background preloader

ARCHIVES ARCHI sur le web

Facebook Twitter

Charles correa. F sur bldg.multi-dwelling. Présentations d'architecte. During my B.Arch course at IITR, I had to make presentations on the works of an eminent architect every single semester.

Présentations d'architecte

In most cases we were told to work on a specific architect, making it hard to find out the plans and other drawings. The “World Wide Web” seems to have no space for architect presentations it seems. Much harder it was to find the drawings. So with great effort, me and my classmates have compiled the works of these world famous architects. In order to make work easier for my juniors, I have come up with this page on my ArchiBlog where you can download these presentations. 05_La asignatura AT1:PATIOS. INMEUBLES-VILLAS – Le Corbusier, 1922 CONJUNTO RESIDENCIAL CARRIÈRES CENTRALES – ATBAT-Afrique, 1953 TOWN: CLOSE HOUSE – Alison & Peter Smithson, 1955 Me gusta: Me gusta Cargando...

05_La asignatura AT1:PATIOS

La propia conformación de cualquier tejido urbano requiere de la existencia de vacíos cuya alternancia con “lo lleno” o “lo construido” dote a éste último de las condiciones mínimas de habitabilidad requeridas. El “patio de la comunidad” evolucionará y adoptará roles fundamentales en la definición de la estructura urbana. Galinsky. Galería EPS. Planols de l'Arquitectura. Restauro Per un capolavoro di Mangiarotti, via Quadronno 24. Edificio per abitazioni, Angelo Mangiarotti e Bruno Morassutti, 1959-1960, via Quadronno 24 Mi ricordo che da ragazzino la vista di quest'edificio mi suscitava già un certo interesse e ammirazione, e così il palazzo adiacente.

Restauro Per un capolavoro di Mangiarotti, via Quadronno 24

Mi piaceva tantissimo la forma: così moderna e piena di finestre, rivestita in legno e con il particolare della vite americana che si arrampica occupandone quasi completamente la facciata. Era una delle mie case preferite di Milano. Non sapevo nulla; né da chi fosse stata progettata, né chi vi abitasse. Un po' li invidiavo. Albums. Bruno Fioretti Marquez Architekten — Nuova scuola dell’infanzia di Cassarate (5 sezioni), Lugano (Svizzera) Modello © Bruno Fioretti Marquez Architekten .

Bruno Fioretti Marquez Architekten — Nuova scuola dell’infanzia di Cassarate (5 sezioni), Lugano (Svizzera)

Published on January 30, 2009. Stato di fatto. L’area di concorso si trova nel quartiere di Cassarate, un’area d’espansione ottocentesca consolidata durante gli ultimi decenni. La casa d’appartamenti di diversa altezza (da 3 a 8 piani) rappresenta la tipologia prevalente in questa zona. Il Piano Regolatore. Comporre il mosaico urbano. Riqualificazione per la zona dell’antico orto conventuale - Sora. In una situazione urbana in parte compromessa da interventi nel corso del Novecento, a Sora, nell’Appennino laziale, l’intervento architettonico si preoccupa di ricostituire una qualità ambientale, nella zona dell’antico orto conventuale dei Minori.

Riqualificazione per la zona dell’antico orto conventuale - Sora

L’intervento è addossato alle pendici del colle di san Casto e Cassio, che domina il centro storico cittadino: l’architettura si propone di risarcire i tagli alla roccia per far spazio a costruzioni ordinarie, poi demolite. Luogo: Sora, Frosinone Committente: Comune di Sora Anno di Realizzazione: 2010 Superficie Costruita: 2.120 m2 Architetti: Renato Morganti (MCM) con Gianfranco Cautilli e Mario Morganti Collaboratori: Luigi Di Ruscio, Stefano Balassone Direzione Lavori: Gabriele Marcelli Imprese di Costruzione: Pascolo, Eurocostruzioni, FER.

ItaliaConsulenti Strutture: Gino di Ruzza Impianti: Antonio Acettola Fotografie: 1/22-25 © Renato Morganti, 23-24 © Ilias Fragkakis. L'ARCHIVIO DEL MODERNO DI MENDRISIO. L’Archivio del Moderno di Mendrisio, nato nel 1996 come istituzione culturale e di ricerca, fu inaugurato il 4 novembre 1998 nella sede di Piazzale alla Valle, in un complesso urbano polifunzionale, realizzato da Mario Botta, che comprende un lungo edificio per residenze e uffici, un sistema commerciale variamente articolato e una piccola costruzione che ospita l’Archivio.

L'ARCHIVIO DEL MODERNO DI MENDRISIO

L’insieme è accessibile da più parti e si sviluppa intorno ad una piazza pedonale. Sulla testata est si trova l’accesso carrabile all’archivio, ad una quota che risulta interrata rispetto alla piazza; qui si trova il magazzino di prima accoglienza dei fondi. Al livello della piazza, si apre il centro commerciale “Migros” e da qui una scala, che affianca questa parte dell’edificio, conduce al primo livello, ove si trova l’ingresso agli uffici, ai laboratori e all’archivio climatizzato ove sono custoditi 28 fondi archivistici di architetti, designers, storici contemporanei, fotografi e artisti visuali.