background preloader

La prima rivoluzione inglese

Facebook Twitter

La prima rivoluzione inglese (1642–1646) da inizio ad una serie di conflitti armati tra i Royalists, i sostenitori del sovrano, e i Parliamentarians, i sostenitori del Parlamento.

Guerra civile inglese. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Guerra civile inglese

La guerra civile inglese (conosciuta anche come rivoluzione inglese o prima rivoluzione inglese) fu un conflitto civile combattuto in Gran Bretagna tra il 1642 e il 1651, nell'ambito delle cosiddette Guerre dei tre regni. La sospensione decennale ed il Corto Parlamento[modifica | modifica wikitesto] Nel 1628 Carlo I per sostenere le spese necessarie all'appoggio militare in Francia per il soccorso degli ugonotti, convocò il Parlamento. I parlamentari però, invece di concedere sussidi al re, gli chiesero conto di tutte le illegalità commesse, chiedendogli di firmare la cosiddetta Petizione dei Diritti (Petition of Right) con la quale si decretava che ogni imposizione fiscale dovesse essere approvata dal Parlamento stesso, mentre altre pratiche - quali i prestiti forzosi, l'arruolamento obbligato, gli arresti immotivati (contro l'Habeas Corpus della Magna Charta Libertatum) - venivano dichiarate illegali.

La guerra civile[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali

Il governo Inglese del 1600. Questa pagina è tratta da: Storia moderna (riassunto) di Gherardo Fabretti.

Il governo Inglese del 1600

L'assolutismo era nato come reazione alle spinte centrifughe feudali e di ceto, tentativo di soluzione della questione religiosa, sforzo di concentrazione delle attività economiche ed estensione di potere in funzione della lotta per l'egemonia tra le potenze europee. Fu dunque un sistema che non coincideva con una dittatura d'emergenza ma un sistema di continuo allargamento delle competenze statali allo scopo di risolvere i problemi sopra elencati.Tali problemi in Inghilterra o non esistevano o erano marginali, dunque l'assolutismo in senso continentale qui non aveva alcuna ragione d'esistere.

Con la fine della Guerra delle Due Rose il feudalesimo era uscito debole e dissanguato; il problema religioso era stato risolto a monte dalla monarchia; l'economia non era fortemente compromessa da guerre civili ed egemoniche. Di Gherardo Fabretti. New Model Army. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

New Model Army

La New Model Army (l'Esercito di Nuovo Modello) fu una novità militare sotto vari, determinanti aspetti e consisteva in un esercito totalmente riorganizzato secondo il modello cui si ispirava l'organizzazione degli Ironsides di Oliver Cromwell. Tale riorganizzazione fu deliberata il 15 febbraio 1645 dal Parlamento inglese. Gli uomini reclutati ricevevano una paga molto elevata, che permetteva di esigere dai soldati una rigida e severa disciplina e la cessazione della pratica del saccheggio (anche se alcuni saccheggi furono autorizzati, in particolare contro le città cattoliche dell'Irlanda, a cominciare da Drogheda). Dal punto di vista tattico la New Model Army fu molto moderna, utilizzando le tattiche pike and shot mutuate dall'esempio svedese e non da quelli (più antiquati) olandesi e spagnoli. Dibattiti di Reading.

Livellatori. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Livellatori

I Livellatori (Levellers) furono un movimento politico, guidato da John Lilburne, che si sviluppò durante la Rivoluzione Inglese, alla fine della prima guerra civile (nell'estate del 1646). Il movimento, che prevedeva tra i suoi punti fondamentali la tolleranza religiosa, l'uguaglianza di fronte alla legge e l'ampliamento del suffragio, influenzò attraverso i suoi principi e le sue battaglie numerose correnti politiche che si affermarono, successivamente, nel resto dell'Europa, come, ad esempio, il socialismo.[1] Patto del popolo. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Patto del popolo

Il Patto del popolo (in inglese "Agreement of the People") è un documento che si riferisce a una serie di manifesti programmatici pubblicati tra il 1647 e il 1649 proponenti modifiche costituzionali dello Stato inglese. La prima redazione del patto era stata compilata nell'ottobre del 1647 nell'ambito del New Model Army, durante la Guerra civile, quando con la definitiva sconfitta degli scozzesi a Preston da parte di Oliver Cromwell si compiva la caduta della monarchia di Carlo I, ormai prigioniero degli inglesi, destinato ad essere processato per alto tradimento e condannato a morte. Il Patto è solitamente attribuito ai Livellatori ma in realtà vi furono versioni pubblicate anche dal Consiglio generale del New Model Army.[1] Le principali versioni pubblicate del patto furono: I dibattiti di Putney[modifica | modifica wikitesto] Il primo Patto del popolo[modifica | modifica wikitesto] Agreement of the People, 1647 Note[modifica | modifica wikitesto]

Religioni praticate in Inghilterra durante il 17° secolo

Diggers. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Diggers

Il termine Diggers, che significa "zappatori", deriva da un passo della Bibbia contenuto negli Atti degli Apostoli, in cui questi ultimi suggeriscono la pratica di un determinato stile di vita basato sulla fede in Cristo e sul comunitarismo[1][2]. Cercarono inoltre di riformare l'ordine costituito con i loro principi egualitaristici e con la creazione di piccole e rurali comunità di fedeli. Insieme ai Livellatori, i Diggers furono tra i gruppi di dissenzienti inglesi durante la dittatura di Oliver Cromwell. La comunità di Cobham[modifica | modifica wikitesto] Il 1º aprile 1649 alcuni uomini dei dintorni, insieme a Winstanley e ad un ex soldato di nome William Everard, si misero a coltivare in comune le terre a Saint George’s Hill.