340; Vista la preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri adottata nella seduta del 7 febbraio 2001; Acquisito il parere dalla Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, espresso in data 8 febbraio 2001; Acquisito il parere delle competenti Commissioni del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, rispettivamente in data 27 e 28 febbraio 2001; 1. 2. 3. 1.

D.P.R. 8 marzo 1999, n. 275 - Regolamento autonomia delle istituzioni scolastiche. Art. 4(Autonomia didattica) 1. Le istituzioni scolastiche, nel rispetto della libertà di insegnamento, della libertà di scelta educativa delle famiglie e delle finalità generali del sistema, a norma dell'articolo 8 concretizzano gli obiettivi nazionali in percorsi formativi funzionali alla realizzazione del diritto ad apprendere e alla crescita educativa di tutti gli alunni, riconoscono e valorizzano le diversità, promuovono le potenzialità di ciascuno adottando tutte le iniziative utili al raggiungimento del successo formativo. 2.

Nell'esercizio dell'autonomia didattica le istituzioni scolastiche regolano i tempi dell'insegnamento e dello svolgimento delle singole discipline e attività nel modo più adeguato al tipo di studi e ai ritmi di apprendimento degli alunni. A tal fine le istituzioni scolastiche possono adottare tutte le forme di flessibilità che ritengono opportune e tra l'altro: 3. 4. 5. 6. 7. Art. 5(Autonomia organizzativa) 1. 2. 3. 4. 1. 2. 3. Art. 7(Reti di scuole) 1. 2. 3. 4. D. Lgs. 6 marzo 1998, n. 59. Decreto Legislativo n.59 Roma, 6 marzo 1998 Oggetto: Disciplina della qualifica dirigenziale dei capi di istituto delle istituzioni scolastiche autonome, a norma dell'art.21, c.16, della legge 15 marzo 1997, n.59 (in Gazzetta Ufficiale n. 71 del 26 marzo 1998) VISTI gli artt. 76 e 87 della Costituzione; VISTA la L. 15.3.97, n. 59; VISTO l'art. 14 della L. 23.12.88, n. 400; VISTA la risoluzione Doc.

VISTA la deliberazione del Consiglio dei Ministri adottata nella riunione del 27.02.98; Sulla proposta del Ministro della Pubblica istruzione EMANAil seguente decreto legislativo Art. 1 Dopo l'articolo 25 del decreto legislativo 3.2.93, n. 29, e successive modificazioni e integrazioni, sono inseriti i seguenti articoli: 25-bis (Dirigenti delle istituzioni scolastiche) 1. 2. 3. 4. 5. 6. 25-ter(Inquadramento nei ruoli regionali dei dirigenti scolastici dei capi d'istituto in servizio) 1. 2. 3. 4. 5. Art. 28-bis(Reclutamento dei dirigenti scolastici) 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. L. 59/1997, art. 21- Autonomia delle Istituzioni scolastiche - Legge Bassanini. Legge n. 59 Roma, 15 marzo 1997 OGGETTO: "Delega al Governo per il conferimento di funzioni e compiti alle regioni ed enti locali, per la riforma della Pubblica Amministrazione e per la semplificazione amministrativa" Capo I Art. 1 1. 2. 3. 4. 5. 6.

Art. 2 1. 2. Art. 3 1. 2. Art. 4 1. 2. 3. 4. 5. Art. 5 1. 2. 3. 4. Art. 6 1. Art. 7 1. 2. 3. Art. 8 1. 2. 3. 4. 5. 6. Art. 9 1. 2. Art. 10 1. Capo II Art. 11 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. Art. 12 1. 2. 3. Art. 13 1. 2. 3. Art. 14 1. Art. 15 1. 2. Art. 16 1. 2. 3. Art. 17 1. 2. Art. 18 1. 2. 3. Art. 19 1. Capo III Art. 20 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. 11. Capo IV Art. 21 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. 11. 12. 13. 14. 15. 16. 17. 18. 19. 20. Art. 22 1. 2. 3. 4. D. lgs 297/1994 - T.U. delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione.