background preloader

MACHIAVELLI E GUICCIARDINI

Facebook Twitter

Machiavelli, Niccolo in "Il Contributo italiano alla storia del Pensiero: Filosofia" Niccolò Machiavelli Il pensiero di Machiavelli scaturisce dal seno stesso dell’orizzonte pubblico fiorentino, dai principi istituzionali e morali e dai modelli di comportamento in esso diffusi: il suo spirito polemico, stimolato dalle difficoltà della situazione contemporanea, lo conduce a un’analisi rivoluzionaria dei fondamenti dell’agire politico, delle contraddizioni e dei rischi che gravano su di esso.

Machiavelli, Niccolo in "Il Contributo italiano alla storia del Pensiero: Filosofia"

La sua non è una ‘scienza’ della politica, ma una riflessione sugli «inconvenienti» che gravano su di essa, sull’impegno di costruzione e conservazione (pur sulla base della naturale ostilità tra gli esseri umani e della loro disposizione all’accecamento) di forme di «vivere libero», sempre minacciate dalla «ruina». La vita Nella nuova situazione egli si trovò a rischiare grosso, quando all’inizio del 1513 fu imprigionato per il sospetto della sua partecipazione a una congiura antimedicea; liberato per intervento di Giuliano de’ Medici, dovette ritirarsi a vita privata. STORIAdellaLETTERATURA.it - La storia della letteratura italiana scritta da Antonio Piromalli - Capitolo 8, paragrafo 1.

La vita e i tempi di Machiavelli La personalità di Niccolò Machiavelli1 (1469-1527) è quella del politico impegnato, espressione del carattere concreto per cui il Rinascimento è detto naturalismo.

STORIAdellaLETTERATURA.it - La storia della letteratura italiana scritta da Antonio Piromalli - Capitolo 8, paragrafo 1

L'aspetto estetico, formalistico del Rinascimento è del tutto estraneo a Machiavelli il quale incarna il suo pensiero nella realtà e nella natura per conoscerne le leggi oggettive, materiali e per studiare, di conseguenza, l'agire umano. Egli vive in un periodo di crisi politica non solamente fiorentina ma italiana e durante la quale le vicende italiane sono legate alla storia delle grandi monarchie europee, soprattutto Francia e Spagna. t324. Gennaro Sasso Considerazioni su Machiavelli e sulla decisione morale. t326. FRANCESCO GUICCIARDINI: vita, opere e pensiero. BATTAGLIA (Da Mitografia): "Agli idoli esclusivi dello stato e del principe, in cui il Machiavelli impegnava tutto il reale, il Guicciardini sostituisce il ritmo stesso della storia e della vita e, insieme, dilata la prospettiva all'intera società umana.

FRANCESCO GUICCIARDINI: vita, opere e pensiero

Il mondo storico e psicologico del Machiavelli, alla fine, può risultare molto semplice e quasi elementare; mentre la realtà del Guicciardini si rivela quanto mai complessa e problematica. Il suo realismo è più autentico, anche se meno generoso. Leopardi ha detto: "Il Guicciardini è forse il solo storico tra i moderni che abbia e conosciuto molto gli uomini e filosofato circa gli avvenimenti attenendosi alla cognizione della natura umana, e non piuttosto a una certa scienza politica, separata dalla scienza dell'uomo e per lo più chimerica. " LA "SOSPENSIONE" "... nessuna cosa è sì trista che non abbia del buono; nessuna sì buona che non abbia del tristo: donde nasce che molti stanno sospesi.

" Schema di confronto tra Machiavelli e Guicciardini. Machiavelli e Guicciardini, i due modelli della politica. Nasce a Firenze Niccolò Machiavelli.

Machiavelli e Guicciardini, i due modelli della politica

Non so quanti italiani abbiano letto e capito Machiavelli e quanti italiani abbiano letto e capito Guicciardini. I due grandi termini di paragone, di confronto e di contrasto nella cultura politica italiana. Machiavelli è stato sempre il simbolo di una lotta politica ambiziosa che vuole trasformare il mondo, che vuole trasformare la società e a questo fine non disdegna nessun mezzo. Il finalismo degli obiettivi giustifica ogni mezzo nella totale spregiudicatezza. Dall’altra parte Guicciardini ha un tipo di raccordo se volete più quotidiano, più provinciale.