background preloader

Dal mondo delle scienze: il comportamento animale

Facebook Twitter

La matematica delle api | OggiScienza. La tentazione di distanziarci dagli altri animali e/o di stabilire una gerarchia tra le diverse specie è sempre stata piuttosto forte. Come in una sorta di cabala, o, viceversa, basandoci su incontrovertibili valori matematici, non facciamo che sottolineare come quella determinata abilità sia solo nostra (ma sarà vero?) , o del tale animale, che quindi investiamo di una manifesta anche se discutibile superiorità rispetto agli altri. Gli stessi autori di un nuovo studio, che mostra come le api siano capaci di collegare i simboli ai numeri, sottolineano la differenza nella cifra di neuroni tra noi e questi insetti, come a suggerire quanto sia stupefacente che siano in grado di fare qualcosa che credevamo richiedesse una quantità maggiore di qualche caratteristica.

Dalla danza alla matematica Oltre a una spiccata dote per la danza acrobatica, che segnala alle compagne la presenza e la posizione di una fonte di cibo, le api sembrano avere una certa dimestichezza con la matematica. Mi piace: Never leave your friend behind. Cigno ammazzato a bastonate. La sua "compagna" si lascia morire. Lui è morto venerdì mattina. Ammazzato a bastonate: questa la fine del cigno che da anni abitava il laghetto del parco in centro a Recoaro Terme. Lo hanno trovato con il collo spezzato, senza vita. Una morte improvvisa che ha lasciato nel dolore la femmina, la sua compagna, anche lei abitante del laghetto. E il 5 maggio è morta: “Si è lasciata andare – ha detto al Corriere del Veneto il sindaco Davide Branco che ha recuperato personalmente il volatile dallo specchio d’acqua – Si vedeva che stava male, non mangiava più e temevamo finisse così.

Invieremo il corpo all’Istituto Zooprofilattico delle Venezie, come era stato per il maschio. In questo caso però non ci sono dubbi, l’animale si è lasciato andare. Riguardo all’eventualità che il cigno maschio possa esser stato ucciso, il primo cittadino ha poi annunciato: “Entro l’anno quest’area verrà coperta da un servizio di videosorveglianza, in modo che episodi gravi come questo non si ripetano più”. This is how a koala mom carry her babies □ SuperQuarkRai sur Twitter : "Avreste mai pensato che non siamo gli unici mammiferi a fare regali? Ecco il sorprendente comportamento dei delfini di acqua dolce del Rio delle Amazzoni, raccontato dall’etologo #DaniloMainardi (4/7/2013).… Calabria, si schiudono le uova di Caretta Caretta: a sorpresa c'è una tartaruga albina.

I delfini possono provare il lutto? Video e foto su Internet li mostrano mentre toccano il corpo di un compagno o del cucciolo morto, lo tengono a galla, e sembrano non riuscire a separarsene, in un atteggiamento che pare di profonda tristezza. I delfini, mammiferi da sempre considerati intelligenti, reagiscono alla morte di un membro della loro specie con un’emozione paragonabile al lutto? I comportamenti osservati sono davvero reazioni di cordoglio, o siamo noi a "umanizzare" questi animali e ad attribuire loro una consapevolezza della morte e della perdita che invece non hanno? Sono domande cui da tempo i biologi cercano di dare risposta. Scene di lutto. Un gruppo di ricercatori guidati da Giovanni Bearzi, dell’associazione Dolphin Biology and Conservation, ha passato in rassegna gli studi esistenti in materia, analizzando 78 resoconti descritti negli anni dal 1970 fino al 2016, e riguardanti 20 delle 88 specie di cetacei conosciuti.

Amore, dolore: vale anche per loro? Delfini e balene. Maschi e femmine. Usa, ritrova la coppia che l'ha salvato: l'abbraccio del baby scimpanzé è emo... Punture di api e vespe: come riconoscerle e cosa fare | OggiScienza. APPROFONDIMENTO- Sono entrambe a strisce gialle e nere ed entrambe dotate di pungiglione ma, a parte queste due caratteristiche comuni, confondere api e vespe dovrebbe essere impossibile. Eppure spesso accade di sentire un grido d’allarme, “attenzione, un’ape!” Mentre a ronzare intorno al nostro panino c’è una vespa.

Conoscere le differenze tra le due è molto importante, sia per capirne il ruolo nell’ecosistema sia per essere preparati ad affrontarne un’eventuale puntura. Piccolo insetto, enorme ruolo ecologico Le api sono allevate fin dall’antichità per la produzione di miele. “Se le api scomparissero, all’uomo resterebbero quattro anni di vita”, recita una frase attribuita ad Albert Einstein. Il primo è rappresentato dai cambiamenti climatici, che danneggiano o modificano le fioriture d’interesse. Il secondo fattore è rappresentato dalle modificazioni del paesaggio agrario e dalla diffusione di colture estensive, che elimina la vegetazione d’interesse apistico. Un cocktail di veleni. Elba, sorpresa sulla spiaggia: dalla sabbia spuntano le tartarughe appena nate. Sky TG24 HD on Instagram: “Ha dato alla luce un cucciolo che è morto poco dop... Una rana mangia una lucciola viva, ecco la sorpresa nel suo stomaco Una rana ... LA SCIMMIA RIANIMA LA COMPAGNA RIMASTA FOLGORATA SUI BINARI.