background preloader

Ticunikore

Facebook Twitter

BES. PSFK - the go-to source for new ideas and inspiration. PSFK - the go-to source for new ideas and inspiration. Screen capture for Chrome - best web screenshot share & save tool | Clipular. HUGit | Trust your friends. Search social! HUGit | Trust your friends. Search social!

Methode de conception de capsules. I pricipi alimentari - I minerali. Archivio degli alimenti. Educazione Alimentare. Climodiagramas. Sound - Sound, Interference, Pressure. Google. Il canto dell'estate: le cicale. Il caldo torrido imperversa senza pietà: l'estate rovente la sta facendo da padrone già in queste prime settimane della stagione! Chi abita in campagna come me, sa che i tre mesi estivi sono accompagnati da una precisa colonna sonora, che si alterna tra ore diurne e ore notturne: le cicale e i grilli. Questi ultimi compaiono già a maggio, cantando tutta notte assieme a ranocchie e rospi, mentre le cicale, con il loro canto frastornante e perpetuo, iniziano verso metà-fine giugno.

Le cicale sono insetti curiosi che ho imparato, non dico ad apprezzare (spesso il loro frinire è esasperante, quando mi metto a leggere sotto gli alberi), ma a guardare con fascino: loro sono il segnale più tangibile della stagione. Famosa è l'idea della cicala come splendida e imprevidente cantante che non si preoccupa del divenire e dell'avvinarsi dell'autunno, come ci raccontò Esopo nelle sue favole. Bio-sfera: La formica. La famiglia delle Formicidae (solitamente chiamate formiche) appartiene all'ordine degli insetti imenotteri, ed è la più comune della classe degli insetti. Le formiche, infatti, sono incredibilmente numerose, tanto che compongono addirittura il 50% della biomassa di tutti gli insetti e il 10% dell'intera biomassa animale!

Inoltre, ne esistono almeno 12.000 specie, classificate in 300 generi e 21 sottofamiglie distinte fra loro (più altre 5, ormai estinte). Evolvendosi dalle vespe solitarie, le formiche sono comparse sulla Terra ben 140-168 milioni di anni fa. Il corpo delle formiche è costituito da tre parti (capo, torace e addome), hanno 6 zampe e sul capo presentano 2 antenne, che fungono da principali organi di senso. Oltre a quella delle api, la società delle formiche è una fra le più evolute. La regina è l'unica femmina feconda ed è più voluminosa delle operaie.

Ma oltre a lavorare.. come passano il tempo libero? (Butrichi boss) Entomologia agraria: Insetti sociali. Folle e aggregazioni sociali Fra gli insetti si possono trovare parecchie modalità di aggregazione. Esistono aggregazioni (folle) rappresentate da aggruppamenti (omogenei o eterogenei) di individui estranei gli uni agli altri, ma attivati e trattenuti in un dato biotopo da determinati agenti fisici e chimici.

Le aggregazioni rappresentate da tutti e due i sessi favoriscono la difesa individuale, ma facilitano anche gli accoppiamenti. Le aggregazioni sociali sono caratterizzate dall’integrazione (sensoriale, feromonica, ecc.) esistente fra gli individui che le compongono; esse presentano condizioni diverse di coordinazione e di organizzazione, che si iniziano con le gregari età incoordinate, si complicano con le gregari età coordinate, e giungono al massimo della complessità con le società (omogenee ed eterogenee).

Società omogenee Termitaio gigante (foto Colluci) Insetti interattivi | Galileo. Gli insetti sociali, principalmente api, vespe,formiche (ordine Imenotteri) e termiti (ordine Isotteri) presentano strutture coloniali molto variabili: si va, infatti, da piccole colonie con pochi individui a società che ne hanno migliaia e perfino milioni. In alcune specie le colonie sopravvivono per un breve periodo, sono cioè stagionali, in altre possono durare molti anni; possono essere iniziate da un solo individuo o da un gruppo di individui che cooperano a questo scopo ed essere composte da membri di entrambi i sessi (come quelle delle termiti) o prevalentemente da femmine (come quelle degli Imenotteri).

Nonostante la grande variabilità, queste società sono tutte caratterizzate da un’efficiente attività coordinata degli individui che le compongono. Le società degli insetti sono quindi entità mirabilmente organizzate, tant’è che Edward O. Chi elabora i piani per lo svolgimento delle attività messe in atto dalle colonie di insetti sociali? L’architettura dei nidi. Certificazioni AICA. In data 05 Settembre 2014 con D.M. n.717, il MIUR ha pubblicato il Bando per aggiornare le graduatori del Personale ATA. Didattikamente.net in collaborazione con l’ Associazione Salento Tecnologie di Casarano, organizza una serie di Corsi in provincia di Lecce finalizzati al conseguimento delle certificazioni AICA riconosciute come punteggi nel bando.

Si fa presente che l'esame della Nuova ECDL IT Security, garantisce 1.20 punti, essendo certificazione Specialistica. (Scarica Tabella Valutazione Titoli) Per procedere con la prenotazione del corso o prenotare l’esame, utilizzare questo MODULO a cura di Fabio Zanzottera D'altra parte AICA, che per statuto persegue fini scientifici, culturali e divulgativi nel settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, ha assunto fin dal 1997 il ruolo di ente nazionale garante dei sistemi di certificazione proposti dal CEPIS (la federazione europea delle associazioni di informatica): I riconoscimenti istituzionali.

LO. Indire, sito ufficiale. Lambiente Puntoedu rappresenta la declinazione che Indire ha dato al modello di apprendimento blended e-learning: un sistema sociale in cui il corsista oggetto e soggetto della formazione. La mission complessiva dellambiente pu sintetizzarsi nel favorire linnovazione del comportamento professionale degli individui interessati alla formazione, nel caso di Indire quasi esclusivamente personale della scuola, dal dirigente scolastico agli insegnanti al personale non docente. Il modello di formazione proposto si basa su una struttura a legame debole in cui il raggiungimento degli obiettivi operativo-didattici passa attraverso le attivit proposte nei laboratori che vengono esperite da un lato e condivise dallaltro.La formazione si costruisce quindi attraverso la riflessione sulla propria esperienza didattica e sulla successiva condivisione allinterno dellambiente di apprendimento Puntoedu.

Il corsista: Si attinge ad unesperienza conclusa. Di Silvia Martinucci [s.martinucci@indire.it] Indire, sito ufficiale. Presentazione Le Formicidae Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Tracheata Superclasse: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Presentazione Le Formicidae Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Tracheata Superclasse: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Presentazione Le Formicidae Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Tracheata Superclasse: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Lista specie italiane. Scheda: Myrmica rubra. Areale di distribuzione: Tutta l' Italia ed Europa in genere. Nome scientifico: Myrmica rubra Famiglia: Formicidae Subfamily: Myrmicinae Genere: Myrmica Ginia: Poliginica. Regina: 5-6 mm Operaie: 3-5 mm - non sono presenti caste. Alimentazione naturale: Melata, insetti e aracnidi di piccole e medie dimensioni.

Alimentazione artificiale: Miele o zucchero diluiti e insetti (vivi e morti) preferibilmente piccoli e medi e non corazzati. Umidità: 40-60% Temperatura: 18-25°C Ibernazione: Necessaria. Formicai in natura: Creano formicai preferibilmente nella terra, sotto pietre e vasi, meno comunemente in legni in decomposizione sul suolo. Formicai artificiali: Gesso, gasbeton, ytong, sabbia e terra.

Difficoltà: Media. Indole: Combattive e territoriali sono munite di pungiglione e le loro punture sono molto dolorose. Periodo di sciamatura: Solitamente ad Agosto. Tipo di fondazione: Semiclaustrale. Myrmica rubra è una formica che vive in zone boscose ed ombreggiate con fitto sottobosco umido. Insetti - Linnea.it - Hemiptera. Gli Emitteri (Hemiptera dal greco ptera = ala, hemi = mezzo) hanno apparato boccale pungente-succhiante (rostro) atto ad aspirare liquidi dalle piante o dagli animali.

Le ali sono 4 e possono presentarsi interamente membranose, interamente coriacee (sottordine Homoptera) oppure le 2 anteriori coriacee alla base e membranose all’estremità (sottordine Heteroptera). Tra le famiglie più rappresentative troviamo le Cimici, le Cicale, gli Afidi e le Cocciniglie. Gli Emitteri costituiscono un ordine di grandi dimensioni che comprende circa 70 mila specie nel Mondo di cui 7 mila europee.

Scutello: porzione del mesotorace (mesonoto) visibile dorsalmente e compresa fra la parte prossimale delle emielitre. Rostro: gli Emitteri predatori, come i Reduvidi, trafiggono la preda con il rostro ricurvo iniettando nella vittima una sostanza paralizzante e succhi gastrici che ne dissolvono gli organi interni per essere poi succhiati! I Reduvidi possono infliggere dolorose punture anche all’uomo. Cicale. Cicale Un percorso tematico di Giulia Regoliosi Morani (da Zetesis 2004-2) 1. Le cicale sono uno degli elementi topici che identificano l’estate: il loro canto è connesso con la calura, l’aridità, l’arsura, la ricerca di ombra e ristoro, e ne costituisce il sottofondo sonoro, spesso l’unico. a) L’archetipo è un passo esiodeo: Esiodo, Le opere e i giorni, vv. 582 segg Ἧμος δὲ σκόλυμός τ' ἀνθεῖ καὶ ἠχέτα τέττιξ δενδρέῳ ἐφεζόμενος λιγυρὴν καταχεύετ' ἀοιδὴν πυκνὸν ὑπὸ πτερύγων, θέρεος καματώδεος ὥρῃ, τῆμος πιόταταί τ' αἶγες, καὶ οἶνος ἄριστος, μαχλόταται δὲ γυναῖκες, ἀφαυρότατοι δέ τοι ἄνδρες εἰσίν, ἐπεὶ κεφαλὴν καὶ γούνατα Σείριος ἄζει, αὐαλέος δέ τε χρὼς ὑπὸ καύματος· ἀλλὰ τότ' ἤδη εἴη πετραίη τε σκιὴ καὶ βίβλινος οἶνος ...

Fr. 347 V: τέγγε πλεύμονας οἴνωι, τὸ γὰρ ἄστρον περιτέλλεται, ἀ δ' ὤρα χαλέπα, πάντα δὲ δίψαισ' ὐπὰ καύματος, ἄχει δ' ἐκ πετάλων ἄδεα τέττιξ ... Platone, Fedro, 230 Com’è amabile e dolcissima la gradevole aria del luogo! Georg. Ecl. Meriggiare pallido e assorto 2. ΣΩ. Www.RITRATTOINNATURA.com. I SEGRETI DELLA NATURA - LE FORMICHE.avi. Osservazione di una cicala (Lyristes plebejus) Www.RITRATTOINNATURA.com.

Rumore di fusa: Il canto dell'estate: le cicale. L’invasione delle cicale che amano i numeri primi | Zanichelli Aula di scienze. 2 giugno 2013 “Non ho paura dell’aereo, ho paura delle cicale”. Più o meno con queste parole la mia amica Alessandra è partita ieri per Frederick in Maryland, dove l’aspetta un’invasione di qualche miliardo di insetti del genere Magicicada. Famose come quelle star che vivono per anni recluse, queste bestioline emergono periodicamente dal sottosuolo ogni 13 o 17 anni, dal North Carolina a New York, negli Stati Uniti centro-orientali. Alessandra è una persona razionale, tenace, coraggiosa, e gli insetti sono uno dei suoi pochi talloni d’Achille. Una volta, mi ha raccontato che di fronte a uno scarafaggio che aveva deciso di farsi un giretto nella sua vasca da bagno, è uscita di casa, è andata a cercare il primo impavido sconosciuto che la potesse aiutare, lo ha fatto entrare nel suo appartamento e gli ha pure dato 20 dollari perché la liberasse dall’ospite sgradito.

Come fanno le cicale a fuoriuscire tutte insieme nello stesso momento, dopo 17 anni passati sotto terra? Cicala. Probabilmente la cicala è conosciuta soprattutto per i suoi ronzii e i suoi stridii, che possono essere amplificati da numerosi gruppi di insetti fino a trasformarsi in un ronzio opprimente. I maschi producono il caratteristico suono con membrane vibranti situate nell’addome. I suoni variano notevolmente e alcune specie sono più musicali di altre. Anche se i rumori delle cicale possono sembrare tutti più o meno uguali all’orecchio umano, gli insetti usano richiami diversi a seconda che debbano lanciare un allarme o attrarre potenziali partner. Le cicale sono anche famose per la tendenza a scomparire completamente per molti anni e poi ricomparire in gran numero a intervalli regolari. Le specie conosciute di cicala sono circa 3.000, ma tale comportamento è comune ad alcune di esse (la cicala dei 17 anni ne è un esempio).

Quando escono dalle loro uova, le giovani ninfe di cicala penetrano nel terreno per succhiare i liquidi di radici delle piante.